Serata allo Shunt

….un locale impossibile da catalogare. LO SHUNT.

Appena entrati….quello che vi aspetta e’ un lungo percorso al di sotto delle volte della metropolitana illuminate con deboli luci colorate. Ai lati…..pannelli bianchi sui quali vengono proiettati video di performance artistiche. Al termine del corridoio si arriva alla piccola sala delle live music e da li si accede al locale vero e proprio…..dove in maniera disordinata sono posti tavoli, sedie, poltrone, calcio balilla, carretti e persone.

…..persone di ogni tipo, dai clienti (pochissimi turisti!!!!) ai performer, come ad esempio la tipa che si e’ presentata in mezzo a tutti con maschera per l’ossigeno in raso e con due ventagli infuocati per una performance di danza molto sensuale. Non per ultimi i musicisti che se ne andavano in giro per il locale con maschere e tromboni……molto alla Tom Waits.

Sembra che il locale sia piaciuto a tutti quanti…..e questo fa ben sperare per un prossimo giro (sono uno di quelli che quando trova un bel posto tende ad andarci ogni volta che puo’!).

I veri Dolce e Gabbana!!!!!
Enrica e Cristina…..vere londoners!


Per il resto tutto benone…..casa nuova ci aspetta e non vediamo l’ora di iniziare il nostro TERZO trasloco…..nella speranza di passare almeno un anno di tranquillita’ immobiliare! 😉

Un abbraccio a tutti!

Filippo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

156 risposte a Serata allo Shunt

  1. nut scrive:

    Londra che decisione
    Ciao Rosy e Filippo, ciao a tutti coloro che ogni giorno con un semplice messaggio rendono questo blog ricco di emozioni e di speranza per chi, come me, vi segue fin dall’inizio della vostra avventura e non ha ancora tentato il grande salto.
    E’ da anni che sogno di andare a Londra a lavorare,prima ancora di raggiungere la laurea in architettura tanto sudata ma che mi ha restituito (e purtroppo continua tutt’ora) tante delusioni fin dai primi anni lavorativi.
    E’ incredibile come le storie di tutti coloro che scrivono e intervengono in questo blog si assomiglino tanto. Io mi trovo nella stessa situazione di Salvo:tanta voglia di cambiare e migliorare lavorativamente,inglese un po’ scarso (anzi il mio è pessimo) e.. la dolce metà che,come me,vorrebbe arrivare a raggiungere il “traguardo” importante del matrimonio (ad oggi impossibile vista la condizione economica e lavorativa di entrambi). Solamente un’unico e importante “problema”:il mio compagno non ha assolutamente l’intenzione di trasferirsi a Londra!Nonostante mi abbia lasciato la piena libertà di decisione di intraprendere o meno un’avventura come la vostra, io non riesco a decidermi, milioni di dubbi mi assalgono sul nostro futuro, cosciente del fatto che questo passo ci cambierebbe completamente la vita…(in meglio…in peggio?!)
    Non so cosa fare…vi chiedo un consiglio,un parere e a te Rosy,vorrei fare una domanda:come ti saresti comportata se Filippo non ti avesse seguito? Per il momento continuerò a sognare attraverso il vostro blog. Ciao e grazie di tutto…

  2. rosy scrive:

    ciao nut
    …la domanda non è semplice, ma sulla risposta sono molto sicura..non sarei venuta qui senza filippo. oltre che un passato professionale abbastanza complicato ne ho avuto anche uno sentimentale abbastanza difficile e non avrei mai rinunciato alla persona della mia vita, dopo averla finalmente trovata, per il lavoro. lo avrei potuto fare sapendo di avere una scadenza magari, ma non come una scelta di vita. vedi io credo che in questo senso vada presa una direzione od un’altra. se la persona che hai accanto è certamente
    ( almeno per quello che senti adesso ) il tuo compagno di vita io non credo che tu ci possa rinunciare per il lavoro. e te lo dico da persona che ama tantissimo lavorare, ma sinceramente, almeno per quello che sono i miei valori di vita, non credo che la soddisfazione lavorativa possa venire prima della persona che ami. detto questo, è anche da vedere se la persona che ti sta accanto non vuole o non può venire con te. nel caso di filippo lui poteva ma non ne era convinto, lo ha fatto perchè mi vedeva infelice e demoralizzata. perchè è anche vero, scusa se mi permetto, che una storia può finire, e purtroppo spesso non è possibbile recuperare le occasioni perdute…insomma, credo che dentro di te dovresti capire quanto questa storia è importante ( ma se parlate di matrimonio credo che lo sia…), quanto riusciresti ad accettare e sacrificare pur di stare con lui. magari potresti pensare ad un’esperienza di qualche anno, o provare a convincerlo che sarebbe importante per te. credo che alla fine ognuno di noi è portato a cercare la sua felicità istintivamente, qualcosa di più forte ti spingerà in una o nell’altra direzione naturalmente, e quella sarà la cosa più importante da salvare per te. in bocca al lupo di cuore!

  3. lu scrive:


    rosy, Sacre e Sante parole…
    io potrei scriverci un’enciclopedia su questo argomento…

    a che ora ci si vede x il concerto?
    e dove?
    facciamo alla tube di camden?
    ciao
    Lu

  4. filippo scrive:

    cara LU…..
    …non vorrei distruggere le basi del tuo fantastico mondo tra le nuvole…..ma credo che mettersi d’accordo oggi per un concerto in programma tra un mese….sia un po’ prematuro! 😉

    cheers!

  5. marco scrive:

    E come sempre…
    Buongiorno!

