31 Gennaio. Mezzanotte e

31 Gennaio. Mezzanotte e quarantadue

Se non fosse per il rumore della lavatrice ed il respiro di Rosy che dorme vicina…..tutto sarebbe muto. Questa casa, questa strada, questo quartiere.

Se non fosse per le bianche ed ampie finestre che si aprono su questa stanza da letto, potrei dire di trovarmi a casa, a Venezia, I rumori della Londra diurna sono lontani. Amo ritagliarmi momenti di assoluta estraneità da tutta la frenesia che da un mese ha preso a divorare la mia quotidianità.

Ricordo i primi giorni trascorsi nella convinzione che una città come questa non sarebbe mai potuta entrare a far parte della “normalità”, una città nella quale vivono a stretto contatto tutte le più disparate nazionalità del mondo, nella quale l’autista di un bus a due piani ostenta più ferraglia sulla faccia che tutta la ferramenta sotto casa mia ed un intero sistema di strade e tunnel nei quali il tuo vicino di posto in metropolitana, simile per aspetto ad un barbaro gotico uscito dall’inferno di una guerra tra satanisti….sfoggia la più sopraffina arte ricamatoria ad uncinetto. Invece, proprio oggi, mi sono sorpreso nell’uscire dallo studio di quanto oramai tutto questo faccia parte di una normalità che ti riscalda, che ti fa sentire parte di un sistema complesso ma funzionale. Unica cosa alla quale non riuscirò mai non far caso….la quantità abnorme di italiani che ogni giorno sbarcano a Notting Hill per raggiungere Portobello (mi ci metto dentro anch’io!).


Londra è quel tipo di donna che scorgi dalla finestra e della quale ti innamori perdutamente ogni giorno di più. Quel tipo di ragazza che reputi inavvicinabile…..e che ti obbliga a pensarla continuamente senza mai sperare di poterle anche solo parlare. Invece un giorno, capita quel qualcosa per il quale hai la possibilità di entrare in quella stanza all’interno della quale tante volte hai visto la donna della tua vita, per accorgerti che quella figura alla quale ti eri appassionato, altro non era che un ritratto. A quel punto allora inizia la vera ricerca della donna raffigurata…….quella è la vera Londra. Sai che è bellissima, profonda e passionale. Ma non l’hai ancora incontrata.


Poi entri poco alla volta in contatto con differenti punti di vista ai quali dare spazio…..come ad esempio il concetto del tempo. Non ho mai considerato l’avere del tempo libero durante la settimana come una ricchezza….certo lo reputavo importante e necessario, ma qui e’ diverso. Se la mattina, per raggiungere il tuo posto di lavoro, impieghi solo 5 minuti a piedi…allora puoi considerarti ricco! E’ incredibile come il tempo qui a Londra passa durante i propri spostamenti…..e intanto i giorni passano….l’arrivo del week end non e’ atteso perche stufi del lavoro…..ma perche’ esausti dal cercare di fare sempre le cose senza mai arrivare tardi!

In questi giorni stiamo affrontando alcuni problemi che non avevamo considerato….ovvero le comunicazioni telefoniche con gli addetti per l’erogazione del gas, luce ed acqua. Lavorando tutto il giorno ci è difficile organizzarci e parlare con calma senza rischiare scomodi malintesi……poi rimane il telefono senza il quale avere internet è praticamente impossibile (la BT è un po’ come la nostra Telecom!). Inoltre, dopo aver regalato alla Vodafone decine e decine di pounds, abbiamo deciso di passare ad un piano contrattuale……ma il gentile commesso del negozio di telefonia ci ha detto molto tranquillamente che non era possibile far nulla in quanto sprovvisti di estratto conto bancario o bollette già pagate…..quindi se ne riparla tra un mese!

E’ bello vedere come tutti quanti, in questo Blog, si stanno dando una mano reciprocamente. Siamo felici, io e Rosy, di aver dato il via a tutto questo e vi ringraziamo tanto! Speriamo di conoscervi tutti al più presto!

Un abbraccio!

31 Gennaio. In studio davanti ad una tazza di caffe’

Oggi qui a Londra c’e’ un tempo meraviglioso! L’aria e’ fredda ma non ci si fa caso…..tutto pur di avere un po’ di cielo azzurro!

Buona giornata a tutti e ci si vede presto allora!

p.s.: scusate….le mie assurde descrizioni di Londra….non fateci caso!

Filippo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

101 risposte a 31 Gennaio. Mezzanotte e

  1. lu scrive:

    x Roberto e Pier Andrea
    avete ragione…ma mi ero fatta prendere dall’agitazione!!!
    è che ho un sacco di ansie[non fare bene il cv, il portfolio,i colloqui..non parlare bene inglese(quella è una certezza!)NON RIUSCIRE A TROVARE LAVORO!!!)]
    ma adesso mi do una calmata…giuro!!!;)
    grazie x l’aiuto
    buona giornata
    lu
    ps sabato sera ci si vede tutti insieme??(ho comprato le chiacchiere…)

  2. enrica scrive:

    xxx
    Filippo, bellissimo post. Mi hai fatto venire un po’ di magone e sul finale mi sono domandata: ce la farò?

    🙂

    Enrica

  3. lu scrive:

    londra
    sì…post stupendo…
    a volte credo di stare per fare un passo esagerato..penso che londra sia qualcosa di troppo per me…qualcosa di cui non sono all’altezza…QUALCOSA CHE MI COMPRIME…e mi vengono le ansie…
    siete un bellissimo esempio per me
    grazie
    lu

  4. Fulvia scrive:

    grazie
    Grazie Filippo e grazie Rosy x qsto meraviglioso incontro che ho fatto con voi tutti attraverso qsto blog. Vi leggo sin dall’inizio della vs avventura ancor prima di partire x londra e devo dire che è come se vi conoscessi di persona. Mi avete coinvolto sin dall’inizio sia x la vs simpatia e disponibilità ma anche xchè forse state realizzando i ns sogni, miei e di mio marito, due architetti io veneziana e lui greco che qui in italia si ritrovano a far fronte a tutte le difficoltà e frustrazioni che voi tutti conoscete bene.
    Ogni gg vi leggo e aggiorno il mio lui Kostas sui vs progressi a londra e sui progetti di tutti i ragazzi che vi seguono e sognamo insieme a voi nn potendo x il momento fare il grande passo (avendo anche due bimbi piccoli), ma pur pensandoci spesso e nn escludendolo dalla ns vita.
    Mi raccomando continuate così vi auguro di essere veramente felici nella vs nuova casa.
    Vorremmo esserci anche noi a bere una birra con tutti sabato e ci saremo virtualmente.
    Continueremo a seguirvi con affetto:))))

