questa sera ad hyde park….

questa sera ad hyde park….

eccomi, sono ancora viva, sopravvissuta alla prima consegna del mio nuovo studio e ai malefici tè al latte dei miei colleghi…secchione

bene..le prime 3 settimane sono andate…non vorrei azzardare…ma io in questo studio mi trovo troppo bene. dopo solo due settimane il boss mi ha portato a vedere il primo lavoro di cui mi occuperò finalmente da sola, voglio che inizi con una cosa piccola ma che puoi curare dall’inizio alla fine, in modo da imparare a gestire un lavoro da sola mi ha detto. niente di grandioso, l’estensione di alcuni spazi in una casa privata, ma con possibilità di fare un bel design, ovviamente estremamente moderno ( probabilmente tutto in vetro ) com’è nello stile dello studio. non vedo l’ora di iniziare!! non vi dico la soddisfazione quando Ian ha spiegato alla cliente che io mi sarei occupata del design…

l’ambiente in studio è piccolo e molto familiare, i ragazzi simpatici e alla mano, il lavoro dalle 9.30 alle 6 con un ora di pausa pranzo ( a proposito oggi in occasione dell’extralavoro per una consegna hanno offerto a tutti un pranzo libanese! ), e il fatto che lo studio si a 5 minuti da casa mi ha enormemente migliorato la vita. mi posso tranquillamente alzare alle 8.15/ 8.30 e per una dormigliona come me è il massimosorrisone.e poi riesco addirittura a tornare a casa in pausa pranzo!

ma soprattutto riesco anche a dedicarmi allo sport (e chi mi conosce sa che è un pò una mia fissazione), cosa che primami risultava difficile perchè perdevo molto tempo negli spostamenti, dato che lo studio stava ad Angel.

e appunto parlando di sport volevo raccontare una cosa carina che mi è successa stasera. il venerdì di solito anzichè andare in palestra vado a correre in hyde park. e quindi anche stasera, con il mio i pod che strillava ligabue nelle orecchie, mi sono avventurata nel parco verso le 8, un pò piu tardi del mio solito. corri corri tutta immersa nei mie pensieri di preparativi nuziali ( eh eh qualcuno si sposa l’estate prossima…) mi si materializza davanti in lontananza una nuvola di forme bianche e sinuose, fortemente in contrasto col verde acceso di hyde park…non ci è voluto molto per riconoscere subito il nuovo padiglione della serpentine gallery di Zaha Hadid che solo ieri Filippo mi aveva fatto vedere in fotografia. bellissimo. non saprei definirlo. piccolo nelle dimensioni ma grande nel modo di incastrarsi perfettamente nel verde del parco, come se fosse nato dalla terra, come se fosse stato sempre lì….con forme difficili da definire, ma organiche e perfette nelle loro proporzioni, ferme, ma allo stesso vibranti e quasi tendenti a rincorrersi fra di loro, come spesso succede nei progetti di Zaha Hadid. architettura allo stato puro….

solo in secondo momento ho notato il folto numero di persone super in tiro munite di bicchieri champagne e i vari agenti di sicurezza che circondavano il padiglione…ebbene si, ero capitata in pieno party privato di miss Hadid per l’inagurazione del suo padiglione!

appena l’ho capito ho cominciato a ronzare intorno all’area, (ovviamente a debita distanza dato che non ero propriamente in abito da sera e appena uscita dal parrucchiere ) e a chiedere in qua e in la cosa stava succedendo…ancora un pò e credo che gli agenti di sicurezza mi avrebbero fatto passare…se solo fossi stata piu presentabile non avrei esitato ad infilarmi. sono riuscita a vedere la grande architetta solo di sfuggita, grazie alla guardia che ha spiegato che indossava una specie di fagotto viola….mi ha anche detto che era stata tutto il pomeriggio lì da sola al padiglione e non c’era nessuno, a soli 5 minuti da casa mia.

beh, niente di eccezionale per carità, ma penso che se me l’avessero detto quando ero studente di architettura la cosa mi avrebbe fatto sorridere…come magari mi farà sorridere tra tanti anni, quando la mia vita a Londra forse sarà un ricordo…una cosa è certa, solo a Londra può succedere di trovarti Zaha Hadid e la sua architettura nel parco quando vai a correre!! Londra è anche e fortunatamente anche questo!

Buon week end a tuttistella

Rosy

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

49 risposte a questa sera ad hyde park….

