Allora, parliamo un po’

Allora, parliamo un po’ di questo benedetto curriculum….

Io non posso dire come in assoluto va complilato il portfolio in inglese…cercherò di dirvi più o meno quello che ho fatto io, però vi devo premettere che i primi periodi io ho letteralmente tradotto il mio curriculum italiano, senza dargli un’impostazione diversa, eppure devo dire che alcuni studi mi hanno chiamato ugualmente…Morale, non fatevi troppe seghe mentali, il portfolio va fatto per benino, ma senza farne una malattia…Non è che se non rispettate in tutto e per tutto i loro schemi non vi prendono in considerazione…

Allora prima di tutto io eviterei il prototipo di curriculum europeo, mi sembra poco flessibile e poco adatto ad inquadrare il nostro tipo di lavoro, piuttosto seguite questo schema, che mi ha suggerito la responsabile di un’agenzia specializzata per trovare lavoro agli architetti (Eden Brown). Lo schema si articola nelle seguenti sezioni che cercherò di descrivere nei particolari:

1) Dati personali

Nome, Cognome, residenza, e-mail, recapiti telefonici

Per prima cosa vi raccomando per quanto è possibile di inserire un indirizzo inglese, e anche un numero di telefono inglese. Se non li avete subito magari appoggiatevi ad un amico. E’ fondamentele, io stessa ho notato più riscontro quando ho cominciato a spedire il cv con il recapito a Londra.

Un’altra cosa importante, se il curriculum lo mandate alle agenzie omettete l’indirizzo e mail e i recapiti telefonici, magari inseriteli nella lettera di presentazione. Generalmente le agenzie non vogliono che gli studi vi possano contattare direttamente.

2) Profilo (profile)

E’ una parte fondamentale del portfolio, soprattutto perché molti si limitano a leggere solo questa. Dovete descrivere in poche parole quali sono le vostra caratteristiche professionali, le esperienze che avete fatto e i vostri punti forti. E’ essenziale specificare il ruolo per cui vi proponete e il titolo che avete (es architect, graphic designer etc…).

Per farvi capire diciamo che dovrebbe essere qualcosa di questo tipo:

An architect with (tot ) years experience, focused on …….. Very good knowledge in …… ….Excellent familiarity wit …. Good attitude in ….

Se siete architetti già iscritti all’albo ricordatevi di precisarlo con la dicitura “fully qualified architect”. Ho notato che fa una certa differenza, dato che qui ci sono diversi livelli prima di arrivare al titolo definitivo di architetto.

3) Education

E’ il percorso di studi. Ovviamente partite dall’ultima esperienza che avete avuto e andate a ritroso. Vanno inseriti qui eventuali corsi di specializzazione, perfezionamento, master e robe simili, specificando per ognuno l’ente di riferimento. Io ho inserito tutto fino al diploma di liceo. Io ho inserito qui anche l’esame di stato e l’iscrizione all’albo italiano.

4) Formative experiences

Sono tutte le esperienze non propriamente lavorative ma che in qualche modo hanno contribuito alla vostra formazione. Io per esempio ho inserito i vari corsi di lingua che ho fatto nel Regno Unito, lo stage leonardo, alcuni stages fatti all’interno dell’università e l’esperienza di cultore della materia nel dipartimento di restauro.

5) Work experiences

Questa è forse la parte un po’ più complessa.. le esperienze vanno inserite a partire dalla più recente, indicando per ognuna: nome della società/studio, indirizzo, recapiti telefonici ed e mail, sito web (a me è capitato uno studio che si era andato a vedere tutti i posti dove avevo lavorato…), durata dell’esperienza, job profile, (ovvero il ruolo che si è svolto, assistant architect architect, cad designer etc…), responsabilities (una brevissima sintesi del lavoro che facevate in quello studio in base anche al tipo di specializzazione che lo stesso aveva).

6) Most important works

In questa sezione potete inserire, sempre in ordine cronologico decrescente, i progetti più importanti a cui avete lavorato. Ovviamente dovete essere in grado di produrre del materiale che lo dimostri (tavole, disegni, ect). Potete mettere tutto in una sezione a parte, indicando per ogni progetto anno, titolo, studio con cui l’avete fatto e ruolo che avete avuto, o in alternativa inserire queste informazioni nella sezione precedente, articolandole secondo gli studi con cui avete lavorato.