  5. rosy scrive:

    life in london
    Cara Enrica.ti capisco, io ho paura di non farcela ogni giorno, ho le vostre stesse paure, solo che io le vivo qui, mentre concretizzo la mia vita a londra, voi le vivete mente ancora la state pianificando. Secondo me queste paure non passano subito.. O meglio, dipende dalle situazioni che vivi. Io devo dire che non mi aspettavo cosi tante difficolta sul lavoro. Avevo sottovalutato che nel restauro il linguaggio tecnico ha molto peso…io purtroppo lavoro con inglesi di madrelingua ( e credimi che questo fa differenza ) e finche si rimane sul generale capisco tutto, ma quando si entra nello specifico e’molto dura capire bene discorsi tipo i vari metodi per consolidare la pietra o robe del genere…
    Aggiungi il fatto che ho dovuto imparare un programma diverso per disegnare,e che il metodo di impostazione di lavori e’diverso da quello che usavo in Italia, impiego il doppio del tempo che ci impiego in Italia per fare le cose. Aggiungi ancora che qui andare in cantiere o comunque a vedere gli edifici sul posto significa quasi sempre svegliarsi alle 5 del mattino e farsi 3-4 ore di viaggio. In piu tutti i vari problemi burocratici e pratici da risolvere, per cui obiettivamente non rimane molto tempo, casa, banca, bollette, telefonate ad uffici in cui capisco il 20% di quello che mi dicono…Insomma non e’ una passegiata trasferisrsi qui per me…Tutto questo alle volte mi deprime molto. Pero so che e’ una fase inevitabile che deve passare, solo cosi potro’inserirmi e magari piu in la pensare di organizzarmi meglio, sia col lavoro che con il resto della vita. Le prove sono dure, ma so che tutto si risolvera’ con il tempo. Preferisco affrontare queste difficolta’per migliorarmi, crescere e arrivare a poter usufruire delle infinite opportunita’ che Londra offre, piuttosto che morire di depressione (e probabilmente anche di fame), in Italia, senza riuscire ad esprimere le mie potenzialita’.

  6. laurarch scrive:

    sarò ripetitiva
    ciao ragazzi. tanto per rispondere alle ultime righe di filippo (spero di conoscervi tutti) e ribardire ciò che ha già esposto lu: si fà sto aperitivo? io, lu e accompagnatori/trici saremo a londra quindi basta solo darsi puntello….a presto, spero.
    laura

  7. Rita scrive:

    futuro a london
    Anche a me capita spesso di chiedermi: ce la farò?… non so, ma lo saprò solo provando!!
    Purtroppo (o per fortuna) ho molti amici laureati da 3, 4, 5 anni e tutti mi hanno ben descritto il mondo del lavoro, quello che tutti voi conoscete bene. Il fatto di conoscere la situazione lavorativa prima della laurea mi ha portato via parecchio entusiasmo. Ora, pensando ogni giorno al mio trasferimento a Londra, vedo una grande speranza per il futuro … non so se ce la farò, ma di sicuro so che bisogna crederci!!!!
    Io ci credo, anche grazie a tutti voi!!

  8. Enrica scrive:

    la piadaaaaa
    Daniel, non riuscirò a venire in aeroporto a darti un bacino di buon viaggio, ma a marzo tieniti libero che ho già prenotato il volo e ti porto la piadaaaaaaa, i crescioni…i tortellini…..i cappelletti….e tanta simpatia!
    Un beso

    Enrica

  9. vita scrive:

    giornata tipo
    ciao rosy e filippo! ci avete fatto sognare con questi post riguardo ai vostri momenti di vita a londra. Per questo mi è venuta un’idea… vi va di raccontarci la vostra giornata lavorativa tipo?
    A presto.

  10. maddalena scrive:

    casa
    Ciao a tutti sono Maddalena.
    Anche io architetto, laureata a FI qualche tempo fa.
    Il mio studio di Parigi mi spedisce all’ufficio di Londra. Ho letto tutto il blog, lo leggo la sera appena posso (ma mai avrei immaginato che un giorno sarebbe toccata pure a me). Oggi sono a casa che sto impacchettando. Dalla prossima settimana sono lì a Londra e volevo cominciare a fissare qualche appuntamento per vedere degli appartamenti. Purtroppo non mi sono segnata gli indirizzi che una volta sono stati scritti e per ora sto trovando poco. Non sono molto brava con google.
    Mi hanno detto di cercare dalle parti di Marylebone, ma credetemi la cosa è così improvvisa che io non so nemmeno dov’è Marylebone e non riesco a trovare niente. Se non cose extra lusso.
    Parigi mi piaceva molto, ma ora con le promozioni arrivano anche gli spostamenti e a me non è andata nemmeno troppo male. Starò in albergo finchè non trovo, ma intanto davvero ogni parola, ogni link sarà d’aiuto, mi sento un profugo.
    Grazie ancora per questo bellissimo blog.
    Siete fortissimi

    Maddalena

  11. lu scrive:

    case
    ciao Maddalena!

    io mi ricordo solo findaproperty.com

    spero che intanto possa esserti d’aiuto…
    ça se peut que trouverai la maison puor toi!
    ciao
    lu

  12. maddalena scrive:

    x lu
    Que leur dire, sinon merci, Lu!

    Maddalena

  13. filippo scrive:

    link
    io e rosy abbiamo trovato casa con:

    http://www.gumtree.com

    se ti iscrivi ogni giorno ti arriva la lista dei flat da loro trattati…..

    buona fortuna! 🙂

  14. maddalena scrive:

    grazie filippo, grazie grazie anche a te. Lo faccio subito, questo marylebone è molto caro, sono un po’ scioccata. sarà poi un posto carino e non pericoloso?

    maddalena

  15. mario scrive:

    x maddalena
    mi sono permesso di salvare i link che ha postato qui enrica tempo fa su questo sito, aggiungendone anche altri che ho trovato io:
    http://www.italylondon.com/Links.aspx

  16. maddalena scrive:

    marylebone
    Grazie Mario
    sono tantissimi! Ci metterò tutta la notte, grazie.
    Qualcuno abita a Marylebone o ci è passato? E’ una zona brutta? Pericolosa?
    Devo armarmi di bomboletta?

    Maddalena

  17. Roberto scrive:

    Marylebone
    ciao Maddalena,

    puoi trovare notizie su Marylebone a questo link:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Marylebone

    la zona è centrale quindi non dovrebbe essere cosi male.

    Parti dal link che ti ho dato e da li troverai altri siti che ne parlano.

  18. maddalena scrive:

    oh grazie roberto, grazie…
    scusate, sembro nata ieri….ma non ho mai dovuto fare un trasloco così al volo, non so nemmeno dove sto andando.
    grazie, grazie a tutti
    Maddalena

  19. Pier Andrea scrive:

    x Maddalena
    T’unquiete pas! Anche io mi sono trasferito da Parigi e all’inizio vivevo il trauma della differenza di cultura e modi di lavorare. Per la casa Marylebone è piuttosto tranquilla ma con prezzi alti; Chelsea, Notthing Hill, Holland Park, Kensington, Mayfair e Bayswater sono alla stessa stregua. Se ti è possibile tieniti più vicina possibile al tuo lavoro, il commuting in metro, dopo un iniziale entusiasmo, ti assicuro, ti sembrerà una iattura.
    Io abito tra Regent’s Park e Primrose Hill, le case non te le regalano certo ma avere il canale ed il parco vicini è tutta un’altra cosa.
    St. John’s Wood non è troppo viva ma tranquilla e affordabile, stesso per Borough Market (il sabato mattina è bellissimo eppoi ci hanno girato Bridget jones) e London Bridge; vedi tu e in bocca al lupo. A parte questo per quale studio parigino lavori?

