Venezia, ore 12.35….

Venezia, ore 12.35….a casa.

Sono solo in camera mia…

Mi trovo in una di quelle situazioni in cui potrei uscire e vedere molti amici, ma questi istanti di tranquillità in quello che per tanti anni (forse troppi) è stato il tuo rifugio da tutto e da tutti, da delusioni e preoccupazioni, sono preziosi come l’oro. Ogni angolo della stanza mi riporta ad anni della mia vita nei quali Londra era lontana, ammirata ma tenuta a debita distanza….come per timore potesse farmi del male.

Osservo i tanti cd raccolti anno dopo anno ed è bello vedere come con il passare del tempo rimangano li, impolverati dall’arrivo di un piccolo aggeggio bianco. Restano fermi, a testimonianza di gusti e amori che cambiano, di passioni musicali che spingono forte per poi svanire poco alla volta, anno dopo anno…… Sono un segno della mia crescita e della continua ricerca del nuovo. Così i tanti cd dei Modena City Ramblers, Gang, Bandabardò e il Parto delle nuvole pesanti hanno lasciato spazio a De Andrè, Guccini e DeGregori, Pogues, Clash…..e questi a Nick Cave, Placebo e Radiohead, fino ai più recenti Franz Ferdinand e Strokes…….

Si possono tutti ripercorrere affiancandoli a facce di amici che ormai sono svaniti……tra famiglie, viaggi e contrasti. Chissà se anch’io per loro sono una delle tante figure apparse per un breve tratto di strada da affrontare insieme, per poi lasciarsi al primo bivio.
Chissà se qualcuno di loro si ritroverà mai nella sua camera alla ricerca del passato……..senza malinconia ma solo con serenità.
Proprio come me in questo istante.

I cd sono fermi e pieni di polvere. Nessuno più li ascolta più….in attesa forse che qualcuno li prenda con sè…..e magari li faccia volare oltre manica……chissà quando…..

Ma non sono i CD a scatenare in me i ricordi più forti…..ma i libri.

Li scorro uno ad uno e titoli e colori sono come scosse nella mente. Flashback rapidi di ore passate con un determinato testo in mano. Tanti romanzi, ma altrettanti libri dell’università. Tante le biografie dei personaggi della storia e non che in quegli anni mi entusiasmavano, da Che Guevara a Giulio cesare, da fabrizio DeAndrè all’imperatore Giuliano, da Manu Chao a Palladio.

Ma sono alcuni romanzi che fanno vibrare più degli altri il cuore e la mente. Il primo è un pesante volume, forse il primo vero libro letto spontaneamente. Il signore degli anelli di Tolkien.
Erano anni da sognatore……quando ancora sognavo un giorno di poter salvare il mondo con le mie capacità……era ancora l’età nella quale pensavo mai sarei cresciuto, mai sarei diventato “grande”.
Poi ti accompagnano i primi romanzi generazionali e allora ti scopri a sorridere davanti a “Due di due” di De Carlo, Centa’anni di solitudine di Marquez, Castelli di rabbia di Baricco e Fiesta di Hemingway.
Anche le letture raccontano della tua crescita….sono testimoni silenziosi di amicizie, passioni e sofferenze che avrebbero dovuto essere “per sempre” e che invece fanno ora parte di un passato che ti ha portato ad essere ciò che sei. Il regalo più bello è quello di accorgerti di essere felice di ciò che sei e di chi vive al tuo fianco…..
Tanti i libri regalati dagli amici…..e così non posso fare a meno di ricordare le serate al pub passate con i compagni di università nel giorni prima di Natale….quando tutti noi sapevamo che i regali sarebbero stati i libri…
Io ero famoso per beccare sempre uno o due libri che qualcuno aveva già….forse perché i miei amici leggevano sempre più di me. Francesco, Corrado, Andrea, Stefano, Nina e Cristina…..chissà cosa leggono in questo momento….chissà in quale posto e quale lingua.

Camera mia non è mai stata luogo di grandi feste e ritrovi tra amici……ho sempre cercato di renderla un rifugio solo per me stesso……mi rende pieno di gioia vedere che adesso, mio padre e mia madre, con il loro piccolo computer bianco…..la considerino ancora alla stessa maniera.
Un tranquillo e fresco luogo di rifugio.

In questo momento Londra è tanto lontana……mi godo la semplicità di vivere nel luogo dove sono cresciuto, tra profumi e colori noti, tra suoni e sensazioni che mi appartengono e non perdo occasione per maledire chiunque abbia portato l’Italia a questa situazione costringendo i giovani a lasciarla per poter vivere e lavorare dignitosamente con le proprie forze.