7) Publications

Ovviamente questa sezione non è obbligatoria. Vanno inserite tutte le pubblicazioni a parire dalla più recente indicando titolo, casa editrice, luogo, anno. Se è una rivista titolo dell’aritcolo, titolo della rivista, numero, casa editrice, luogo, anno.

Eventualmente se avete ricevuto premi o riconoscimenti fate una sezione a parte.

8) Computer skills

Va specificato inanzitutto il/i sistema/i operativi su cui lavorate (Windows, Apple etc), quindi tutti i programmi che siete capaci di usare, eventualmente indicando un livello di conoscenza. Per i grafici consiglio di dividere la sezione in

9) Other skills

Inserite qui tutte le altre cose che sapete fare, anche se non proprio connesse al lavoro per cui mandate il cv, magari anche se avete conoscenze che avete approfondito da soli oppure che avete maturato con esperienze diverse dal lavoro. Per esempio se siete laureati in architettura ma vi cimentate nell’industrial design o con la grafica, o che ne so la modellazione tridimensionale, e pensate di avere una piccola competenza inseritela. Potete anche accennare ad eventuali capacità di gestire i lavori in autonomia o all’attitudine a lavorare in team.

10) Languages

Semplicemente le lingue che parlate, specificando il livello. Per un buon livello parlato si dice fluent, altrimenti preferite scholastic, che vuol dire che avete solo le basi.

Altre sezioni facoltative possono essere hobbies e travels. Ovviamente non sono decisive, ma in generale, soprattutto se non si è fatta ancora tanta esperienza lavorativa, possono fornire agli employers degli spunti per conoscere meglio il candidato.

OK

Questa sarà la parte scritta del vostro portfolio…ovviamente poi ci sono tutte le immagini…

Scegliete la giusta quantità, ne troppe ne poche, al massimo potete prepararne delle altre da mostrare durante il colloquio. Scegliete voi se intervallarle al testo o metterle alla fine, l’importante è dare una bella veste grafica. Siete degli architetti, non potete presentare un cv da commercialisti!

E poi per esperienza personale una buona presentazione fa il suo effe
tto. In quasi tutti gli studi in cui ho fatto il colloqui mi hanno fatto i complimenti per la presentazione del portaolio.

Per il formato io rimarrei sull’A4 orizzontale, che è più maneggevole anche quando lo dovete stampare. Io mi ero fatta poi delle stampe in A3 che ho portato solo agli studi che mi hanno kiesto il colloquio. …Dimenticavo, fatto il vostro bel pacchetto create un bel PDF leggero da spedire via mail, non state a mandare files in altro formato che non tutti possono leggere…l

Per avere tutto sottomano avevo fatto, anche questo solo però per gli studi che vi chiamano (perché altrimenti spendete una fortuna!), un cd in cui avevo inserito tutto, portfolio, immagini aggiuntive, vari certificati (laurea, perfezionamento, iscrizione all’albo, cultore della materia…non sono decisivi ma ho notato che ci tengono abbastanza ai titoli) e tutti i tipi di recapito, in Italia e UK….

Credo di aver detto tutto…manca la lettera di presentazione ma vi giuro che è 2 ore che scrivo e ho la mano inceppate….notte notte...

Rosy

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

38 risposte a Allora, parliamo un po’

  1. enrica scrive:

    x lu
    Da Foster cercano un architetto che parli italiano e viva a milano, Lu…fatti avanti….

  2. Rita scrive:

    sito utile
    http://www.eurocultura.it/lavoro.php

    consultate le varie voci ..ci sono dei consigli utili!