  20. maddalena scrive:

    pier andrea
    ciao pier andrea
    sono un po’ restia a scrivere il nome dello studio qui sopra, dato che non sono degli sconosciuti. Ve lo dirò di persona.
    Maddalena

    ps. non so perchè mi hanno detto che devo trovare a casa a marylebone, sto cercando una cartina di londra anche per capire in quale quartiere è lo studio, ma presumo che mi abbiano detto di abitare lì perchè anche lo studio è lì. Non mi manderanno a vivere a ore di distanza? no? Gli altri posti che hai nominato, boh, notting hill lo conosco per il film, ma per il resto ho il buio.
    I traslocatori stanno ritirando la mia roba, fra un po’ ci sarò io, il pc portatile e le valige…

  21. lu scrive:

    x rita e x tutti i londoners
    ciaooo
    in attesa di prepararmi x questo we a londra
    mi è capitato di trovare questo
    http://www.richardrogers.co.uk/render.aspx?siteID=1&navIDs=1,2
    rita…cercano anche studenti!magari può interessarti…

    Rosy,filippo,daniel,roberto,maddalena,pier andrea,laura….mi piacerebbe molto incontrarvi…vorrei farvi i complimenti di pesona…
    che ne dite sabato x le 20 davanti alla tate modern?magari vi mando un’email con il mio cell italiano….

    domanda esistenziale:
    dato che ho solo bagaglio a mano…non so dove mettere i dolci..a parte spero???roberto..come hai fatto??
    a proposito …è durissima non mangiare le chiacchiere e le frittelle che mi guardano e mi chiamano:”luu…luuu…”!!
    ciaoooo
    lu

  22. Filippo scrive:

    incontro…
    Ciao!
    In questi giorni stiamo ospitando la sorella di Rosy, in piu’ ci sono alcuni suoi amici qui a Londra….per Sabato credo non ci siano problemi, magari uniamo tutto il gruppo! Stasera parlo con Rosy e vi facciamo sapere! 🙂

    Ciao!

  23. Roberto scrive:

    dolci e bagagli
    beh Lu….
    io avevo il valigione rigido e li ho messi li….
    potresti provare ad imbarcarli come ulteriore bagaglio a mano ma non so come sono i controlli al tuo aeroporto….da Palermo sono, come dire…. abbastanza rilassati nei controlli o più flessibili se preferite.
    Per me Sabato va benissimo, attorno alla Tate però non ho idea di come siano i locali. I dolci??? spero che siano ancora masticabili per sabato sera…

  24. Rita scrive:

    x lu
    graziee lu!!.. ho dato uno sguardo veloce (ho un po’ di fretta in questo momento) ..ma… stiamo parlando dello studio di Richard Rogers??.. mm.. ma ..forse è chiedere troppo! a me all’inizio basterebbe uno studio piccolo piccolo ..
    Domanda: ma tu miri a studi tipo Rogers, Foster??
    cmq graziee, appena ho tempo guardo meglio..

  25. lu scrive:

    x rita
    diciamo che punto un altro genere di studi…ma se quelli non dovessero prendermi..punterei su quelli che cercano architetti del mio profilo…tutti..ma proprio tutti(anche le archi-stars!!)
    ma ti aprò dire quando inizierò seriamente la ricerca!
    buona tesi
    lu

  26. laurarch scrive:

    io ci sarò
    io sabato sera ci sarò!
    sto preparando valigino ora…..senza liquidi come bagaglio a mano…..

    x lu: il mio cell ce l’hai, se cambiate luogo puoi comunicarmelo perchè io tra poco parto…

    spero di vedervi tuttiiiiiii così si parla dal vivo, non riesco a essere molto presente perchè nello studio dove lavoro non c’è internet x noi poveri architetti sfruttati….

    a presto.
    baci laura

  27. cristina scrive:

    io no 🙁
    uff uff sigh sigh….per me niente w_end in London…a tuti quelli che ci andranno divertitevi e godetevi la città! buon w_end!un bacione
    cri

  28. Rita scrive:

    xlu e non solo
    se hai profilo per andare in studi importanti vaiiiiiiiiiiiiii!!!!!!! c’è pure la Hadid!

    x tutti coloro che stanno partendo per il w-e a london ….buon divertimentoooo e buon incontro con i londinesi.
    Spero di potervi conoscere presto!! (forse a marzo)

  29. lu scrive:

    x rita
    non proprio…ma se non trovo andrei a fare la caddista..o la schiavetta…o boh…
    non ho questo pò-pò di profilo…magariiiiii!!
    e poi che dalle archi-star prendono un pò di tutto…(che io sappia)

    a presto rita
    lu

  30. vita scrive:

    forme di contrattoooooo
    Salve Signori (e Signore ovviamente)!
    Mi domandavo… ma quali sono le forme di contratto + diffuse in quel di Londra? E’ contemplato il contratto a tempo indet oppure vista la velocità della città c’è si molto lavoro ma di tipo ‘flessibile’ come qui nello stivale???
    Grazie a chiunque troverà 5 min x rispondermi!

  31. roberto scrive:

    incontro….
    ciao ragazzi,
    mi fate sapere se sabato ci vediamo???
    ho bisogno di saperlo perchè devo conciliare anche un incontro con altri amici che vengono da palermo….

  32. lu scrive:

    x roberto
    ciao Roberto!
    io confermo…
    se mi lasci la tua email…ti do anche il mio cell
    la mia email è lupjeddie@hotmail.com
    ciaooo
    lu

  33. roberto scrive:

    email
    ciao Lu,

    la mia mail è rogerosa@infinito.it

  34. Pier Andrea scrive:

    beh, Rosy e Filippo hanno le email di tutti quindi mi sa che tocca a loro fissare un appuntamento x vedersi.
    Non per niente ma se metto la mia mail su qualcosa di pubblico in internet me la ritrovo con vagonate di spam.
    A voi ragassuoli, allora, fate sapere.

  35. laurarch scrive:

    coraggio
    ciao ragazzi,
    su questo sito, tramite l’esperienza londinese di filippo e rosy, sta emergergendo una tema portante: il coraggio in tutte le sue forme, analizzato per ogni singola vicenda personale.
    se oggi riesco ancora a scrivere è perchè non sono partita. purtroppo un evento familiare mi ha impedito (a due ore dalla partenza, stamane) di partire…sembrà assurdo ma c’è una forma di coraggio anche in questo.
    londra non scappa, sarà per un’altra volta.
    la mia amica valeria (avvocato) ha colto invece l’occasione per misurarsi con le sue paure e timori ed è partita quindi ora è a londra da sola. Le sto messaggiando peggio di una madre ma dato che lei sarebbe capace, con la sua dolcezza, di far parlare anche i sassi, ha già trovato persone con cui chiaccherare….è un fenomeno.
    forse sembrerà apparentemente che stia andando fuori tema ma non credo se si pensa al senso dei sentimenti (tutti) in profondità.
    divertitevi all’aperitivo.
    spero in occasioni future.
    buona giornata a tutti.
    laura

  36. vita scrive:

    x laurarch – coraggio
    Si credo tu abbia centrato il problema… CORAGGIO!!! Credo di averne molto di più da quando ‘frequento’ tutti voi tramite questo blog. Una pubblicità di questi gg recita LIBERTA’ E’ AVERE UN’ALTERNATIVA. E noi ce la stiamo creando! Sto x compiere un passo importante grazie a queste elucubrazioni…un giorno vi racconterò! Cmq in bocca al lupo laurarch e spero ora per te e la tua famiglia sia tutto ok.