Buon fine settimana a tutti.
fiore
Filippo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

27 risposte a Venezia, ore 12.35….

  1. Roberto scrive:

    INTERNET!!
    Ciao ragazzi,

    un consiglio veloce: dato che nella nuova casa devo avvertire quelli della BT che sarò il nuovo intestatario della linea telefonica…volevo approfittare per richiedere anche internet.

    La domanda è questa:
    qual’è il miglior provider per internet?
    e poi devo mantenere l’allacciamento a BT o posso fare tutto con un altro gestore?

    un salutone

  2. Filippo scrive:

    ..un consiglio….
    Ciao Roberto,
    per esperienza personale ti posso dire di stare alla larga dalla virgin….nonostante le belle pubblicità e prezzi che ti sfoggiano……da parte mia….se dovessi scegliere farei tutto con BT che ti offre una professionalità molto elevata. Qui a Londra limitare gli interlocutori è importante…quindi averne uno solo per telefonia e internet è una gran cosa…anche a discapito della convenienza. Il mio è un consiglio spassionato da uno che ancora si ritrova a dover perdere ore ed ore della propria giornata al telefono per risolvere problemi di incompetenza con quelli della Virgin! 😉

    I hope this help!!!!

  3. Massimo scrive:

    …un saluto…
    Un saluto a Rosy e Filippo…e a tutti coloro che gia` sono…o sono in procinto di trasferirsi a Londra.
    Complimenti per il blog e per l`entusiasmo…che forse da parte mia si e` un po` “opacizzato” col tempo.
    Lavoro come freelance nel campo della visualizzazione architettonica (…ma non sono architetto (-;)…e ormai ho raggiunto la soglia dei 5 anni in questa citta`.
    Impressioni…?…sentimenti…? boh…a dire il vero non lo so piu`…forse mi rispecchio piu` con il blog di Federico che non il vostro…un po` in sospensione…mezzo occupato…e mezzo libero di fantasticare…con tanta voglia di essere altrove…ma dove poi???

  4. rosy scrive:

    xmassimo
    ciao massimo, benvenuto! capisco benissimo come ti senti, ed effettivamente il blog di federico potrebbe essere il proseguo del nostro tra qualche anno, ovvero, bella Londra si…ma dopo un pò…non per niente io consiglio sempre a chi vuole fare quest’esperienza di andarsi a leggere un pò delle pagine di federico. Londra è una fantastica esperienza, ma col tempo ti logora, c’è poco da fare…è da consigliare a tutti, se non altro perchè ti rendi conto di quante cose che ti sembrano scontate e superflue sono invece i piccoli dettagli che fanno la qualità della vita, e che purtroppo qui mancano. credo che l’importante sia fare quest’esperienza consapevoli di ciò, e del fatto che non è tutto oro quello che luccica…d’altro canto ci sono grosse soddisfazioni lavorative ( almeno per quanto riguarda la nostra esperienza ), economiche e anche personali. qsto è quello che vorremmo cercare di trasmettere con qsto blog…per quanto riguarda noi non so quanto ci resteremo, per ora va bene così, ma siamo coscienti che è difficile che sia per tutta la vita, quindi cerchiamo di cogliere quanto di meglio ci offre impegnandoci a capire come utilizzarlo in futuro…Ora che sei arrivato anche tu spero che ti farai vivo ogni tanto, sarebbe carino conoscerci ad una delle cene blog (fai anche lo stesso lavoro di Filippo mi pare…). Quindi, non sparire! A presto!

  5. massimo scrive:

    Parole sante! (-;
    al momento sono in Italia ma salgo giovedi` e dovrei fermarmi per tutto il mese prossimo…vi terro` d`occhio…e se organizzate qualcosa…sarei molto felice di esserci…CIAO!

  6. marcobxl scrive:

    E’ UFFICIALE!
    Ciao a tutti!Scusate “l’urlata” del titolo,ma volevo farvi sapere che ho passato l’esame di stato,ora sono un altro dei milioni di architetti che si moltiplicano come Gremlins spruzzati di acqua!ora scappo ma torno presto (devo rimettermi in pari con tutti i post e messaggi che ho perso in questi giorni!).
    Ciao!!!

  7. lu scrive:

    x Arch.bxl
    come già ti dissi/scrissi…
    COMPLIMENTI…di cuore!
    lu

  8. Rita scrive:

    x Marcobxl
    …e allora ufficialmente …
    AUGURIII ARCHITETTO!!!

  9. Rita scrive:

    x Marcobxl
    …e allora ufficialmente …
    AUGURIII ARCHITETTO!!!