  1. rosy scrive:

    ciao massimiliano…
    benvenuto sul nostro blog!
    Davvero bella questa rete di architetti sparsi nel mondo che si è creata con PA!
    guccini è una delle colonne sonore delle nostre giornate e in un certo senso ci fa sentire piu vicini all’italia..
    vieni a trovarci, magari raccontaci un pò di miami, com’è fare l’architetto lì? ma è vero che usciti dallo studio si va sulla spiaggia a fare surf?
    mi raccomando keep in touch!!
    cheers

  2. rosy scrive:

    inglesi e italiani
    ciao gennaro
    sono molto forti le parole che hai riportato…
    ma chi te le ha dette?
    senti, io ti posso dire che gli italiani hanno tanti difetti ed effettivamente tante cose in Italia non vanno, ma la descrizione di questo signore mi sembra eccessiva…sappiamo bene che ci sono tante persone che non sono così.
    addirittura arrivare ad odiare il nostro paese. la maggior parte degli inglesi che ho conosciuto hanno un grande rispetto per gli italiani e la loro cultura. quando verrai a vivere qui ti accorgerai che non è tutto oro quello che luccica. agli italiani si puo dire di tutto ma ti assicuro che l’ignoranza che ho visto qui in italia ce la sogniamo. è vero qui si sta in coda e si rispettano le leggi, ma c’è tanta ipocrisia anche. gli inglesi sono quelli che tirano a lucido il loro giardino ma hanno le case sudicie. sono quelli che davanti sono tutti please e sorry ma non ti sanno dire una cosa in faccia e ti parlano alla spalle. ovviamente con le dovute eccezioni. credimi gennaro, qui non è il paradiso, ci sono tante cose che funzionano, ma ne mancano anche molte altre, soprattutto il calore e la solidarità umana che tutto il mondo ci invidia.

  3. The English Settler scrive:

    Right!
    Giusto Rosy, non posso che condividere quello che hai appena detto. Per quanto spesso inefficente, l’Italia rimane uno dei luoghi più ospitali e sinceri del mondo. Gli abitanti del regno sicuramente battono chiunque in termini di common sense e civiltà ma non dimentichiamoci che dietro i numerosi sorry , spesso ma non sempre, si cela un insidioso e ipocrita atteggiamento sprezzante. Cogliamo ciò che c’è di positivo da queste due realtà così diverse e cosi affascinanti. Bye.

  4. Davide scrive:

    great little britain
    Non so se questi abitanti del regno battono proprio tutti quanto a common sense e civilta’… Sicuramente nei perimetri dorati a nord del fiume…. questo e’ anche il paese della socialita’alcolica, dei ragazzini selvatici senza famiglia, della knife-culture che attacca randomly, delle mamme quindicenni incoraggiate a non fare nulla da benefits di varia natura etc etc. Lode naturalmente all’emancipazione di pensiero e alle possibilita’ lavorative dovute ad un’apertura quasi americana verso il mercato ma… fatevi un giro in alcuni sobborghi a sud di Londra o semplicemente in alcune citta’medie del regno… Gennaro, forse il tuo amico inglese sente la mancanza del caffe’nero… mediterranean soup, grande cappuccino & toffee cruch cake ingurgitati non necessariamente in quest’ordine. Common sense, simple common sense. W il caffe’ristretto

  5. marcello scrive:

    zaha dov’eri??
    coooosa??!?!?
    io ero a hide park ieri pomeriggio…c’erano bambini che saltavano sulla pedana e un ragazzo che distribuiva flyers che li pregava di non rompere il tuo padiglione…ma tu fagottino mio…zaha…dov’eri?!?! e dire che ti si nota…sopratutto se ti vesti di viola…

  6. lu scrive:

    x Rosy
    ciao Rosy!!!!
    a parte constatare con GRANDE GIOIA che anche tu corri x parchi(io corro quasi tutti i giorni e trovo che sia una terapia STUPENDA)
    poi…
    mi è scappato l’occhio una paio di volte su qualche tuo post…sulla parola..matrimonio….
    vero è che spesso mi faccio prendere da strane fantasie romantiche…
    ma qui in studio si sono aperte le scommesse…
    è quello che penso???
    :))))
    un abbraccio
    lu

  7. anna scrive:

    non era viola il fagotto,
    era nero… con gli sberluccichini.

    avresti dovuto infilarti, era open bar 😉

  8. rosy scrive:

    xanna
    la guardia mi ha indicato zaha hadid come una signora vestita di nero con degli strass, ma quando l’ho vista io aveva una sorta di stola purple.
    sempre che mi sia stata indicata bene.
    se fossi stata vestita normale mi sarei infilata subito, ma dopo un ora di corsa ero in calzoncini e tutta sudata…non era il caso

  9. rosy scrive:

    opss
    scusa lo strafalcione dovuto alla fretta…un’ora

  10. MARIA GRAZIA scrive:

    io? a Londra/ per la ragazza della brick lane
    ciao ragazzi, dopo aver letto e riletto i vostri post it, avervi fatto qualche domandina, eccomi qui anche io a Londra. Ancora alla ricerca, dopo una settimana il mio bilancio e’ di 4 colloqui, il quinto e’ previsto per giovedi’…..nel frattempo chiedo in ogni bar se cercano personale…….nessuna risposta, mi sta salendo il panico: esagero? Secondo voi a che punto del mio soggiorno devo realmente cominciare a preoccuparmi (saro’ qui tutto il mese di luglio e la prima di agosto)…

    Per la ragazza della brick lane:
    i tipi del tuo studio mi hanno risposto, che classe, con tanto di lettera firmata di pugno, nn mi vogliono, va be’ nn fa niente. Passo davanti allo studio ogni giorno, abito li’ praticamente. Se ti va ci possiamo beccare per una spremuta all’arancia o una birretta alla Truman…ciaooo

  11. vale ex brick lane scrive:

    x maria grazia…
    ciaooo m.g.,
    eccomi qui…ke nel mio tempo libero (ormai troppo..) sbircio tra le pagine dei colleghi…purtroppo per me è lo stesso se non peggio…tra l’altro pensavo ke con la registrazione all’arb mi avrebbero considerato un po di più ma….uff domani il quarto colloquio ancora…
    si quelli dello studio quanto a formalità le sanno tutte…e penso ke sia la loro arma piu importante con i clienti…non ti sei persa niente…pero so ke in questa situazione accetteresti di tutto…e io anke pero ormai non ci si torna indietro…
    se ti va domani o non so dopodomani ci possiam vedere al city hall (vicino il tower bridge) da shoreditch ti porta diretto il 47 o il 78 …non so 6-6.30…io mi sono trasferita qua e mi piace un sacco sta zona…tra l’altro sotto al city ci sono sempre eventi…e questa settimana c’e l’open air music…www.morelondon.com/thescoop…
    cosi magari non spendiamo neanke tanti soldi…un bacione e fammi sapere!!!
    mandami un sms se ok…
    kiaramente siete tutti invitati date un occhio alla web…io ci passo un po tutte le sere dato ke è sotto casa…venerdi è stato più divertente pero come qualita della musica molto meglio in settimana…ma i gruppi di questa settimana non li conosco…
    un bacione e a prestooo

    T: 07748131254 valentina

  12. rosy scrive:

    cara lu…
    ebbene cara Lu è proprio quello che pensi!
    non l’avresti mai detto eh?

  13. lu scrive:

    x Rosy
    quindi ho vinto la scommessa!!!!!???
    oggi vado a riscuotere la mia somma !!!!! :))))

    e invece ci pensavo..ci credevo…alle belle storie, ci credo ….sempre!!!!

    siete un bell’esempio anche in questo…

    a presto
    lu

  14. silvia scrive:

    Educazione?
    A proposito di civilta` e buona educazione…
    Sto leggendo il libro consigliato da Enrica (appena iniziato ieri sera) per vedere se ci capisco qualcosa di piu` di questi inglesi.
    Ovviamente esistono sempre delle discordanze tra culture diverse, per esempio molti comportamenti o modi di afre che per gli spagnoli sono “normali”, per noi sono segni di maleducazione, pur essendo le due culture mediterranee e molto simili. Ma non vi preoccupate…con molta pazienza sono riuscita a civililizzare “all’italiana” anche il mio moroso.
    Pero` io proprio gli inglesi non li capisco. Mia madre mi ha fatto una testa tanta quando ero piccola dicendomi che non si butta a terra la spazzatura. Eppure qui si vedono uomini d’affari (e donne) tutti belli ingessati che buttano a terra bucce di banana, bicchieri del caffe` e qualunque altra schifezza a terra con molta disinvoltura. I bus sono delle discariche ambulanti, con bottilgie di vetro che ad ogni curva rotolano e rotolano e rotolano…finche` cadono giu` per la scala. Le ragazze ubriache il sabato sera non riescono a camminare con I tacchi alti e hanno sempre la brilante idea di togliersele e camminare scalze sui sudicissimi marciapiedi londinesi.
    E poi nei negozi di alimentari sono scortesissimi, soprattutto se hai qualche difficolta` con la lingua…
    Insomma, a me pare che tanta civilta` non ci sia nemmeno qui, a volte ad una domanda gentile neanche ti rispondono. Esempio sul bus: una ragazza e` davanti alla porta e io devo scendere alla prossima fermata. Le chiedo se scendera` anche lei e la simpatica girl invece di dirmi di si` mi paralizza con un’occhiata che significa “ma che cavolo vuoi”?
    Insomma, Londra e` ANCHE fatta di questo.
    E comunque per voi e` civile che per contattare la BT io debba passare le ore al telefono?????? E quando miracolosamnete riesco a parlare con qualcuno mi passano ad un altro operatore e devo rispiegare tutto dall’inizio????

  15. franco_73 scrive:

    infoper filippo
    ciaoo filippo ho mandato cv presso il tuo ex studio a mestre hai dritte da darmi?
    scrivi a franco_73òvirgilio.it……
    grazieeee
    ciaooo
    f

  16. filippo scrive:

    per franco_73
    ….cosa posso dirti…..
    tutto dipende dalla tua formazione e dalle tue aspettative. L’ambiente e’ molto piacevole…..ma risente di alcuni difetti di molti studi di architettura italiani.
    Se hai domande in particolare….scrivimi pure, magari qualche dritta in privato te la posso dare! 😉

    In ogni caso….in bocca al lupo e salutami quelli del 3d nel loro acquario!!!!!

  17. The English Settler scrive:

    E…
    Scusami Silvia potresti dirmi il titolo del libro che ti ha consigliato Enrica? Grazie

  18. rosy scrive:

    xfranco_73
    forse non dovrei intromettermi dato che hai fatto una domanda a Filippo…ma su quello studio la dritta te la vorrei dare io….STAI ALLA LARGA!!!

  19. vale ex brick lane scrive:

    piccola o grande impresa?
    ciao ragazziiii!
    ho avuto delle offerte finalmente…solo ke presa dalla paura di non trovare ho cominciato a mandare anche a quegli studi ke non mi piacevano tanto, ed ecco qua due offerte…uno studio piccolo in brick lane che si occupa piu di conservazione…sembra ke non mi possa separare da questa stradina…e l’altro in una media impresa (40pp) a victoria…offerte buonissime…io da appena laureata quei soldi me li scorderei …pero bo adesso mi è venuto il panico da piccola impresa dato ke prima ci lavoravo e se il capo non ti piace…tutti i giorni vedere quella faccia…la seconda sembra carina pero i progetti e lo stile…tipico stile inglese tradizionale e conservatore (forse cercavo qualcosa di piu giovane)…venerdi mi faranno sapere alla broadway malyan…io credo ke la qualita dei progetti non sia un granke pero boh almeno è una grande impresa e giovane…voi ke avete piu esperienza di me che mi consigliate?piccola o grande impresa?
    un bacione a tutti Vale

  20. marcobxl scrive:

    vi sto perdendo!
    Ciao ragazzi!come ve la passate?io sono scomparso,scusate (anche se non penso ve ne siate accorti,forse solo per il livello di caz… piu basso).comunque,sono preso dal lavoro nel nuovo studio.Vi mando un grande abbraccio e saluti a tutti!PS x lu:quasi ci siamo eh?

  21. lu scrive:

    x marco bxl
    già…quasi….
    acquolinaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!e fifaaaaaa!!!!!e stanchezzaaaaaaa!!!!!!
    lu

  22. Roberto scrive:

    Ciaoo
    ciao ragazzi,

    riesco a postare di nuovo dall’ufficio….
    2 cosine veloci:

    x Silvia….
    condivido quello che dici sui londinesi ma…..
    da quanto tempo non stai in Italia? oppure hai mai vissuto nel Sud Italia?
    Te lo chiedo perche parli di tante cose che dove vivevo io erano enormemente peggio che qui….
    Cartacce per terra?? in Sicilia e’ un sport…in autostrada tirano di tutto fuori dai finestrini delle auto…per strada non puoi camminare perche’ e’ piu’ l’immondizia che lo spazio per passare…
    I Call Center???!! mai provato quello della Telecom?!
    Non so….forse davvero il Nord Italia e’ enormemente superiore al Sud, ma anche mio fratello di Milano mi dice che Londra e’ meglio.
    Poi forse sei stata sfortunata tu o sono fortunato io, ma finora ho sempre trovato persone gentili e sorridenti. Certo ci sono anche molte persone cortesi ma fredde e poi ci sono i rozzi e scortesi come ovunque.

    x piccola o grande impresa
    Io lavoro per un piccolissimo studio ( siamo in 5 )…..io sono molto contento, principalmente perche ho l’opportunita di imparare molto e di avere dei progetti direttamente affidati a me.
    Ma non son tutte rose e fiori….
    principalmente lo stipendio non e’ lo stesso che puoi avere in studi grossi ( a meno che i clienti non siano importanti ) e poi le responsabilita’ son molte di piu’ ( quindi anche lo stress che ne deriva e gli straordinari non pagati…. ).
    Per te che sei appena all’inizio potrebbe essere una grande esperienza da poter poi mettere nel curriculum e fare la differenza rispetto ad uno che inizia a lavorare in un grande studio senza imparare granche’ ….
    Dipende da quello che vuoi tu!

    Saluti a tutti!