  37. Rita scrive:

    x laurarch
    Caspita laura….pensavo fossi già a londra…
    spero che a breve ritorni tutto ok per te e tua famiglia..
    sicuramente ci sarà altra occasione,….io per esempio sto cercando di organizzarmi per un fine sett. a marzo (es.il 17-18) … vi farò sapere!

  38. Filippo scrive:

    incontro…
    Ciao a tutti! Io ero rimasto per le otto davanti alla TATE….e’ cambiato qualcosa? 🙂

  39. lu scrive:

    incontro
    tutto confermato…che io sappia!!!!
    lu

  40. Pier Andrea scrive:

    mandate il cellulare…hai visto mai.

  41. Giù scrive:

    portfolio
    ciao ragazzi
    vi chiedo un consiglio, ho in questi anni fatto alcuni lavori (sono un architetto) ma non li ho mai organizzati in un vero e proprio portfolio e vorrei farlo ora ma non so proprio come iniziare! I miei disegni sono tutti file DWG e render di archicad, come li organizzo e quale programma posso usare per impaginarli?
    Vorrei fare qualcosa di carino e mi serve qualche consiglio…insomma vorrei prepararmi per i futuri colloqui con qualcosa di più professionale che non dei semplici file sparsi a caso!!
    Vi sarei grata se mi daste un aiuto….grazie grazie

  42. ROBERTO scrive:

    incontro saltato?
    ciao ragazzi,

    come temevo non è facile organizzare un incontro via blog…
    forse sarebbe il caso di avere una lista di numeri di cellulare così ognuno può essere facilmente avvertito degli inconvenienti.
    Ieri ho ricevuto il messaggio di disdetta da Luu ma ho potuto avvertire soltanto Filippo e Rosy ( che poi ho avuto anche problemi col cellulare ed infatti sto scrivendo sul blog… ).
    Luu!!!! scusa se non ti ho risposto ma il telefono è apparentemente defunto.

    x Filippo: mi dispiace ma visto che non ero sicuro di riuscire ad incontrarvi nemmeno questo weekend, ieri sera ho diviso le paste con altri ragazzi…ancora un po’ e diventavano cartone…

    speriamo per la prossima volta!

  43. barbara scrive:

    londra……
    se vi puo’ servire
    http://www.visitbritaindirect.com/it-it/

  44. vita scrive:

    WORKING IN BUILDING & CONSTRUCTION
    http://www.connexions-direct
    .com/_library/publications
    /WIBuilding
    Construction-i.pdf

    interessante..

    ciao

  45. vita scrive:

    AND… IN ART & DESIGN
    http://www.connexions-
    direct.com/_library/
    publications
    /WIArtDesign.pdf

    questo forse può interessare Enrica!

    ciao ciao

  46. enrica scrive:

    test your english
    Sul sito del british council ci sono dei divertenti test per scoprire istantaneamente il proprio livello di inglese:
    http://www.britishcouncil.org/

    🙂

  47. luu scrive:

    incontro saltato??
    eh già!!
    è difficile proprio incontrarsi!!

    ma io avevo capito che era tutto salatato??giusto??non avendo avuto sms o email di conferma???poi ho sentito anche laura che mi ha detto che lei non c’era…
    mi dispiace molto non avervi incontrato(in più ho anche pensato bene di prendere freddo e di ammalarmi un pochino!!)…ma sarà per la prox volta…
    x roberto:tranquillo..anche il mio tel era scarico e avevo solo il tuo cell e quello di laura
    ciaaao
    lu

  48. rosy scrive:

    xfilippo
    scusate l’uso privato del blog ma e` importante……
    amore ho scordato il telefono a casa…
    sob…..
    xlu ….
    ma perche’ e’ tutto saltato? noi stavamo per venire quando roberto ci ha mandato un mes xdirci che tu gli avevi detto che non si faceva piu nulla…why?

  49. luu scrive:

    boh!
    mi sa che ho interpretato male un sms che mi è arrivato…(allucinazini da principio di febbre??)
    la mattina non avendo trovato mail di conferma e nulla di scritto sul blog temevo che fosse tutto saltato…poi il pome ero in giro e non potevo vedere il blog o mail….poi credevo che laura fosse a londra e invece no…..
    INSOMMA..UN GRAN CASINO!…giuro che avevo capito che era tutto saltato..
    poi credevo di uscire con amici..ma avevo capito male anche quello e quindi non c’è stato + nulla
    tutti sti casini devono avermi fatto male xchè alle 20.15 ero sotto le coperte…con un pò di febbre …(che anziana “inside” che sono!!)
    ho chiesto a roberto x un brunch x l’indomani ma abbiamo avuto problemi con i cell…
    ufffii…MI DISPIACE TANTO!
    ci tenevo molto a conoscervi(a carlo e ai miei amici ho fatto una testa su di voi!!)
    cmq tra un mesetto dovrei ritornare..
    buona giornata a tutti
    lu
    ps1 le chiacchiere le ho date a carlo che oggi le distribuirà x l’ufficio;(
    ps2 x rosy e daniel:ma la mia email con il mio cell vi è arrivata??altrimenti mi faccio ricoverare all’ospedale che ho accanto a casa!ps3 x laura :tutto bene?

  50. rosy scrive:

    xFILIPPO URGENTE
    TI ASPETTO ALLE 7.15 A WATERLOO STATION.
    E`IMPORTANTISSIMO.
    NON TARDARE
    ROSY

  51. Marco scrive:

    ma quando si organizza una seratina?
    Ma colui che inviava mail per organizzare una sorta di aperitivo e’ sparito?
    Avvisate anche me quando fate qualcosa all togheter?ciao e grazie

  52. Filippo scrive:

    x Rosy
    a parte il fatto che se non mi dici nulla mi fai preoccupare….inoltre immagino che waterloo station non sia grande come il nostro bagno….quindi? dove ci troviamo? in ogni caso io vado all’ uscita principale (se ne esiste una!).

    Per tutti gli altri…scusate quest’uso privato del Blog! 🙂

  53. rosy scrive:

    x filippo : niente di grave
    Cambio di programma: ci vediamo alle 7 ad embankment al binario dove arriva la linea nera che va verso morden. po la prendiamo insieme per waterloo

  54. Daniel scrive:

    Ciaoooo
    Ciao ragazzi…
    sono tornato a london da 2 gg…
    speriamo di aver passato l’esame di stato!!
    Io per serate, cene rimpatriate e partite a calcio o per suonate con la chitarra ci sono…
    fatemi sapere quando e dove…e non manchero’…(ultime parole famose)
    Non mi sono arrivate mails quindi vi ridico il mio indirizzo Dreja80@gmail.com
    Ora non ho internet a casa spero di allacciarmi al + presto…(sto guardando l’offerta free broadband di orange con un contratto da 30 £ mensili..che ne ditE???)cmq a lavoro ho internet…
    ciaooo
    dan.

  55. lu scrive:

    x daniel
    come non ti sono arrivate mails???ma nemmeno le mie???
    ommioddiooo…ma a chi le ho mandate???
    lu

  56. lu scrive:

    x daniel
    come non ti sono arrivate mails???ma nemmeno le mie???
    ommioddiooo…ma a chi le ho mandate???
    lu

  57. enrica scrive:

    x daniel
    anche io ti avevo inviato delle mail….

  58. Nicodemo scrive:

    consiglio e richiesta!
    salve. Ho appena trovato il vostro blog. sono un giovane architetto, abilitato, ma con la voglia ancora di cercare e fare esperienza. Sto maturando l’idea di cercare lavoro all’estero, londra non mi dispiacerebbe, anzi, è una delle città che preferisco. Sapreste in qualche modo mettermi in contatto con qualche studio o darmi qualche consiglio?? sono comunque disposto ad integrare la conoscenza, posso inviarvi cv, o altro.
    grazie per l’attenzione, cordiali saluti e buon lavoro
    . Nico

  59. Marco scrive:

    Risposta a nico
    Vai su questo link, e trovi un mondo di architetti a londra.
    cheers, Marco

  60. Daniel scrive:

    Ciao
    x enrica…
    scusa ma ho visto ora la mail su hotmail…non la guardo quasi mai…se mi mandi via mail il tuo indirizzo di casa ti spedisco quella scheda che ho in piu’ della tmobile.

    x lu
    lu io non ho mai ricevuto mails da te… I am sorry…

    A proposito… PROPOSTONA:
    Mercoledi’ 7 FEBBRAIO (Tomorrow)
    C’e’ una winternights edition ovvero uno studio si presenta io ci vado dalle 18 in poi…chiunque voglia aggiungersi potrebbe essere una buona occasione per ri-vedersi…
    ecco le info
    Carmody Groarke
    The practice was established in 2006, followingits competition-winning entry for the ParachutePavilion in Coney Island, New York. Current projectsinclude houses for artists Julian Opie and FionaRae in London; a collaboration between New Yorkphotographer Maripol and Comme Des Garconsin London; a refurbishment of the Electric Ballroomnightclub in London; an entrance pavilion for a filmstudios in Australia; and an office and subterraneanspa in Ireland.

    Winter Nights takes place at:
    Building Design Partnership16 Brewhouse YardClerkenwellLondon EC1V 9HXDoors open at 6.30pm, talks start at 7pmAdmission £3 full priceFree for members of The Architecture FoundationLimited capacity, pay on the door.

    Costa 3 pounds…
    ciaoo

    dan.

  61. Enrica scrive:

    x daniel
    Daniel…troppo gentile..ora ti scrivo su gmail, ma nel frattempo tu pensa ad un modo affinchè io riesca a sdebitarmi…

  62. lu scrive:

    x daniel
    ah!
    io ti ho scritto su hotmail…2 volte…
    boh!
    provo a riscriverti stasera…
    ciaooo
    lu

  63. Enrica scrive:

    an incomplete manifesto of growth
    Non mi piacciono mai molto le citazioni, ma questo mi pare il posto giusto per condividere questo manifesto scritto nel 1998 da Bruce Mau (un mito)…mi pare attinente con le scelte compiute da chi scrive e legge in questo blog….
    Sono 43 punti, non li metto tutti, ma un assaggino dei primi….gli altri li potrete leggere sul suo sito (brucemaudesign.com) e sulla sua pubblicazione (Lyfe Style):

    1. Allow events to change you. You have to be willing to grow. Growth is different from something that happens to you. You produce it. You live it. The prerequisites for growth: the openness to experience events and the willingness to be changed by them.

    2. Forget about good. Good is a known quantity. Good is what we all agree on. Growth is not necessarily good. Growth is an exploration of unlit recesses that may or may not yield to our research. As long as you stick to good you’ll never have real growth.

    3. Process is more important than outcome. When the outcome drives the process we will only ever go to where we’ve already been. If process drives outcome we may not know where we’re going, but we will know we want to be there.

    4. Love your experiments (as you would an ugly child). Joy is the engine of growth. Exploit the liberty in casting your work as beautiful experiments, iterations, attempts, trials, and errors. Take the long view and allow yourself the fun of failure every day.

    5. Go deep. The deeper you go the more likely you will discover something of value.

    6. Capture accidents. The wrong answer is the right answer in search of a different question. Collect wrong answers as part of the process. Ask different questions.

    ….il resto….alla vostro curiosità….

  64. Filippo scrive:

    love your experiments….
    Grazie Enrica…bellissime parole, soprattutto il punto 4! Buona serata!

    p.s. Ma non avevano detto che a Londra non faceva mai tanto freddo? 🙁

  65. Roberto scrive:

    LA NEVE!
    Per me Siciliano quasi DOC è sempre un affascinante mistero!

    Ora mi cambio e vado in giro a fare un po’ di foto…..

  66. Roberto scrive:

    LA NEVE 2
    ciaoooooooo

    sono reduce dal giro fotografico……. CHE SPETTACOLO!!!!!!!

    So che per chi lavora la neve è solo una rottura perchè tutto si incasina, ma il parco vicino a casa mia…….che pace che atmosfere!!!

    e il cimitero inglese oltre la collina, sembrava di stare in un racconto di oscar wilde o di swift…

  67. Filippo scrive:

    la neve 3
    Qui a Notting Hill tutto sta diventando bianco….e’ incredibile come anche il frastuono di Londra venga sconfitto dalla neve che rende tutto piu’ silenzionso……meraviglia.

  68. franco_73 scrive:

    x tutti e x rosy
    raga per chi parte per londra visitate questo indirizzo
    http://www.bdonline.co.uk/
    io ho visto la rivista in biblio della uni e ci sono offerte di lavoro in inghilterra e nell’offerta si parla anche del compenso!!
    se non lo conoscete già fateci un salto …il sito è fatto benissimo!!!
    ciaoo
    per rosy…puoi indicarmi studi che utilizzano la fotogrammetria in toscana? tu ne conosci qualcuno?
    denchiù 😉

  69. lu scrive:

    x franco
    grazie!!!
    ciao a tuttti

  70. Rita scrive:

    Neve
    e se ci fate vedere qualche foto??….. così sognamo pure noi…

  71. Enrica scrive:

    neve
    Ci sono pacchi e pacchettoni di webcam….si vede ogni ben di dio:
    esempio
    http://www.123cam.com/

    si sceglie il continente, poi la nazione, poi la città….

    Enrica

  72. Rita scrive:

    x Enrica
    si lo so e ho già visto…ma sarebbe bello vedere delle foto fatte da chi frequenta il blog… non è lo stesso!!!!
    cmq grazie per suggerimento…

  73. Filippo scrive:

    tempo…
    Tempo…tempo…sembra che la corsa al tempo qui a Londra sia lo sport nazionale! E’ da una settimana che voglio postare un po’ di foto ma non trovo 5 minuti di tempo per farlo….comunque arrivano! 🙂

  74. enrica scrive:

    le pensano tutte
    Una delle principali catene di bar londinesi ha da qualche tempo lanciato un’idea originale, che sfrutta il potenziale delle tecnologie per poter offrire da bere ad amici e conoscenti, realizzando un gesto sociale anche quando non si è fisicamente presenti. Il processo non è dei più semplici, diciamolo subito, e richiede un certo grado di sobrietà da parte del donante (che però, come abbiamo visto, non si trova generalmente nel pub – a meno che non sia dotato di un terminale Internet Mobile).
    Si deve per prima cosa entrare nell’apposito sito di donazioni, selezionare il tipo di drink che si vuole offrire, dopodichè si seleziona il numero di telefono del fortunato amico o amica. Si inserisce il proprio indirizzo e-mail (per la ricevuta) e il proprio nome in modo che si sappia chi ringraziare. Si paga con carta di credito e il nostro beneficiato riceverà in breve tempo un messaggio di testo sul suo cellulare – mostrando il quale al barista avrà diritto a ritirare gratuitamente la consumazione…..

  75. francesca scrive:

    ….
    enrica, neve a parte, noi aspettiamo nuovi capitoli….non ci puoi lasciare sulle spine così…

    ciao a tutti

  76. enrica scrive:

    x francesca
    Il prossimo capitolo è in arrivo…hai letto anche l’ultimo?
    Nel prossimo capitolo verrà svelato il mistero delle 24 cose…e altra robina, poi si veleggerà verso storia II…sessione autunnale…

    arrivano arrivano…ma sono stata ammalata…

    un beso

    ps. in quanti hanno riconosciuto la prof di cultura tecnologica?

  77. francesca scrive:

    x enrica
    io mi sono laureata a milano…ma mi sa che ai miei tempi la prof. di cultura era ancora a firenze…la mia laurea risale al 1997…
    Certo che ho letto anche l’ultimo capitolo, sono una delle tue più accanite lettrici…

    baci

  78. enrica scrive:

    x francesca
    cavolo….
    GRAZIE accanita lettrice!
    🙂

    WOW

  79. rop scrive:

    cookies
    funzionaaa??? e’ un po’ ke volevo scrivere ma il mio computer mi dice ke ho dei cazzi coi cookies!!!

  80. rop scrive:

    facade
    inzomma son un fan di enrica, la adoro e lei mi ha invitato prima a cena a natale, poi mi ha detto ke vuole venire a londra e poi mi ha detto di questo blog!!!
    ragazzi, siamo disperati e cerkiamo facade engineers and architects…vi interessano le facciate???c’e’ tanto di quel lavoro (e soldi…)
    questo e’ il consiglio ke vi do, se vi interessa il tema,…tecnologia, building physix e facades!!!

  81. enrica scrive:

    x rop e x luu
    wow, finalmente sei riuscito a scrivere!!!!

    …vorrei dire a tutti che al massimo sono io che sono una fan di rop, e luu lo sa!

    x luu: lui è rop, quello di cui parliamo sempre su messenger…

  82. Roberto scrive:

    Rop?? Questo sconosciuto….
    ciao Ragazzi e benvenuto a Rop,

    già, ma rop chi è? Sembra che le uniche persone a conoscerlo siano Luu ed Enrica.
    Ora siamo curiosi anche noi 😉

    x Rop: mi è parso di capire che sei alla ricerca di architetti…
    Io sono qui a Londra e sto ancora cercando lavoro, non ho esperienza nel design o tecnologia di facciate ma sono molto determinato e imparo molto in fretta. Se ti va mi dai qualche notizia in più sulla mia mail rogerosa@infinito.it.

  83. enrica scrive:

    mittico ROP
    Rop è un senior facade engineer e lavora a londra da qualche anno…(sono la sua biografa…alcune sue gesta le conosce anche daniel…)…lavora in uno studio (la parola studio è un po’ riduttiva…direi) mirabolante che gli paga pure la palestraaaaaaaa….e va a fare il figo un giorno sì un giorno no da Foster, per un progetto che era anche tra le news di professione architetto, una roba che daniel e i suoi compagni di studio guardano il video e sbavanoooo.
    Rop è un MITO e sono felice che finalmente abbia vinto la sua battaglia sui cookies….

  84. ba scrive:

    per rop
    puoi darci qualche indicazione in più? qualche sito da visitare…
    io sono ingegnere civile edile e, dopo varie esperienze poco felici, sto cercando un lavoro stimolante ma qui in italia c’è veramente poco…

  85. ba scrive:

    per enrica
    ah! dimenticavo… ma “il percorritore” è troppo bello!!! hai mai pensato di pubblicarlo veramente? complimenti!!

  86. enrica scrive:

    x ba
    sì certo, vorrei pubblicarlo o almeno questa è la mia idea, ma prima devo finirlo.
    il fatto di farlo diventare un blog era anche per testarlo…
    🙂

    Enrica

    ps. vorrei darvi informazioni al posto di Rop, ma credo che non sia carino e quindi aspettiamo tutti che torni a scrivere qualcosa

    per rimanere sul neutrale, dato che i link mi si tagliano vi copio sta cosa:

    Arriva il façade engineer
    La complessità dei moderni involucri richiede una progettazione altamente preparata. Nasce una nuova figura, in grado di fornire assistenza e consulenza. Dallo studio di fattibilità al cantiere.
    Fino a poco tempo fa in Europa – e in Italia la situazione è ancora così – la progettazione delle facciate era lasciata al singolo architetto che, per mancanza di soldi e finanze, si rivolgeva direttamente all’azienda produttrice e si limitava a valutare l’aspetto statico, termico e talvolta acustico. Oggi esistono società con decine di façade engineer a tempo pieno aggiornate sullo sviluppo del settore delle costruzioni, la specializzazione industriale, l’evoluzione tecnologica e i cambiamenti nel processo esecutivo. La necessità di questo cambiamento è dovuta anche alla crescente sensibilità nei confronti della sostenibilità, del risparmio energetico e a esigenze di alte prestazioni statiche, termiche, ottiche e acustiche.
    L’apporto del façade engineer dovrebbe andare dal progetto preliminare fino alla gara d’appalto. La sua esperienza consentirà di gestire quest’ultimo aspetto con un approccio prescrittivo, descrivendo le specifiche in modo preciso secondo le richieste della committenza. Data la complessità delle odierne facciate, gli studi di façade engineering dovrebbero raccogliere le competenze di esperti in campi diversi: strutture, materiali, fuoco, tecnologia, sostenibilità, produzione, installazione, test, management e contratti. Il ricorso a professionisti del settore diventa quindi essenziale per muoversi in un apparato normativo nazionale e internazionale ancora poco consolidato.

  87. ba scrive:

    per enrica
    grazie enrica… preziosa come sempre!!

  88. Daniel scrive:

    Internet
    Ciao ragazzi,
    volevo sapere come ve la state cavando per avere internet a casa…
    io mi sto informando su qualche prezzo…
    le offerte non sono male ma si deve sempre pagare bt per usufruire della linea telefonica e sono 10,75 pounds al mese…
    altre soluzioni??
    grazie
    a presto
    ps. se questa domenica sera ci si vuole trovare per mangiare assieme una bella pizza e fare quattro chiacchere io ci sono ciaooo
    daniel

  89. rop scrive:

    rop l’ing di facciata1
    ‘giorno…con tanta vergogna annuncio ke mi alzo solo ora!!! e ke metto su ora un po’ di pasta come colazione…ah sta vita inglese…non so se e’ la stankezza del facad eng ke corre da foster x fare il figo (ma dove enricaaaa????) o se e’ per la sbevazzata del venerdi sera e conseguente hungover (gran parola inglese da imparare) attuale!
    beh io son ing edile…uno di quegli sfigati ne’ carne ne’ pesce….volevo fare prima di tutto il flight attendant ma son particolarmente acciecato, allora la mia passione seria era arch visto ke gia’ all’asilo mentre gli altri disegnavano mazinga io disegnavo la mia casa ideale, ma mio babbo disse no, ancora ero un po’ colgione per ribellarmi e quindi decisi per ing…stocazzo di nome altosonante ke in effetti in italia garantisce quanto? 5% possibilita’ in + di un lavoro similpagato rispetto a un arch…
    pero’ in una gita+ ribellione al volere del padre, andai qualke giorno a firenze a indagare ed ebbi occasione di conoscere enrica + ank i vari dantini sabbbrine mare tanie le vergini del suo romanzo moooolta verita’!

  90. rop scrive:

    l’ing di facciata2
    insomma tra varie crisi d’identita’ e di cosavogliofaredagrande arrivai alla laurea, e trovai posto in uno degli studi + importanti di rimini…(12 persona, col capo gran macho strombazzatore nella migliore dele tradizioni romagnuole haha)…il lavoro: 1, 2, 3, 4, 5….condomini coi terrazzi tondi…uh ke culo, un terziario: ah scusi ok…allora davanzali tondi!!! i soldi: 1, 2, 3, 4 mesi volontariato, 5 mese 600milalireIN NERO…ke vanno ad aumentare di 50milalire al mese….con prespettiva di partita iva a mie spese….beh al nro 9 mese decido di accettare la proposta di sta grossa azienda del riminese ke ai quei tempi invatava a colloquio tutti i laureati ing civili o edili della zona…un’azienda di infissi, la focchi, http://www.focchi.it, che lavora molto anke in uk dove e’ miseramente pronunciata fuckit!!!

  91. rop scrive:

    l’ing di facciata3
    mi son fatto 6.5 anni di focchi, che accettai alla grande appena andai al colloquio, cazzus non erano infissi, era l’occasione di lavorare su progetti fantastici e senza terrazzi tondi!!! e a londra, la mia adorata londra…
    posto fisso, permanente, diventati metalmeccanico, ma tanto entusiasta per il lavoro ke convinsi claudia, di 3 anni + giovane che mi raggiunse a composizione 1 che dettimo (come si dieeeeeeee???) insieme ma subito dopo mi supero’…gran sekkiona ma genuina come le cose che cucina troppo forte!!!
    e cosi’ inizio il mitico nucleo dei giovani ing edili della focchi…io ero il primo edile, e quell’ignorantissimo del capo ut mi disse al colloquio, kiedendo a me e solo a me la lista degli esami sostenuti, ma non sei ne’ carne ne’ pesseeeeeeee!!!! beh dopo di meil mellifluo assunse solo edili!!!!
    ci scontrammo e combattemmo anni contro la mentalita’ del perito industriale e del geometra ke la facevano da padrone, lottammo e introducemmo le relazioni tecniche, i calcoli statici dei monanti, del vetro, i calcoli termici dei nodi…alla focchi ho imparato tantissimo, e tra tutto anke ke fisica tecnica aveva un senso e serviva…
    ho imparato tutti sul design dele facciate, cosi’ complicato perke’ e’ davvero quella cosa ke protegge l’edificio dall’esterno quindi acustica, vento, termica, passa tutto da li’ e soprattutto ci passa anke cio’ ke vedi dell’edificio, cioe’ l’architettura, la mia passione…iniziai ad andare ai meeting con gli architetti e venire a londra in cantiere, ai test, perke’ le facciate non son come il cemento o l’acciaio che fai il solito calcolo e sei sicuro ke va bene e usi l’ipe 240 ke e’ sempre quella, ogni facciata e’ nuova e va testata quindi si costruisce un campione, solitamente 2 cellule per un piano e mezzo e si testa all’acqua aria e vento…una figata!!!

  92. rop scrive:

    l’ing di facciata4
    6.5 anni di bei lavori ma di stankezza perke’ in quell’azienda devi lottare continuamente contro una mentalita’ ke ti taglia le gambe di gente ke nn capisce o molto + probabilmente fa finta di nn capire ke l cose potrebbero migliorare anke con poco,perke’ ha paura dei cambiamenti, perke’ se cambiano le cose fai fatica a controllare e il tuo potere vacilla…sto parlandi di dirigenti gia’ in pensione ma ancora attivi a rompere u cazz…
    e cosi’ 1 dopo l’altro i giovani ing ,eravamo una decina a quel punto, iniziano ad andarsene…quasi tutti apporfittando di quella rete di conoscenze fatte per lavoro e quindi in gran parte si sistemano a londra dove si scopre ke esiste questo facade engineering, ovvero, come si prende uno struttutrista o un impiantista etc…si prende anke un facciatista per sviluppare ed ingegnerizzare l’involucro delprogetto…insomma quelle cose che enrica ha trovato e riportato sotto le ha scritte l’anno scorso il mio ex collega focchi ed ora ex collega londra…tanta aria fritta e cazzate ke vogliono, oltre che risaltare il suo nome perche’ e’ solo questo che molto tristemente gli interessa nella vita, potere e soldi, spiegare i italia cosa fa un facade ing ( ma dopo averlo letto io nn ci capii tanto)

  93. rop scrive:

    l’ing di facciata5
    ma grazie a lui, che un giorno mi chiamo dal suo nuovo ufficio (www.whitbybird.com) alla focchi che mi detti una mossa, approfittai di una trasferta a londra con la focchi, feci il colloquio, feci i salti di gioia, feci la valigia e iniziai qui!!!!
    e quanto mi ritrovo con filippo!!!!
    tanto entusiasmo, progetti fighissimi. non ho avuto problemi con ricerca lavoro, nn ho mai mandato un cv, ma il resto,l’apertura del conto in banca con la bolletta che non hai perke’ non hai il conto in banca, e il medico, e la casa, e internet a casa….x daiel credo che telewest sia l’unico modo per bypassare la linea telecom…dove vivo io nn c’e’ e io nn so perke’ ma spendo 18 anzike’ 10 e rotti…quindi come vedi nn son affidabile!!!
    da whitbybird era diversissimo, ero dall’altra parte del tavolo, ero consulente, affiancavo la’rch nello sviluppo e fattibilita’ delle facciate, tanto dipendeva dal consumo energito e fisicadell’edificio e io a parte il calcolo della trasmittanza della focchi nn avevo un’idea…e esaminavo e controllavo i produttori di facciate correndo il riskio di torvarmi da un giorno all’altro a commentare i disegno della focchi-!!!!
    insomma bei progetti, tanto da imparare, su una cosa ebbi successo, perke’ qui l’arch e’ al top forse, ma il metodo e’ fantasticamente semplice artigianale e tradizionale e si lavora di modellini cmpioni e schizzi a mano che diventano spesso i documnti ufficiali a fine meeting…beh i miei schizzi iniziano a fare il giro degli uffici e il mio capo si gongola!!!vabbe’…taglio corto ke la pasta e’ pronta e ho fame…nel frattempo con vinco a venire su la claudia…ke pero’ giustamente preferisce andare qui: http://www.burohapold.com e parte di brutto in quarta di fianco a foster, som, squire etc…
    io mi rompo un po’ il cazz perke’ il mio capo fantastico a un certo punto si dedica talmente alla nuova villa che si costruisce a highgate che ci ritroviamo senza progetti presto…claudia e’ felicissima per il lavoor, loro pagano anke molto di +, ma da brava bolognese le manca la chichhierata in ufficio e mi convince ad andare da loro cosi’ passo in breve dal 60 al 17 di newman street…questo e’ il mio uff ideale, cosi’ mi piace lavorare, cosi’ mi piacciono i progetti..ora ho iniziato con foster : http://www.serrenia.com

  94. rop scrive:

    ing di facciata 6
    beh mi sa ke noi romagnoli siam chicchieroni e prolissi enrica eh?? mi faccio un blog ankio…meglio di no ke ancora nn ho capito cos’e’ un cookie…e’ ke leggendo sto blog ritrovo con tenerezza me stesso ke sognavo all’universita e nel dopolaurea, nonostante gia’ soffrissi per una facolta’ sbagliata! e la tenerezza di ki deside, come me, venire qui e buttarsi,e non so come spiegare cos’e’ e come si diventa facade eng se non fraccontando la mia storia…l’appello l’ho fatto perke’ abbiamo tanto lavoro, il lavoro secondo m e’ bello, affacinante, mai noioso, ma non si trova gente!! io e claudia conla gavetta della focchi, anke se abbiam mentalita’ inevitabilemnte pragmatica per non dire metalmeccanica, siam ben riconosciuti e stimati come conocenza tecnica delle facciate…e anke ben pagati…io vivo nei da solo nei docklands, il primo posto ke andavo a visitare quando evnivo a londra da turista e ke sognavo di viverci etc…cladia ha appena comprato cosi’ come sergio e alessia e glia ltri ex focchi a londra!
    i capi delle + importanti facade eng a londra, parlo di arup, buro happold, mettiamoci anke whitbybird, con tutti arch.
    c’e’ ki inizia con una tesi di laurea sulle doppie pelli, o sulle tecnologie dell’involucro, o sul vetro, magari e’ un kodo per metetrsi in contatto con le aziende, sconsiglio la focchi pr quella mentalita’ ke vidcevo, permasteelisa pee esempio so ke e’ molto disponibile, ma e’ a vittoriobucodelculoveneto!
    c’e’ ki si laurea e poi va a bath a fare questo corso http://www.cwct.co.uk, ke e’ un po’ il depositario del mondo delle facciate a livello mondiale e organizza fantastiche conferenze ogni due anni…e bath e’ veramente stupenda!!!
    ragazzi, in bocca al lupo a tutti, di cuore, so ke nn e’ facile trovare a londra…so ke d’altra parte noi, come whitbybird, siam disperati perke’ abbiam lavoro e nn troviamo gente…so ke sara’ sempre peggio anke perke’ nel 2012 olimpidiamo…so ke londra da’ tanto ma consuma tanto, il tempo e’ il doppio veloce ke in italia, alla focchi il venerdi’ nn arrivava mai, qui il venerdi’ arriva troppo presto, talmente presto rispetto alle cose ke ai da fare e vorresti fare, ke quasi lo maledici!!!
    a londra adesso e’ freddo, talmente freddo ke il mio cazzodiriscaldamento a soffitto nn si sente, quindi ho riempito il ferro di acqua e ho dato una svaporazzata in casa per aumentare la temperatura!!! ke genio, ke ing!!!

  95. Enrica scrive:

    x rop
    wow rop, che bello…che condensata…mi sembrava di sentirti parlare mentre leggevo…
    grazie per aver vinto così bene la timidezza!
    un beso
    Enrica

  96. franco_73 scrive:

    x rop
    ciao rop leggevo i tuoi post..ecco anche io mi laureo in ing edile!!!vorrei chiederti un consiglio… la mia tesi è rivolta al controllo topografico di strutture complesse ..tale tecnologia è usata dall’architettura di gehry…volevo chiederti dritte su studio a londra o qui in italia dove poter mandare cv …e poi volevo chiederti se da foster vi è un ufficio che è dedicato a questa tecnologia…conosco un po il catia e il solidworks come software parametrici…ti do mio email franco_73@virgilio.it
    se vuoi o puoi mandarmi materiale inerente a questa tecnologia ..anche foto di cantieri…
    ciao
    f

  97. Enrica scrive:

    assaggino
    e’ on line l’assaggino-stuzzichino del XII cap.
    Enrica

  98. luuu scrive:

    x enrica…e rop
    ma rop è quella persona lì???proprio quella????!!!
    allora….PIACERE….mi hanno parlato molto bene di te…e complimenti x l’impresa napoleonica che stai compiendo….spero di conoscerti a londra (a marzo!)
    ciao
    luuuu

  99. enrica scrive:

    x luuu e rop
    sì è lui luuu…gli ho anche inviato la tua foto e ora tra noi ti chiamiamo trezza, che in romagnolo significa treccia…(dobbiamo dare un soprannome a tutto e a tutti se no non stiamo bene)….

    x rop
    sai che luuu sarà a londra a marzo negli stessi giorni più o meno in cui io e drama ti veniamo a trovare?
    🙂
    cosa hai comprato ieri all’ikea?

    Enrica

  100. rop scrive:

    xfranco73
    credo di si’, cioe’ ke foster abbia un squadra di modellatori 3d, quasi tutti giappi, ma devo approfondire…da buro happold abbiam 3-4 personaggi ke lavorano sporattutto con un progrmma di modellazione vettoriale di bentley quello di microstation (microstation qui e’ molto + diffuso di autocaz) ke n n mi ricordo, qlcosa con components mi pare, come si kiama…a me la mia vekkia azienda mi mando’ a fare un corso di digitalproject, ke e’ il software di gehry technologies sviluppato sulla base di catia, ma nn ho avuto modo di usarlo..
    se vuoi specializzarti su quella cosa qua sicuramente la usano molto la modellazione 3d…tieni conto ke sono ancora abbastanza schematici tra i ruoli… o sei disegnatore, o sei ing o sei arch…
    x enrica: all’ikea nn si va pe comprare!!! ti adoro!
    x luuu: ciao trezza!!! piazere di conosserti!!!

  101. trezza/lu scrive:

    x enrica e rop
    😉