  10. Rita scrive:

    ..
    opssss… scusate per doppio invio

  11. mediterraneo scrive:

    studio-lavoro
    per puro caso mi sono imbattuto sul vostro blob, non ho mai scritto su nessuno di essi, ma non so perche’ sento una forza irresistibile a scriverci, ora qui adesso, proprio a voi.
    sono un architetto con ampia esperienza professionale, ma con un cruccio che mi porto da sempre, non so una parola di inglese.
    voi pensate che con una vacanza/lavoro presso uno studio londinese possa risolvere il mio problema?

  12. mediterraneo scrive:

    studio-lavoro
    per puro caso mi sono imbattuto sul vostro blog, non ho mai scritto su nessuno di essi, ma non so perche’ sento una forza irresistibile a scriverci, ora qui adesso, proprio a voi.
    sono un architetto con ampia esperienza professionale, ma con un cruccio che mi porto da sempre, non so una parola di inglese.
    voi pensate che con una vacanza/lavoro presso uno studio londinese possa risolvere il mio problema?

  13. silvia scrive:

    Re:studio-lavoro
    Ciao mediterraneo, se ho capito bene vorresti fare un’esperienza in uno studio a Londra per imparare inglese? O parli di trasferirti per un po’…?
    mmmm…io sono davvero scettica sulle “esperienze studio-lavoro” perche` di solito non superano i 2-3 mesi e secondo me non servono a niente. Nel senso che in quel lasso di tempo secondo me non hai ne` il tempo di imparare l’inglese ad un buon livello, ne` di capire a fondo le dinamiche di uno studio d’architettura.
    Certo e` meglio di niente, ma io credo ci vada almeno un anno perche` l’esperienza porti i suoi frutti. Magari sono un po’ esagerata, pero` l’inglese e` una brutta bestia e ci va tempo per parlarlo e capirlo.
    Tu hai un’idea del tempo che vorresti fermarti?
    Saluti,
    Silvia

  14. fra scrive:

    Consiglio x architetto disperato
    ciao a tutti
    scrivo per avere 1 suggerimento/conforto da rosy silvia e da quanti vivono a londra…
    Vi seguo dall’inizio perchè trovo estremamente interessanti le cose che emergono da questo blog, anche se non ho mai realmente pensato di trasferirmi lì.
    Sono un architetto di 34 anni e ho il mio studio professionale, che tra alti e bassi comunque funziona. io e mio marito per ragioni lavorative viviamo in 2 città diverse in italia. A lui si stanno aprendo diverse possibilità nella city di Londra (a seguito di un MBA in Canada), io ho davvero molta paura di ricominciare tutto da capo lì però dobbiamo prendere 1 decisione anche perchè non possiamo continuare a vivere lontani e vederci solo nei weekend. L’unico mio vantaggio è che parlo bene la lingua. Secondo voi Londra è proibitiva per chi vuole lavorare (mi piace molto l’idea di uno studio come quello di rosi, piccolo che segue progetti selezionati) e magari avere anche un figlio? Ringrazio in anticipo chi mi vuole dare il suo pensiero….

  15. silvia scrive:

    Figli e lavoro…
    Ciao Fra,
    al lavoro da me tante colleghe hanno avuto figli e sono in maternita`, i contratti qui sono di “lavoratore dipendente”, quindi significa che hai diritto alla maternita`, non ti possono licenziare, ecc. ecc. e quando torni al lavoro il tuo datore ti paga in parte l’asilo nido per il bimbo.
    Ora non so bene quali siano le modalita`, ma sinceramente mi sembra molto piu` fattibile qui in UK che in Italia, e non viene assolutamente vista come cosa negativa (come purtroppo spesso accade in Italia).
    Anche perche` qui il tasso di nativita` e` altissimo…ci sono bambini ovunque!
    Certo sempre che tu voglia lavorare in uno studio non tuo. Se invece lavori anche qui come libero professionista immagino sia diverso…
    In bocca al lupo, Silvia

  16. lu scrive:

    cover letter
    rieccomi…di nuovo !!!
    dato che sono alla fase “preparazione dlle cover letters personalizzate x ogni studio” HO (tanto x cambiare) UN DUBBIO…
    seguitemi nel ragionamento:
    io sarò a londra dal 6 di ago..ma le lettere e portfolio speravo di spedirli tra una settimana al max (quindi un mese prima circa)..
    dato che ho messo la residenza inglese,pensavo di scrivere nella cover che ora sono in italia ma che dal 6 di ago ritornerò a londra e che sarò a disposizione x i colloqui….
    specificherei proprio x non correre il rischio che mi chiamino prima del 6…e che debba inventare strane scuse…
    ma è corretto???
    mi è stao consigliato di non scrivere un bel niente e piuttosto di spedire tutto una settimana prima della mia partenza…
    COS’è MEGLIO???
    grazie a tutti coloro che avranno la pazienza di capire quello che ho scritto e di rispondere…
    ciaooo
    lu

  17. mediterraneo scrive:

    grazie a silvia per avermi dedicato un po’ del suo tempo,
    cmq penso di potermi spostare per dodici mesi,
    un saluto

  18. MARIA GRAZIA scrive:

    x lu
    ciao cara
    nn fare lo stesso errore mio…..io ho mandato cv e cover letter 1 mese prima della mi aspedizione londinese, risultato? mi fissavano appuntamenti a breve periodo, e per loro è impensabile muoversi con largo anticipo, del tipo se stai cercando ora perchè nn sei disposto al colloquio?
    morale della favola? la mia settimana londinese (bellissima) mi ha portato solo 2 colloqui e con agenzie nn con studi di architettura.
    Ragion per cui ho deciso di trasferirmi tutto il mese di luglio ed ho cominciato a rispondere nuovamentwe agli annunci solo da qualche giorno, indicando il periodo di disponibilità….
    se vuoi il resoconto per filo e per segno della mia settimana in avanscoperta contattami in maniera da ottimizzare al max la tua settimana di agosto.
    ciao ciao

  19. maddalena scrive:

    per lu cover letter
    non scrivere un bel niente,
    qui meno informazioni dai e piu’ sei fico..
    Scherzo, pero’ e’ vero che vale il politically correct, “tu non dici/loro non chiedono”
    Scrivi invece che ti stai per trasferire.
    Quando ti chiameranno gli dirai che sei a Londra per colloqui a partire dal 6.
    CIAO CIAO

  20. maddalena scrive:

    per lu cover letter
    non scrivere un bel niente,
    qui meno informazioni dai e piu’ sei fico..
    Scherzo, pero’ e’ vero che vale il politically correct, “tu non dici/loro non chiedono”
    Scrivi invece che ti stai per trasferire.
    Quando ti chiameranno gli dirai che sei a Londra per colloqui a partire dal 6.
    CIAO CIAO

  21. lu scrive:

    x maria grazia e maddalena
    grazie ragazze!!!
    quindi non dico nulla(dando x sottinteso che vivo lì o che mi sto per trasferire..così loro gradiscono di +) e spedisco una settimana prima di partire???
    ho capito bene?
    è incredibile..riesco a far casini anche con la cover!!?????
    GRAZIE
    ciao ciao
    lu
    x maria grazia: volentieri x resoconto..mi sarebbe di aiuto..la mia email è lupjeddie@hotmail.com
    x maddalena:sei la MIA maddalena??scritte rosse??broccoli??impalcature???? 🙂

  22. X LU scrive:

    abbasso le impalcature
    Yes I am!

    Ma perche’ non gli bussi alla porta e glieli porti a mano cosi ti vedono anche in faccia?
    Non lo so…. a me sembra meglio….

    p.s.

    Ciao Rosy ciao Filippo!

  23. maddalena scrive:

    la posta?
    Ero madda..

  24. lu scrive:

    viva i fiori del terrazzo
    ciaooo Maddalena!!
    se dopo 10 gg che son lì nun me rispondono…
    mi sa che procedo come dici tu!!!!
    ma per loro non è invadente???
    qui a milano (dove sono tutti fighetti)un pò ti snobberebbero…tipo:tsè!ma guarda stà pezzente che ci disturba con la sua letterina e ci chiede la carità!!!:))
    grazie cmq
    ciao
    lu
    ps visto che ne hai di consigli da dare???se ti riferivi all’altro argomento”scritta rossa”..tranquilla..me ne sto facendo una ragione!!
    ps 2 x tutti: scusate x i messaggi in codice…

  25. lu scrive:

    studio-firm-company-practice
    ciao!!!
    mi appello al buon cuore dei londoners e non…
    qualcuno sa la differenza tra company-studio-firm e practice???
    perchè spesso gli studi omettono e nelle cover non so come intestare???!!!
    prometto che x questo we è l’ultima domanda che vi pongo!!!(anche perchè vado via!!!!) 🙂
    ahhhh quanta pazienza che avete!!!!!
    ciao ciao
    luuuuuuuu
    ps ma dove sono finiti i padroni di casa???? 😉

  26. silvia scrive:

    Domani Richmond Park
    Ragazzi, domani ci siete a Richmond Park?
    Daria mi ha mandato l’invito ora

  27. filippo scrive:

    richmond park
    io ci sto pensando seriamente…..dovrebbe essere molto carino…..se poi il tempo fosse clemente…….qui dello studio credo saremo abbastanza! 🙂

    ora sento Rosy….palestra permettendo…. 😉

    buona giornata a tutti!!!