  23. rosy scrive:

    xvale
    ciao vale
    il mio consiglio è…vai con calma. Londra è piena di studi di architettura, puoi trovare tranquillamente quello che fa per te.
    te lo dico perchè io appena arrivata in preda al panico di non trovare lavoro non ho fatto una scelta ponderata. l’ho fatta poi successivamente con la sicurezza di un lavoro alle spalle, ma mi è costato mesi di malumori. sono passata da uno studio medio grande ad uno molto piccolo. quello che dice roberto è vero, nello studio piccolo hai molta piupossibilità di imparare e generalmente, se dimostri intraprendenza, ti danno anche responsabilità e possibilità di gestire i clienti.
    il discorso dei soldi è vero ma relativamente. diciamo che spesso e volentieri negli studi piccoli si guadagna meno, ma a volte ci sono studi piccoli che hanno ottimi clienti ( come quello dove sto io ) e lì le cose sono un pò diverse. non per niente ho cercato lavoro nelle zone diciamo un pò più ricche ( chelsea, south kensington, fulham, tra l’altro piene zeppe di
    studi ). insomma, fatti furba, cerca con oculatezza, la paura di rimanere senza lavoro è pressochè infondata. e attenta a cosa fanno gli studi, non ti consiglio settori troppo legati all’edilizia o ai monumenti inglesi
    ( pallosissimi ) perchè poi saresti più in difficoltà tornando in Italia. usa il sito riba, puoi scegliere gli studi in base alla zona e ai settori di specializzazione. in bocca al lupo.

  24. silvia scrive:

    Cena
    Ragazzi, se si organizzasse una cena per venerdi` 27? Ci siete o siete gia` in vacanza?

  25. Gianluca scrive:

    desperate architect
    x Rosy e Filippo

    Scusate se vi sto chiedendo una marea di consigli, ma anch’io (settembre) mi trasferirò a Londra, sia per questione di cuore (dopo tutto l’ho incoraggiata io ad arrivare lì, e adesso tocca a me), ma anche per cercare nuovi punti di vista all’approccio lavorativo e all’organizzazione di uno studio d’architettura. Detto questo, secondo voi il mio inglese piuttosto “maccaronico” (è mia intenzione fare un corso di almeno una sett. full intensive appena arrivato) potrebbe essere un ostacolo nella ricerca di un lavoro? Tra pre e post laurea lavoro da circa 5 anni… secondo voi sono facilmente collocabile in uno studio? Il mio problema nasce dal fatto che in teoria ho esperienza, ma non in una realtà inglese: quindi cosa mi consigliereste di mettere sul CV, che mi candido come Architectural Assistants, Junior Architect o..? Guardando i siti di studi inglesi vedo un largo uso di Microstation, mentre io conosco Autocad e 3DstudioMax: anche questo secondo voi puo’ essere un problema? Mi consigliate un corso?
    E inoltre, una domanda che si lega a quella di altri lettori del blog (Lu, Vale): ma c’è così tanta richiesta di architetti? So che e’ una domanda bizzarra, ma l’idea della disoccupazione ;-( ).
    Ultima domanda (lo giuro): il CV deve essere solo descrittivo o le immagini dei miei lavori sono essenziali? In oltre avrei anche una lettera di raccomandazione da parte del mio professore di tesi, a cui sto facendo da assistente:secondo voi la posso allegare, o suona molto “italian style”?

    Grazie mille per le “dritte”
    Gianluca

  26. sterlina scrive:

    x gianluca
    ciao, anche il mio amore mi raggiungera’ ad ottobre, e non ci sono problemi se il tuo inglese fa schifo, l’importante e ‘ che tu capisca qualcosa quando ti parlano, io uso autocad e 3ds e non e’ vero che tutti usano microstation e anche se fosse a loro non importa cosa usi tu, se gli piaci ti pigliano lo stesso e ti insegnano a usarlo, puoi allegare al cv la lettera del tuo prof, ma con traduzione accanto, e ti consiglierei come referenze di usare uno studio, due e’ meglio. per loro poi e’ basilare, il cv di max due pagine, senza disegno o altro con scritto per primo i progetti in cui ai lavorato e poi tutto quello che vuoi. il tuo portfolio poi e’ a parte, con disegni , render e dettagli costruttivi, tutti quelli che puoi mettili!!! altra cosa importante, la legislazione inglese dice che se non sei iscritto all’arb non tipuoi chiamare architect, quindi gli annunci come architect lasciali stare, se non hai esperienza inglese, di regolamentazione edilizia e’ inutile che ti presenti, invece quelli come architectural assistant sono ok, noi siamo italiani siamo part 2 se non abbiamo superato l’esame di stato e part 3 se l’abbiamo superato, ma attenzione part 3 vuol dire che hai esperienza su come si porta avanti un progetto, cosa che puoi acquisire solo lavorando qua….altre domande? lo stipendio medio e’ 26.000£ annui se non parli proprio inglese, 28.000£ se lo parli discretamente e lavori in 3d, ma non tutti gli studi hanno autocad full version o 3ds, di solito si rivolgono a studi esterni, tipo quello dove lavora Filippo!!!

  27. maria grazia scrive:

    ogni fa bene anche nn parlare di architettura…
    ciao ragazzi volevo invitare tutti i frequentatori del blog ad una serata sabato 21 al Platinum, vicino old street……nn vi preoccupate nn mi sono messa a fare la pr per le serate, sono pur sempre un’architetto!!!!
    uno spunto per incontrarsi…..tra chi cerca e chi ha trovato.
    ciaooo

  28. fra scrive:

    x rosy
    Rosy ma anche in uno studio come il tuo non grandissimo, ti assumono praticamente come dipendente?Poi una volta assunti possono lasciarti a casa facilmente?
    Grazie mille. Ciao a tutti!

  29. rosy scrive:

    sterlina
    concordo con tutto.
    con la dovuta elasticita’.
    a volte anche se cercano un architetto possono prendere un assistant se gli dimostri che hai gia’ esperienza. e anche i salari da prendere con le pinze. prendere 26.000 sterline come primo lavoro
    in UK puo’ tranquillamente succedere, ma l’inglese lo devi parlare abbastanza sciolto. ma non e’ comunque la regola. ho sentito di molte persone che all prima esperienza hanno avuto 25.000, 24.000, e anche 18.000. dipende molto dal tipo di studio e dall’esperienza.

  30. filippo scrive:

    x sterlina….
    ..giusto una precisazione……io non lavoro in una societa’ che fa rendering…..lavoro in uno studio di architettura e mi occupo dei rendering! 🙂

    Ciao!

  31. diego scrive:

    nuovo arrivato
    ciao rosy e filippo e tutti i lettori assidui di questo blog, dopo tanti tentennamenti e indecisioni ho deciso anche io di trasferirmi a Londra, incoraggiato dalle vostre esperienze e soprattutto scoraggiato dalle mie. Così eccomi qui, da due settimane ho lasciato i 40 gradi del sud italia per i 20 scarsi, ho già fatto tanti colloqui, ma ancora sono senza lavoro, arriverà mi dicono, ne sono convinto, ma devo dire che è molto penalizzante per loro non avere espeienza in UK. Ho spedito curricula a quasi tutti gli studi di Camden, incredibile quanti ce siano solo in questo distretto. Cmq nn mi do per vinto e continuo a cercare in altre zone. Certo nei primi coloqui ero nervosissimo, quelli telefonici poi un trauma, adesso sono piu tranquillo anche perchè piu o meno ti chiedono le stesse cose. Sono settimane e vivo Londra con un sentimento strano, voglio dire non la vivo da turista ma più forse con un senso di rivalsa, di chi mi può dare una chance che l’Italia non mi ha potuto dare. A presto ragazzi e spero di postare con un laoro la prossima volta, ciao a tutti.

  32. diego G scrive:

    nuovo arrivato
    ciao rosy e filippo e tutti i lettori assidui di questo blog, dopo tanti tentennamenti e indecisioni ho deciso anche io di trasferirmi a Londra, incoraggiato dalle vostre esperienze e soprattutto scoraggiato dalle mie. Così eccomi qui, da due settimane ho lasciato i 40 gradi del sud italia per i 20 scarsi, ho già fatto tanti colloqui, ma ancora sono senza lavoro, arriverà mi dicono, ne sono convinto, ma devo dire che è molto penalizzante per loro non avere espeienza in UK. Ho spedito curricula a quasi tutti gli studi di Camden, incredibile quanti ce siano solo in questo distretto. Cmq nn mi do per vinto e continuo a cercare in altre zone. Certo nei primi coloqui ero nervosissimo, quelli telefonici poi un trauma, adesso sono piu tranquillo anche perchè piu o meno ti chiedono le stesse cose. Sono settimane e vivo Londra con un sentimento strano, voglio dire non la vivo da turista ma più forse con un senso di rivalsa, di chi mi può dare una chance che l’Italia non mi ha potuto dare. A presto ragazzi e spero di postare con un laoro la prossima volta, ciao a tutti.

  33. diego G scrive:

    nuovo arrivato
    ciao rosy e filippo e tutti i lettori assidui di questo blog, dopo tanti tentennamenti e indecisioni ho deciso anche io di trasferirmi a Londra, incoraggiato dalle vostre esperienze e soprattutto scoraggiato dalle mie. Così eccomi qui, da due settimane ho lasciato i 40 gradi del sud italia per i 20 scarsi, ho già fatto tanti colloqui, ma ancora sono senza lavoro, arriverà mi dicono, ne sono convinto, ma devo dire che è molto penalizzante per loro non avere espeienza in UK. Ho spedito curricula a quasi tutti gli studi di Camden, incredibile quanti ce siano solo in questo distretto. Cmq nn mi do per vinto e continuo a cercare in altre zone. Certo nei primi coloqui ero nervosissimo, quelli telefonici poi un trauma, adesso sono piu tranquillo anche perchè piu o meno ti chiedono le stesse cose. Sono settimane e vivo Londra con un sentimento strano, voglio dire non la vivo da turista ma più forse con un senso di rivalsa, di chi mi può dare una chance che l’Italia non mi ha potuto dare. A presto ragazzi e spero di postare con un laoro la prossima volta, ciao a tutti.