  3. lu scrive:

    x enrica
    FOSTER?????
    DOVE?COME?QUANDO?????
    LU

  4. di nuovo LU scrive:

    sempre x Enrica
    agitazione…ansia..non troviamo annuncio di foster(anche la mia collega mi sta aiutando nella ricerca!!)
    appropositooo
    …che carino che hai pensato a me…GRAZIE!!!!
    lu

  5. franco_73 scrive:

    ….
    http://www.fosterandpartners.com/content/recruitment/Italian%20Speaking%20Architect.pdf

    raga ma è vecchia offerta non so se è ancora valida!!!!
    ciaooo

  6. vita scrive:

    x rita
    http://www.professionearchitetto.it/mostre/notizie/5847.aspx

    visto? penso che riguardi molto da vicino la tua tesi!!!

    buona giornata!

  7. vita scrive:

    oops!
    http://www.
    professione
    architetto.it/
    mostre
    /notizie/
    5847.aspx

    spero adesso si legga!

  8. enrica scrive:

    foster
    Sì è di agosto…ma Lu….io scherzavo….andresti davvero a lavorare da Foster?
    A parte la faccenda di questo arch parlante italiano, comunque Foster cerca sempre….

    Enrica

  9. Rita scrive:

    x vita
    Grazieee..
    esatto riguarda proprio mia tesi! ..ho parecchi di quei libri…certo non sarebbe male andare alla presentazione.. mm.. vediamo, non so se posso.

  10. Nunzia scrive:

    informazioni
    Ciao Rosy e Filippo
    Sono laureata in architettura a Napoli e dopo corsi di formazione, una breve esperienza di lavoro a Pisa (sfruttata soltanto) e un progetto leonardo appena concluso a Malta (esperienza meravigliosa)…sono di nuovo alla disperata ricerca di un lavoro in Italia…..sono stata a Londra quest estate e mi piacerebbe tanto tornarci e trovare un lavoro e volevo chiedervi voi come avete cominciato a lavorare a Londra…..il mio inglese nn è da toefl ……dopo quanto avete trovato lavoro? …avete fatto prima altri lavori?
    spero abbiate un po’ di tempo per darmi qualche consiglio…grazie mille e in bocca al lupo!
    Nunzia

  11. Enrica scrive:

    x rosy e filippo
    Rosyyyyyyyyy
    Riguardo al recapito a Londra…con annesso telefono…immagino che tu non fossi ancora lì e che magari Filippo o era al lavoro o comunque non era sempre attaccato al telefono. Ma ti cercavano al telefono lì al numero londinese per fissare i colloqui?
    Come ha funzionato sta cosa?
    E’ giustissima la faccenda del recapito londinese….e sono convinta che costituisca una piccola svolta….ma vorrei capire come funziona onde istruire il mio uomo a l’havana!

    Baci
    Enrica

  12. lu scrive:

    x Rosy
    innanzi tutto GRAZIE,GRAZIE E ANCORA GRAZIE!
    come chiede enrica….ma se io do un rec telefonico inglese nel cv..poi chiamano lì??
    io avrei anche un indirizzo di qualcuno che vive a londra,con un cell e tutto..ma poi chiamano lui???
    posso al massimo dare i due numeri??italilano e inglese?
    grazie
    ciao
    ps anche MI nevica!

  13. mario scrive:

    Cercare lavoro.. x Rosy
    Ottimo resoconto! Perchè non proviamo a fare un riassunto di tutti nostri ragionamenti?
    How to move to London:
    1) studiare bene la realtà lavorativa londinese preparando una lista di “obiettivi” (gli studi ai quali mandare le richieste, la zona dove andare ad abitare, ecc);
    2) preparare il curriculum, il portfolio e tutti i documenti necessari (passaporto, documenti dell’ASL, ecc);
    3) Partire per londra con la quantità di soldini necessari a sopravvivere almeno un mese;
    4) iniziare la ricerca di un alloggio più o meno definitivo;
    4a) chi dovesse averne necessità potrà iniziare a frequentare un corso intensivo di lingua (l’iscrizione la si potrà fare dall’italia per non perdere tempo);
    5) inviare curriculum e portfolio specificando il proprio recapito londinese;

    Se si prenota l’alloggio dall’Italia si può subito far partire i curriculum specificandone l’indirizzo e dichiarandosi disponibili dopo la data di arrivo prevista ma si rischia, secondo me, di precludersi le risposte degli studi che hanno una necessità urgente di assumere.

  14. mario scrive:

    Dimenticato qualcosa?
    ^__^

  15. rosy scrive:

    Per Enrica e Lu

    Per l’indirizzo non ci sono problemi, potete dare quello di un amico che vive a londra, serve solo come riferimento, per il cellulare invece vi consiglio appena potete di prendervi una scheda inglese, costa 5 Pounds, e di tenerla in un altro telefonino, ovviamente solo dopo che avete cominciato a mandare il cv col vostro numero inglese. Capita abbastanza spesso di venire contattati telefonicamente dagli studi, lo studio in cui lavoro attualmente mi ha chiesto di andare al colloquio per telefono quando ero in Italia.

  16. enrica scrive:

    uh
    certo che se un inglese mi parla al tel, credo che non capirò un acca, temo l’autogol!

  17. Rita scrive:

    Riassunto di Mario
    ma i punti 1)-2)-..ecc.. non sono in ordine cronologico..vero? se si ..direi che la ricerca dell’alloggio più o meno definitivo va fatta dopo l’assunzione. Quindi il punto 5 va prima del 4.
    Poi ..chi ha bisogno del corso d’inglese.. meglio farlo prima della stesura del curriculum…

  18. Daniel scrive:

    Ciao
    Ciao ragazzi,
    un saluto veloce da Bologna dove sono tornato ieri sera!
    Ho passato la prova orale dell’esame di stato son troppo contento!
    Volevo ricordare che è possibile richiedere GRATUITAMENTE una sim card della compagnia TMOBILE che anche come tariffe mi è sembrata altamente vantaggiosa (il piano EVERYONE permette di chiamare tutti a 12 pence e mess a 10 pence a tutti).
    Ai londoners… dobbiamo organizzare un’altra seratona quando torno…
    x filippo ho reclutato già 3 giocatori per il calcetto….
    forse riesco a convincere altri due miei colleghi dello studio..
    ciaoooo
    daniel

  19. Daniel scrive:

    dimenticavo..
    dimenticavo di dire la scheda della tmobile si ordina sul sito http://www.tmobile.co.uk … a me me ne hanno mandate addirittura due nella stessa busta non ho idea del perchè…
    ciaoooo
    dan.

  20. Rita scrive:

    x Daniel
    complimenti per esame di stato!!!! Bravo!!

  21. lu scrive:

    x daniel
    ARCHITETTO……complimenti!!!!
    grazie x infos su mobile…ma che tu sappia…è possibile ricaricare la sim online???
    grazie
    lu

  22. mara scrive:

    salutoni
    ciao belli!!!
    sono stra contentissima, avete già trovato casa…è incredibile!!!!
    ogni tanto mi aggiorno sulle vostre news…ma non sempre ho il tempo per scrivere!!!

    che dire: CI VEDIAMO LA PROSSIMA SETTIMANA!!!

    MARA

  23. Daniel scrive:

    In verità non ho ancora finito…
    MI manca ancora la prova di progettazione che ho venerdì prossimo…dopodichè sarò…. INGEGNERE (ARCHITETTO)….
    si è possibile ricaricare online…la cosa positiva è che non ci sono costi di ricarica!!
    ciaooo
    daniel

  24. enrica scrive:

    sim card
    La jella è che dall’Italia non è possibile acquistarla e farsela spedire…..

  25. laurarch scrive:

    aperitivo
    ciao, sono un po’ latitante in questi gg perchè la via professionale mi stà assorbendo. leggo sempre ma alla velocità della luce. oggi però gran giorno: SONO ISCRITTA ALL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI BERGAMO, il 1 di febbraio riunione per consegna timbro e dato che è giovedì ho pensato di unirlo direttamente al w-e x venire a londra a festeggiare…..il problemino è che in studio c’è veramente tanto da fare e non so’ se mi daranno i gg ed in cuor mio mi dispiacerebbe andarmene qualche gg senza aver consegnato ciò che sto facendo. insomma io sto organizzando, la mia amica avvovato viene…ma ci sarà qualcuno???? fatemi sapere. buona serata a tutti…..solo al mio paesello non nevica…

  26. mario scrive:

    x Rita
    I punti non sono necessariamente in ordine cronologico.. però se uno all’inizio va in un alloggio provvisorio (famiglia, bed & breakfast, ecc) può cercare una sistemazione migliore mentre cerca lavoro.. Per stendere il curriculum si può cercare di farsi aiutare da qualcuno. Il corso credo serva più per imparare la comprensione e la pronuncia. Un’inglese di base almeno discreto bisogna averlo già.

  27. Rita scrive:

    x Mario, era solo per chiarire..
    ..se non sono in ordine cronologico.. ok!!
    cmq condivido il percorso fatto da rosy e filippo, cioè prima trovare lavoro e poi casa.
    E’ vero il corso serve per comprensione e pronuncia…scusa e che ho associato tre cose: stesura cv, invio cv, colloquio… e quindi ho pensato meglio affrontare colloquio dopo corso….ma.. forse mi smaglio!

  28. lu scrive:

    domanda
    ma ho notato che molti studi no vogliono che gli si mandi cv via email…CHE FARE??
    si manda cv e portfolio via posta??o solo cv??ma è possibile??costi??mapoi arriva il tutto???
    ciaooo
    lu

  29. Filippo scrive:

    x Lu
    Ciao….per quanto ci riguarda, Rosy ha spedito alcuni CV per posta che sono arrivati velocemente e gli studi ti danno pure la conferma della ricezione.

    P.s. Forse molti lo conoscono ma in questi giorni sto leggendo un bellissimo libro:

    “Architettura e felicita’” di Alain de Botton, Guanda Editore 2006

    Qui continua a fare freddo….quindi a tutti quelli che stanno per arrivare….COPRITEVI!!! 🙂

    Ciao!

  30. mario scrive:

    x Rita.. ma no tranquilla! ^_^
    ^__^ ok! ok! Non è importante il prima o dopo. Ognuno deciderà in base alle proprie esigenze.. Ad esempio io ho una buona comprensione dell’inglese scritto ma ho bisogno di un pò di tempo per abituarmi alla comprensione di quello parlato. Per me sarebbe meglio stare almeno una settimana a londra per “farmi l’orecchio” prima di affrontare una eventuale telefonata di lavoro :-D.. Preferirei evitare balbettii tipo “ehmm sorry.. what? Can you repeat, please?”
    Per la comprensione io e Vita potremmo metterci a guardare film in lingua originale. Un film a sera: magari moriremo di noia ma potrebbe tornare utile! Ciao Vì !

  31. Rita scrive:

    x Filippo
    ho letto “Architettura e felicità” un po’ di tempo fa…. bellissimo libro!! è interessante perchè scritto da un non architetto. Botton mette in evidenza alcuni aspetti spesso trascurati dagli arch… buona lettura!!

  32. vita scrive:

    x Rita – conferenza
    Rita ti potremmo ospitare noi x la conferenza relativa alla tesi. Purtroppo però quella sera abbiamo altra conferenza (Piano all’Auditorium) con biglietti già comprati e finiti, quindi dovresti aspettarci in giro. Che ne pensi? E’ un pò brutto? Facce sapè.
    Ciao!!!

  33. vita scrive:

    x Rosy – GRAZIE
    Rosy, grazie per le preziose informazioni fornite. Ne faremo tesoro… diciamo che adesso io e le altre girls abbiamo moooolto materiale su cui lavorare!!!! 😉
    Curiosità: ma la casa presa in affitto è già arredata? Credo che come in Italia la presenza o meno di fornitures differenzi i prezzi degli affitti. Non è così?
    Ciao and have a nice week-end (mi esercito con l’inglese :)))) ) !!!

