Negli ultimi 4 giorni

Negli ultimi 4 giorni abbiamo lavorato davvero molto. Ovviamente non tutti. Chi è rimasto tappato in casa e chi è andato in spiaggia, a sucupira, a cena fuori, con mal di testa si è tirato fuori…insomma la solita musica.

Abbiamo terminato sia la relazione che la presentazione in power point. Alla fine sembra comunque che tutto sia a posto. Qualche arrabbiatura ma…di fronte agli eventi che tu hai menzionato davvero poca cosa. Certo è difficile il solo pensare ad una strage del genere. La strage degli innocenti. Sembra ci siano 400 bambini morti. A volte mi capita di immaginare se in un evento del genere fosse coinvolto un mio familiare… penso all’orrore, penso alla disperazione e soprattutto penso a perché succedono queste cose. Perché un ragazzino di 10 anni o poco più deve morire per l’assurdità dei “grandi”. Qui non ci sono colpe, non mi va di cadere nel ragionamento che attraversa in questi anni il mondo. non mi va di dividere il mondo in “bene e male”. E semmai saltare poi sul carro del “vincitore” mettendomi dalla parte del bene. Non voglio assolutamente omologarmi ai convincimenti comuni, ma trovare i perché, cercare la Verità non è una cosa semplice. Forse non ci si riuscirà mai! Finchè esisterà violenza, e finchè probabilmente esisteranno persone che credono di risolvere i problemi con la violenza c’è poco da fare. Credo che solo l’amore può fare qualcosa. Quell’amore che ti dà la forza di credere che la giustizia e il perdono siano la strada per arrivare alla pace. Non c’è pace senza giustizia, non c’è giustizia senza perdono. C’era una volta una piccola chiesa tra le montagne francesi si chiama chiesa della “riconciliazione”. E la chiesa più semplice e più bella che io abbia mai visto. E di chiese e templi della religione ne ho visti molti. “Riconciliazione” mi da il senso di due persone che si avvicinano al di là delle differenze. Che cercano un punto di dialogo anche quando questo sembra non esistere e ne fanno la loro ragione di vita.

Ciao ciao


stamane presentaizone del lavoro svolo presso la municipalita’. presenti il presidente e la giunta municipale. lascioai voi compagni di avventura. le prima slide del progetto

Ovviamente:

GLI INTOCCABILI DI EUGENIO LIMA!!!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Negli ultimi 4 giorni

  1. mamma scrive:

    pochi giorni all’alba
    Ciao Fabry, ci hai fatto compagnia………ti abbiamo fatto compagnia? I giorni sembrano essere volati, non penso sarà stato così anche per te, ma questa 1a fase della tua lontananza sta per finire, ce ne sarano certamente delle altre e insieme affronteremo a modo nostro i disagi, i momenti di stanchezza e di allegria.

  2. antonio nuzzi scrive:

    Moo e chi sei, Celine??!!
    Complimenti per il blog…
    Sono un neo laureato di architettura, e piacerebbe anche a me poter lavorare nei paesi in via di Sviluppo.
    Volevo chiederti se questo periodo che hai trascorso ha a che fare con il master in
    FORMAZIONE DI ESPERTI PER LA PROGETTAZIONE URBANA E TERRITORIALE NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO, presso lo IUAV. (ho letto che parli di Venezia e di un “dipartimento”..)
    Infatti ho inoltrato domanda di iscrizione al suddetto master.
    Se no, quale programma ti ha permesso di intraprendere questa avventura?
    Grazie mille e buon proseguimento…
    Antonio

  3. Michele Cannone scrive:

    Grazie Fabry
    Lo so, scrivo solo ora che sei in dirittura d’arrivo…in questi mesi t’ho pensato cmq tanto! Abbiamo continuato a camminare insieme anche se su percorsi diversi…è come arrivare ad un bivio,dividersi…e poi reincontrarsi ancora per raccontare dei volti che sulla strada abbiamo incontrato! La direzione, siamo sicuri, è sempre la stessa! Ti abbraccio fortissimo frate’ e non vedo l’ora di farlo di persona!

    Michele