  34. rosy scrive:

    xfra
    se per dipendente intendi con contratto, a prescindere dalla durata, con ferie, malattia e maternita’ pagate la risposta e’ si.
    questa e’ la prassi di qualsiasi studio.
    la durata del contratto puo’ pero’ variare da 6 mesi al tempo indeterminato. sul lasciarti a casa non saprei bene, in generale se lo studio va bene e soprattuatto se rendi e’ difficile che ti licenzino. anzi generalmente ti pagano i corsi di specializzione e spesso anche l’iscrizione all’ARB o RIBA…certo poi tutto puo’ succedere…

  35. davide minniti scrive:

    un po’ di info
    Ciao ragazzi!
    vedo che vi gira bene…

    Mi dispiace annegarvi nelle domande ma ecco tutto:
    anch’io sono uno di quelli che sta attivandosi per spostarsi a Londra.
    Sto a Parigi da un anno e mezzo ma non ne posso più…
    Quindi opto per un “rientro” in UK (ho già delle esperienze di studio e lavoro li).

    Da un paio di settimane riempio form e invio CV+Cover. Sono un Planner/Urban Designer con anche diverse competenze nel settore del marketing e del webdesign…etcetcetc.
    Non sono solo, anche la mia ragazza vuole provare questa esperienza.Lei è un architetto.
    Entrambi abilitati alla professione.
    Avreste qualche suggerimento da passarci?
    Una lista /directory di recruitmentagency specializzate nel nostro settore?

    Ho visto che parlavate di zone piene zeppe di studi e società…c’è un posto in cui trovare tutti gli indirizzi e relativi siti?

    In termini di alloggio, come conviene muoversi e in che zone cercare per dei mono/bilocali a prezzi accettabili?A che livello è l’affitto mensile/settimanale medio?

    grazie e good luck!
    dav

  36. rosy scrive:

    xgianluca, davide e diego
    ragazzi rispondere a tutti come si deve non e’ possibile per noi, perche’ siete in tantissimi a farci le stesse domande. se andate a rileggere i post iniziali e i messaggi dei lettori praticamente trovate TUTTO SPIEGATO CON DOVIZIA.
    fidatevi.

  37. dav scrive:

    grazie
    Si si, trovo diversi spunti…
    ma quanto avete scritto!
    complimenti e bravi entrambi…

    Spero a presto!

    xfilippo:
    e già quella camera che raccoglie CD…il tuo piccolo mondo..
    provo sempre le stesse emozioni ogni volta che torno a casa… e il mio sguardo si perde nello Stretto giù alla punta dello stivale!

  38. franco_73 scrive:

    info per filippo
    ciaoo
    mi mandi una email al mio indi franco_73@virgilio.it…..
    io ho un tuo indirizzo email ma non riesco a spedire le richieste di informazioni sul tuo ex studio!!!
    ciaoo
    f

  39. Fra scrive:

    Grazie!
    Grazie per la tua risposta Rosy. Le Vostre info sono sempre utilissime; grazie ai tuoi post iniziali sono riuscita a redigere un buon curriculum. Io e mio marito siamo veramente indecisi tra Londra ed Amsterdam; Londra per gli stimoli che offre, Amsterdam perchè è più vivibile e ci sono mille servizi per chi vuole avere bambini. Poi io sono modenese e come nella mia città tutto è facilmente raggiungibile in bici! La prossima settimana lui sarà in Olanda per ultimo round di colloqui. Ah per fortuna lui non è architetto!!!
    Grazie ancora!

  40. R scrive:

    tempo di percorrenza
    chi mi sa dire quanto tempo ci vuole per arrivare da Heathrow a Piccadilly Circus e fino a che ora è aperta metro di london?
    ciao

  41. nocciola scrive:

    Saluto e richiesta info per alloggio
    Ciao,
    mi diletto a leggere ogni tanto della vostra entusiasmante esperienza, così mi siete venuti in mente mentre cerco alloggio a Londra dal 1 al 9 settembre per venire a seguire il corso ABACUS/architecture.
    Se conoscete qualcuno che ha voglia di affittare una doppia per quel periodo battete un colpo.
    In bocca al lupo per tutto.
    Noi di certo non ci perderemo la mostra di ZAHA, nè i tanti cantieri di cui pullula la vostra vivace città.
    Un bacione

    nocciola e Adele

  42. R scrive:

    camera
    a me servirebbe camera doppia (con bagno) per 6-16 agosto se c’è qualcuno che vuole affittarne una in quel periodo ….

