when the going gets

when the going gets tough, della serie. Questa elegante lampada di moooi (www.moooi.com) mi ricorda il disco che stavo ascoltando, amen dei baustelle. Elegante e orecchiabile, but with a sting on the tail, come dicono gli inglesi.

Mi ricorda anche il periodo che sto attraversando, i giorni e le cose. Cercando di stare rilassato con una guerra in corso. Quando sai che gli altri si approfittano di te non e’ mai un relax totale, per cui forse anche nei momenti di relax e’ bene avere un piccolo reminder del fatto che le cose hanno spesso il pungiglione nella coda.

La cosa piu’ difficile e’ farsi una ragione che la gente puo’ comportarsi deliberatamente male sul lavoro e considerarlo di prassi. Ma d’altronde siamo in Italia, cosa altro aspettarsi.

Gli architetti puttane dei media funzionano tutti allo stesso modo: trovato un facile concetto e fattane la tua etichetta, la parola d’ordine diventa esporsi esporsi esporsi ad ogni costo, farsi intervistare dal maggior numero possibile di programmi/giornali/riviste, e chi se ne frega se nel frattempo lo studio ed il lavoro che ivi viene prodotto fa schifo e la gente e’ incompetente o va fuori di testa dalla pressione e dal senso di precarieta’, che importa se alla fine non viene prodotto nulla di significativo e non esiste una memoria ed una cultura progettuale all’interno dello studio perche’ la gente non riesce a restare o viene buttata fuori col preavviso di un giorno (generalmente dopo una nottata o mentre e’ in vacanza, per evitare il confronto diretto che si sa e’ sempre fastidioso) solo perche’ si ha il potere di farlo, e chi se ne frega delle conseguenze.

Vorrei pensare che questo tipo di atteggiamento abbia i giorni contati: I media si stancano presto e cercano costantemente cose nuove per attirare l’attenzione della gente. E del resto la maggior parte di queste mediocri figure non sopravvive ad un esame piu’ attento.

A me rimane solo il compito di disintossicarmi e ripulirmi dalle brutte scorie che inevitabilmente mi restano appiccicate addosso e trovarmi un lavoro piu’ dignitoso.

cuore

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a when the going gets

  1. mi scrive:

    in between
    ciao Fede, come sempre è rigenerante leggerti.
    I’ve been to london recently, e come te,rientrando da madrid che ho visto a novembre con tutti i suoi progetti di architettura di alto livello quali tu citi), e la reazione è la stessa. Come tornare da un luogo con aria fresca ad un altro con aria stantia.
    Londra sta navigando a gonfie vele, costruisce (forse non tutto di qualità, but not bad anyway) e rinnova i suoi spazi urbani. quelli davvero della città nel senso di civitas.
    Continuo a chiedermi, come accade in questo blog, perchè qui non succede. E soprattutto, a parte scappare, cosa si può fare concretamente per cambiare le cose?
    Attendo risposte dai bloggers.
    XXX

  2. enrica scrive:

    9 maggio
    Federico, bellissimo il post del 9 Maggio, centro!
    Anche se…di merda se ne mangia tanta pure qua.
    E’ un po’ come scegliere di chi vuoi essere schiavo…l’unica scelta.

  3. T. scrive:

    Bigmouth strikes again
    … “Sweetness, sweetness, I was only joking when
    I said I’d like to smash every tooth in your head
    Sweetness, sweetness, I was only joking when
    I said by rights you should be bludgeoned in your bed.

    And now I know how Joan of Arc felt,
    Now I Know how Joan of Arc felt,
    As the Flames rose to her Roman nose
    And her Walk-man started to melt” …

    …la mia dignità calpestata deve ancora riprendersi. e non basta pensare che si è trattato soltanto di un periodo della mia vita.
    al vecchio bastardo continuo ad augurare, ancora, ogni male.
    passerà.

    T.

  4. Chiara scrive:

    PROGRAMMA TELEVISIVO
    Buongiorno,
    Le scrivo dalla redazione del programma Cambio Moglie, prodotto da Endemol Italia.
    Stiamo cercando coppie di italiani (sposati o conviventi) residenti all’estero, che parlino entrambi italiano, per il nostro programma, Cambio Moglie,appunto, del quale Le allego la presentazione.

    Le potrebbe interessare o conosce qualcuno che potrebbe esserlo? Se mi manda un Suo recapito telefonico La contatto e Le spiego meglio i dettagli.

    Mi scuso per il disturbo e mi auguro di avere un Suo cortese riscontro.

    Distinti saluti

    Chiara Cazzulani
    Redazione Cambio Moglie
    Endemol Italia

    PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA TELEVISIVO “CAMBIO MOGLIE – EUROPA”

    Endemol Italia sta producendo per FOX la quinta edizione del programma “Cambio Moglie”, una docu-fiction il cui format è già stato sperimentato con successo in Inghilterra, Francia e negli Stati Uniti.

    La prossima edizione sarà speciale: dopo aver raccontato le contraddizioni e le convinzioni di oltre ottanta famiglie, “Cambio Moglie Europa” vuole spingersi oltre i confini per mettere a confronto abitudini e regole di italiani che vivono in tutta Europa, con quelle di chi è rimasto sul “suolo natio”.

    “Cambio Moglie” segue le vicende di due nuclei familiari che si sottopongono ad una prova originale e divertente: uno scambio di madri e mogli tra due famiglie che non hanno timore di rivoluzionare le proprie abitudini. Si tratta di un programma sullo stile di vita, che esamina i modi di gestire il rapporto di coppia, di spendere, di allevare i figli, alzando il sipario sulle scelte di vita fatte da differenti tipi di persone.

    Per ogni puntata saranno sempre due mogli, e quindi le rispettive famiglie, a scambiarsi gli stili di vita, ma questa volta una partirà dall’Italia mentre l’altra arriverà da una città europea.

    Gli altri membri della famiglia continueranno a vivere normalmente la propria quotidianità, con la sola differenza che a gestire le cose di casa ci sarà una persona diversa dal solito !!!
    Nei primi giorni la “nuova” ospite dovrà adattarsi alle abitudini della famiglia in cui viene inserita. Al termine di questo periodo e, per i giorni restanti, sarà lei ad imporre nuove regole, alle quali questa volta sarà la famiglia a doversi adattare.

    Nelle scorse stagione “Cambio Moglie” si è imposto all’attenzione della critica come un programma “molto interessante, gruppo di famiglia in un interno di rara efficacia, vigoroso ritratto antropologico” (Aldo Grasso, Corriere della Sera 15 maggio 2004) che si prefigge lo scopo di osservare i differenti stili di vita ed i cambiamenti che avvengono in un contesto familiare, successo confermato e rinnovato dalla seconda edizione che si è aggiudicato il premio della critica come miglior programma per il satellite.
    Oggi è una delle trasmissioni “cult” della televisione italiana.

    Endemol Italia sta cercando di contattare le comunità italiane in Europa per selezionare delle famiglie che abbiano voglia di lasciare entrare le telecamere nella propria vita quotidiana, per mettersi in gioco in una nuova eccitante esperienza.
    Per mettervi in contatto con noi potete chiamare il numero 00.39.340.3581868 oppure scriverci al seguente indirizzo e-mail: cambiomoglie@endemol.it.

  5. sara scrive:

    Achtung federico, pubblicità anche qui. però fanno ridere questi invasati che seminano il panico.

  6. duron scrive:

    cambi moglie?
    Frigo, occhemmifai? tettumicambimoglie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *