Tora Tora Tora!

Ecco Tora!
Scusate ma per i piu’ impressionabili abbiamo dovuto coprire i suoi piccoli attributi!
P.s.: In effetti dovrebbe essere rosso e parlare tedesco…..ma avevamo scelto il nome ancora prima che questo essere entrasse nella nostra vita! 🙂

Ciao!

Filippo e Rosy

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

28 risposte a Tora Tora Tora!

  1. Roberto scrive:

    son tornato….con le paste!
    ciao ragazzi,

    son tornato dalla Sicilia…e ho portato le paste!!!

    quando ci incontriamo prima che divengano mattonelle?!!!

  2. luu scrive:

    w-e
    io ci sono il prossimo we….
    ciaooo
    lu

  3. luuu scrive:

    telefono inglese
    ciao!
    ho scoperto(veramente me l’ha detto una persona che sta già a londra!!!)che skype offre la possibilità di avere un telefono con cui chiamare e su cui farsi chiamare da londra con tanto di segreteria telefonica…
    pensavo..
    …metti che si riesce a concepire una bella frase in inglese (con cui si precisa bene di mandare anche una bella email ) da lasciare in segreteria
    …metti che ti chiama uno studio e lascia il messaggio perchè non ti trova e così eviti balbettamenti,incomprensioni…
    magari può essere un’idea
    boh…può essere un’idea..
    i prezzi sono buoni(10e 3 mesi,30e 1 anno)
    ciaoooo
    lu
    http://accessories.skype.com/landingpage?SID=ef9111dc4c89c4dae7473e46df3724017ec:4545&page=wifi

  4. vita scrive:

    Pets
    Acc! E’ così complicato portare i propri pets nel Regno Unito???
    A chi è già capitato di dover affrontare ciò? A voi Filippo e Rosy? Mi sa che bisogna organizzarsi ca. 6 mesi prima… almeno!
    http://www.ministero
    salute.it/alimenti
    /sanita/san
    Viaggiare.jsp?
    lang=italiano&label
    =can&id=122

  5. Filippo scrive:

    w le paste!
    Per le paste…io direi che questa settimana si puo’ fare….credo pero’ solo dopo mercoledi’! 🙁
    Ho la consegna del concorso e credo potrei far tardi fino all’ultimo (per la cronaca, ora sono in studio a lavorare!). Grazie Roberto! sei un grande!
    Per quanto riguarda gli animali…ebbene si…l’iter per portarli in inghilterra e’ lungo (e dispendioso). Si comincia con il microchip per poi passare ad una serie di esami che dovranno essere spediti ad una clinica per le analisi e si conclude il tutto con il passaporto. Non resta poi da attendere 6 mesi dopo i l’animale sara’ pronto per affrontare l’attraversata!
    Io e Rosy siamo in attesa che questi mesi passino per poter andare a prendere il nostro Torakiki! 🙂

    ABBIAMO TRASLOCATO!!!!!! 🙂

    Ciao a tutti!

  6. mario scrive:

    x luuuu
    Confermo! Si chiama SkipeIn: si può creare un numero “fittizio” nelle seguenti nazioni: : Stati Uniti, Regno Unito, il Brasile, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Polonia, Svezia e Svizzera. L’italia ovviamente non c’è (siamo gli ultimi in tutto, come sempre) ma noi vogliamo un numero inglese. Dopo aver scelto Regno unito possiamo scegliere anche il prefisso per il nostro numero (nel nostro caso 20, quello di Londra) e addirittura scegliere un numero personalizzato, sempre che non esista già!!
    Comunque grazie luuuu: io sapevo di skipein ma pensavo ti costringessero a prendere il numero nella tua nazione. Invece no: questo sistema è fatto apposta proprio per favorire coloro che hanno conoscenti all’estero.

  7. mario scrive:

    ma Torakiki….
    è un cane o un gatto?! Se il nome è ispirato al personaggio di Hello Spank dev’essere un gatto roscio tigrato! =^.^= meoww!

  8. enrica scrive:

    x lu
    splendida idea skype! forse è la volta buona che mi faccio questo benedetto account, ci sarò rimasta solo io che ancora non l’ho fatto!
    🙂
    Enrica

  9. luuu scrive:

    ma pregooo
    prego,prego…
    x una volta che sono utile anch’io!!!!
    sciaoo

  10. mario scrive:

    London Radio Capital
    http://www.capitalradio.com/

    Cliccate su “Listen now” e quando vi chiede il postcode per poter abilitare l’ascolto ne avete uno già bello pronto sulla finestra popup dove viene riportato l’indirizzo dell’emittente (WC2H 7LA).
    Bene ora potete ascoltare in diretta Radio Capital londinese ^__^

  11. enrica scrive:

    dubbio – URGENTE
    scusate ho un dubbio urgente, quand’è che uno è part I e quand’è che è part II

  12. enrica scrive:

    oddio e part III?
    E part III?

  13. Rita scrive:

    x Enrica
    Più o meno dovrebbe essere: neolaureata part II; abilitata part III

    X TUTTI
    sito utile:

    http://www.eurocultura.it/dossier/farcela_a_londra.doc

  14. enrica scrive:

    x rita
    grazie rita…

  15. Marco scrive:

    Mi aiutate per favore?
    Ciao a tutti, sono Marco, e dall’inizio dell’anno sono stato assunto da Sheppard Robson come Architectural Assistant. Sinceramente non mi lamento affatto del mio stipendio, ma vorrei capire come fare a farmi riconoscere architetto dall’ARB visto che in Italia ho passato l’esame di stato.
    Potrebbe qualcuno di voi piu’ esperto darmi una mano.
    Grazie, Marco

  16. Pier Andrea scrive:

    x Marco
    Se scorri in basso c’e’ un mio post del 24/01/07 che ti spiega tutto.

  17. Roberto scrive:

    procedure per il MIUR
    ciao ragazzi,

    c’è qualcuno con un po’ di pazienza che può sintetizzare le operazioni necessarie per ottenere l’attestato dal MIUR per il riconoscimento dell’iscrizione all’albo italiano?

    Io qui a Londra mi sono portato il diploma di laurea originale, un certificato di laurea timbrato e firmato da un responsabile dell’università di Palermo ( dicono che sia valido all’estero…… io ci credo poco ) e infine un certificato di iscrizione all’albo ottenuto dall’ordine degli architetti di Palermo ( che mi hanno pregato di fargli sapere come ottenere il riconoscimento estero del titolo….. ma non dovrebbero essere loro a dirmelo??? ).

    Credete che bastino questi documenti o devo proprio ottenere il certificato dal MIUR?

    Ho provato a cercare sul sito del MIUR ma non trovo niente, al telefono non rispondono mai….HELP!!!!ù

    P.s. fissiamo una data per l’incontro di questa settimana??? quelle paste messe li sulla mia scrivania mi gridano “MANGIAMI!!!”

  18. vita scrive:

    x torakiki
    Ciao, sei bellissimo!
    Ho notato che oltre al pelo chiazzato hai pure i polpastrelli un pò rosa ed un pò neri. Originale! Un saluto da Luna e Corvetto! 😉

    n.b.
    grazie Filippo per la risposta sulle operazioni propedeutiche al trasfer degli animali.

  19. Marco scrive:

    per Pier Andrea
    Inanzitutto grazie mille oer la risposta cosi veloce. Volevo solo, se non disturbo troppo farti un altro paio di domande:
    1. Come faccio ad ottenere il modulo per iscrivermi all’ARB?
    2. chi hai contattato del MIUR per poter avere il certificato di cui parli?

    Magari per te saranno domandi demenziali, ma spero tu mi possa capire visto che lavoro a londra da poco tempo.
    grazie ancora, M.

  20. Pier Andrea scrive:

    ARB-Bibbia
    Dunque.
    Se avete una laurea di 5 anni e superato l’esame di stato in Italia potete:
    con diploma di laurea (o equivalente)
    con certificato che attesti il superamento dell’esame di stato)
    con documento personale e un paio di marche da bollo (l’importo non lo so) andare al MIUR (Quartiere EUR, chiamare x appuntamento 0658497450) x avere certificato di conformita’ (arichiedere cosa gli si deve portare x ulteriore conferma)
    con certificato di conformita’ in mano andare in Prefettura per farlo legalizzare (timbrare) in modo che sia valido all’estero
    andare sul link: http://www.arb.org.uk/registration/
    eea-swiss-applications-to-the-
    register.shtml
    e scaricare i moduli; compilare il K2006, seguirne tutte le indicazioni e inviarlo con la documentazione richiesta all’ARB.

    Sembra semplice ma il tutto prevede un bel po di tempo e pazienza.

  21. marco scrive:

    Grazie Pier Andrea
    Grazie mille Pier Andrea.
    Cheers,
    Marco

  22. Ally scrive:

    Ciao. Finalmente posso rendermi utile anch’io!Ho contattato il MIUR e mi hanno mandato una mail con i documenti necessari. Ve li elenco: domanda in carta da bollo di euro 14.62 corredata da:
    – 1 marca da bollo di euro 14.62
    – 1 certificato di laurea in originale
    – 1 certificato di abilitazione all’esercizio professionale in originale
    – 1 certificato di iscrizione all’Ordine degli Architetti (facoltativo)
    – 1 autocertificazione dalla quale risulti l’assenza di condanne penali e di procedure fallimentari nell’esercizio della professione.
    La documentazione dovrà essere inviata al MIUR – Direzione Generale per l’Università – Ufficio IX – P.le Kennedy 20 – 00144 ROMA.
    Ma adesso mi chiedo in prefettura si porta a timbrare l’originale o c’è bisogno di una traduzione giurata?

  23. donnaignoranteLU scrive:

    x tutti
    domanda da totale ignorante..
    ma stà cosa del MIUR..va fatta prima del trasferimento??oppure è meglio farla prima di eventuali colloqui???

    ciao

  24. Pier Andrea scrive:

    MIUR e altri cavoli
    Dunque.
    Il certificato del MIUR non deve essere tradotto in inglese, lo mandate all’ARB cosi’ com’e’ dopo il timbro della prefettura.
    Consiglio: invece di mandare la documentazione al MIUR prendete un appuntamento e andateci di persona o qualcuno con vostra delega firmata col sangue.
    Cosi’ invece di 2 mesi ci mettono 10 minuti.
    Per il resto, se chi vuole venire a Londra arriva corredato di certificato MIUR tanto meglio cosi puo’ iscriversi all’ARB da subito.

  25. lu scrive:

    sempre donnaignoranteLU
    ma se ho passato esame di stato e non sono iscritta all’albo??
    cosa cambia???
    devo iscrivermi??..però costicchia un pochino…

  26. PIer Andrea scrive:

    ordine
    No, Lu, non ti devi iscrivere necessariamente all’ordine italiano se non vuoi. E non e’ necessario per iscriversi all’ARB.

  27. lu scrive:

    x Pier Andrea
    grazie!
    è che ignoro tutte queste faccende e x me sono ULTRA complicate!!!
    ma un’arch. iscritto all’ARB,secondo te, è più appetibile nel mercato londinese??
    perchè se così fosse…comincerei a muovermi in tal senso….senza xò quindi iscrivermi all’ordine qui a milano
    grazaazie
    lu

  28. Roberto scrive:

    ARB
    ciao Lu,

    ti ripeto quello che mi ha detto tempo fa Pier Andrea ( a proposito, grazie ancora ).
    Per lavorare a Londra non è necessario essere iscritti all’ARB, anche se una volta iscritti si hanno possibilità migliori.
    Secondo me ti conviene fare prima un periodo di prova qui, per vedere se l’ambiente ti piace.
    Anche se le esperienze riportate su questo Blog sono tutte positive, l’esperienza personale è fondamentale. Magari la città può non piacerti e la tua “meta” potrebbe essere altrove.

    Per Daniel: Ho portato la mia chitarra da Palermo….. tu come sei combinato con la tua??