  34. rosy scrive:

    inglese
    capisco le perplessita sul parlare al telefono in inglese..le avevo anch’io e le ho tuttora. Quandi gli studi mi chiamavano io capivo solo la parola interview e assolutamente niente sulla lora identita`, anche perche` era difficile tenere a mente tutti i nomi a cui mandavo il cv, poi pronunciati da loro!…Allora chiedevo sempre se per favore mi mandavano una mail con tutto per iscritto, data, ora ecc e loro puntualmente mi rispondevano via mail mandandomi pure la cartina con l`indicazione della stazione piu vicina. Comunque sia ragazzi la paura della lingua io ce l`ho ancora, soprattutto perche` mi sto confrontando con il linguaggio tecnico e sinceramente non e` facile…neanche a me piacciono espressioni del tipo “ehmm sorry.. what? Can you repeat, please?” ma purtroppo sono inevitabili e dovete mettere da parte la vergogna e tenere in conto che stiamo imparando e ci stiamo mettendo alla prova…Anche a saper parlare bene l`inglese quando entrerete in uno studio vi ritroverete a dovervi confrontare comunque con il linguaggio tecnico e quindi le difficolta’ ci saranno ma se vi mostrate volenterosi vi danno una mano tutti, tranquilli!
    Per quanto riguarda il cv io consiglio di spedirlo via mail, per posta ne ho spedito solo qualcuno (4-5), perche` a volte sono gli studi stessi che lo richiedono, oppure se ero proprio fortemente interessata al lavoro.
    Infine, per la mia compagna di convitto Vita, la casa e`ammobiliata. In genere si trovano piu spesso con i mobili gia dentro, e sempre con la cucina. Le case non ammobiliate non sono tantissime e anche la differenza di prezzo tra unfurnished or furnished non e` cosi notevole.
    Buon week end a tutti!

  35. Rita scrive:

    x Vita
    Graziee.. ti ho inviato e-mail!!

  36. franco_73 scrive:

    brava rosyyy
    bravaaaa
    rosy !!! hai detto bene…si la lingua è problema ma si supera…non siamo nati inglesi ma italiani…solo stando sul luogo si può impadronire la lingua del posto …
    la difficoltà è ….partire lasciare tutto ed andare in una nuova realtà…avere entusiasmo e voglia di fare ..insomma bisogna credere in noi stessi!!!!!!!
    brava rosy e filippo

    ciao
    f

  37. Nunzia scrive:

    Nuove avventure
    Ciao ragazzi e complimenti per il blog; è da molto ormai che vi seguo ed approvo in pieno la vostra scelta coraggiosa di partire e lasciare un paese che…….(è stato detto proprio di tutto, credo che l’idea che ci siamo fatti sia abbastanza chiara).
    In effetti è quello che ho fatto io circa 6 mesi fa.
    Ho lasciato da un giorno all’altro il mio lavoro da “ASSOCIATA” (sfruttata) in uno studio di architettura, ho inviato qualche centinaia di cv per tutta l’Italia e stanca di sentirmi dire, al momento non è la figura che stiamo cercando o quando ero la figura che cercavano mi offrivano ben 700 – 1000 € lordi mensili ho deciso di lasciare il bel paese per fare un vero è proprio salto nel vuoto.
    Sono stata in Inghilterra per circa due mesi, a perfezionare un inglese mai studiato ed ora vivo da poco più di 4 mesi in Belgio, vicino Brussels.
    Ero così stanca, nauseata dal mio lavoro che avevo promesso a me stessa di non fare più l’architetto nella mia vita, tanto è vero che ora mi trovo a fare tutt’altro, ma la voglia di ritornare a fare architettura è così forte in me che ho deciso di rimettermi in gioco.
    E dopo quasi un anno solo pochi giorni fa ho ricominciato ad inviare cv qui in Belgio, spero che tutto vada per il meglio, voglio essere ottimista!
    Scrivo questa mail per due motivi, sia perché vuole essere un incoraggiamento per tutti quelli che decidono di partire e affrontare nuove avventure, sia perché mi farebbe piacere conoscere chi come me ha deciso di cominciare questa nuova avventura qui in Belgio.
    Lascio qui il mio contatto mail nunzia_diglio@hotmail.com
    Un in bocca al lupo a tutti
    Nunzia

  38. roberta scrive:

    siete mitici!!
    ciao ragazzi,
    ho appena visto il vostro blog,
    me ne ha parlato mara per telefono:
    è bellissimo!!!
    ci vediamo presto, anzi prestissimo,
    mercoledì saremo da voi!!
    bacioni
    roberta