  43. rosy scrive:

    alloggio
    ragazzi guardatevi i siti http://www.italianialondra.com e http://www.italiansoflondon.com
    nelle sezioni accomodation e bacheca ci sono tanti annunci di ragazzi italiani che affittano camere anche per brevi periodi.

  44. vale brick scrive:

    grazie ragazzi
    ciao ragazzi,
    vi scrivo durante questo temporalazo….che ci voleva dopo tanti giorni senza pioggia…grazie mille per i vostri consigli…ormai ho deciso…se non mi chiama la broadway malian vado nello studio piccolo…il capo sembra una brava persona e gli brillavano gli occhi quando mi mostrava i suoi progetti di conservazione…mi ha mostrato anche altri progetti di nuova costruzione…e mi piaceva la sua attenzione per il dettaglio e la materialita….io alla fine non so se fare il tuo discorso rosy…perche penso ke tu hai un po di anni di esperienza in italia…io ho 5 mesi di esperienza in londra…e qualche concorso a cui ho partecipato…non so se ho davvero tutte queste possiblita…e poi come capire quale studio è meglio di un altro se non ci si sta dentro??
    raga ma parlando dell’architettura inglese, ma voi cosa ne pensate?io penso che gli inglesi non hanno poi tanto buon gusto e che non sono pratici soprattuto per i tipi di serramenti che scelgono…per pulire le finestre è necessario mettere una scala da fuori e rischiare la vita…jejejeje….e come design…quasi sempre lo stesso troppo vetro e poca composizione…magari mi sbaglio…pero sapete bene ke ognuno parla secondo le sue esperienze…se vedete gli architetti spagnoli sono ad un altro livello secondo me!!
    dai vi bacio tutti e vi aspetto al city hall stasera ci sono gli all stars…e ad agosto ci sara teatro all’aperto!!!sempre se non piove!!!
    bacioni vale

  45. steppi scrive:

    hi!!!
    Ciao raga!!!Mi trovo a Limerick,irlanda da 10 giorni…per cui mi sento fisicamente molto vicina a voi!!Aiuto!!.. ma come fate a resistere a tutta questa pioggia???;)
    Kisses Steppi

  46. Valeria scrive:

    LIBRO Watching the English
    Il libro è riportato nei post precedenti, cmq il titolo è:
    Watching the English
    The hidden rules of English behaviour
    scritto dalla famossissima antropologa Kate Fox

  47. Daniel scrive:

    Mi hanno rubato il telefonino
    Ciao Roberto,
    volevo dirti che venerdi sera mi hanno “sfilato” il telefonino dalla tasca dei pantaloni… e ora non so come contattarti per il pic nic di oggi…
    pensa colmo dei colmi che me l hanno rubato dei nostri conterranei..perchè quando sono andato a vedere sul sito della tmobile le chiamate effettuate dopo che mi è stato rubato…le chiamate erano verso un numero …italiano…ho provato a chiamarlo e spiegargli la situazione…ovviamente il tizio ha perso tempo e ha messo giù quando ha capito chi ero… BASTARDO!!
    Peccato…
    vabè buona giornata ed un saluto a tutti!
    CIaoo
    Daniel
    ps.comunichiamo via mail!!
    🙂

  48. marcogio scrive:

    ancora consigli
    Ciao a tutti,

    come molti sto pensando anche io di trasferirmi a Londra e volevo chiedervi alcune informazioni:

    – da circa due anni lavoro come archietto: circa un anno a Barcellona ed un anno qui in Italia. A barcellona ho lavorato su di un progetto molto bello ed interessante, mentre qui in Italia, purtroppo, ho lavorato solo su capannoni industriali senza particolari qualità architettoniche. Secondo voi nel portfolio devo metter anche questi ultimi progetti oppure no?

    – Pensavo di partire per Londra tra un paio di settimane e fermarmi tutto il mese di agosto e sto facendo un elenco degli stud di architettura in cui mi piacerebbe poter lavorare, secondo voi è una buona idea se, invece di spedire CV e portfolio, lo porto direttamente io presso gli studi? Quante possibilità ho, secondo voi, di trovare un lavoro in circa un mese?

    Ringrazio chiunque abbia la voglia di darmi qualche consiglio.

    Vi seguo con passione.

    Marco.

  49. Roberto scrive:

    x Daniel
    che bastardi!!!!!

    scusa, ma ho letto la mail soltanto adesso, a casa non ho ancora internet…..
    cmq alla fine abbiamo rimandato tutto!

    Ci facciamo sempre riconoscere eh? ora iniziano a rubare anceh qui gli italiani?!!