  6. lu scrive:

    oddioo
    e’ a febbraio??
    pensavo a gennaio…
    scusate..sto proprio di fuori..
    ciaoo
    Lu

  7. marco scrive:

    Daje lu che je la fai!
    Vabbe’ nun te preoccupa’ lu,che tra tutti noi non ce’ ne’ uno normale!
    Ah,rega’…ho eppena ricevuto il mio primo assegno londinese!!!

  8. Roberto scrive:

    x Nut
    sono perfettamente daccordo con Rosy ma voglio aggiungere una cosa.

    Pensa bene quanto la frustrazione lavorativa e le delusioni ad esse legate potrebbero pesare sul vostro rapporto.
    Mi spiego perche’ potrei essere frainteso:
    prima di arrivare a Londra la delusione del lavoro e della vita che non riuscivo a costruirmi mi aveva portato ad odiare profondamente la mia citta’ ( amata/odiata Palermo citta’ dalle eterne contraddizioni…. ) e aveva cambiato profondamente il mio umore e di conseguenza il mio comportamento che era diventato aggressivo e polemico oltre ogni misura, questo aveva contribuito a lacerare i rapporti con la mia ragazza…..e mi aveva anche regalato un bel problema allo stomaco dovuto allo stress e “letteralmente” alla bile….
    Da quando sono qui invece son tornato ad essere il tranquillo ragazzo che ero ( sempre un po’ polemico a dirla tutta…. ) e i problemi di stress sono svaniti improvvisamente.

    Con questo voglio dire che Rosy puo’ aver ragione quando mette l’amore prima della soddisfazione personale ma io vorrei precisare che questo dipende dai propri valori personali, quindi pensaci bene.
    Non c’e’ niente di piu’ triste di un bel rapporto che nasce con le migliori intenzioni per poi spegnersi a causa di problemi che non sono minimamente legati alla coppia in se’ ma piuttosto a contingenze esterne.

    Ti lascio pero’ con i miei piu’ sentiti auguri per il matrimonio che si avvicina che ( per chi ne e’ convinto ) e’ sempre un momento indimenticabile ed importante.

  9. rosy scrive:

    londra e amore…xroberto
    beh però alla fine rob a Londra ci siete venuti in due…
    quello che voglio dire infatti è che bisognerebbe secondo me, se si è presa la decisione ( seria ) di condividere la propria vita con qualcun’altro, fare questa scelta di vita in due. uno dei due deve cedere, magari uscendo un pò fuori da una dimensione egoistica e cercando di capire le esigenze dell’altro. questo in entrambi i sensi, partire o restare…nel mio caso filippo in fondo non aveva da perdere granchè, aveva piuttosto tanti timori, ma ha fatto la scelta con me perchè ha capito che se fossimo andati in inghilterra saremmo stati realizzati in due, e in fondo senza perderci più di tanto. a volte questo non è possibile perchè uno dei due non può proprio spostarsi, anche se lo volesse. a questo punto si deve scegliere il male minore..per alcune persone questo consiste nel vivere senza la persona amata, per altri vivere senza vedere soddisfatte le proprie aspirazioni lavorative. ma permettetemi di dire che (secondo me ) se prevale questa seconda direzione è perchè in fondo in fondo non si è del tutto sicuri di aver incontrato la persona giusta.
    ops, scusate mi sono dilungata………..

  10. Sizz scrive:

    milanesi e dintorni…
    Ciaooo,
    innanzi tutto vorrei ringrazie x le risposta al mio precedente post, alla fine l’arch. ha trovato qlc più dispnibile e a buon mercato rispetto a me. 🙁
    Invece oggi vi scrivo per chiedere ai lettori del blog se c’è qlc milanese o cmq qlc che vive in zona, che legge il blog e che vorrebbe trsferirsi….ora che sia LU che Marco sono partiti, io qui mi sento sola…. c’è nessuno disposto ad ascoltare e condividere il mio sogno londinese?

    x Marco
    complimenti per l’assegno!…come va il lavoro? x i divertimenti vedo che ve la passate bene!! 🙂

    ciao a tutti
    bacio
    Sizz

  11. silvia scrive:

    Weekend
    Giovani Gappini,
    il brunch ieri e` stato ottimo (un poco caruccio), ma era vera cucina spagnola per intenditori. La tortilla non mi ha convinto del tutto, ma il resto era davvero buono! Direi voto 8, ma va bene per chi vuole spendere un po’ di soldini in un pranzo ben fatto.
    Purtroppo dopo il brunch mi e` toccato andare a lavorare; anche se un segno del destino mi aveva fatto capire che non era il caso…un uccello mi ha cagato in testa mentre attraversavo Battersea Bridge per andare in studio.
    Ed infatti ho capito che questo e` stato il primo e ultimo fine settimana che mi fregano…fetenti! Mi hanno ingannato dicendomi che era urgente per oggi e invece era per domani.

    E purtroppo credo che prima o poi mi sgameranno che uso questo blog e me lo bloccheranno…sigh! Mi han gia` bloccato il Percorritore e TGIF. Malvagi

    vabboh, parliamo dello Shunt. pare che sia piaciuto, direi che si puo` ripetere il fine settimana 1-3 febbraio?
    Sempre che Fumagalli Brambilla ci possa aprire la porta segreta.

    saluti a tutti

  12. enrica scrive:

    x nut, rosy e roberto
    Non so…leggendo Rosy e Roberto…sinceramente mi sento piu’ vicina a Roberto.

    Qualche anno fa mi sarei trovata forse d’accordo con Rosy, ma poi ho visto che offrirmi incondizionatamente in virtu’ del grande amore, negando a me stessa la realizzazione ad esempio lavorativa, dalla quale passa molto di quello che sono, non porta grandi risultati.

    Quello che sono, quello che faccio, la persona che sono, cresciuta o meno, passa attraverso la realizzazione dei miei desideri e quello che ho da dire alla persona che amo o il modo di stargli accanto non puo’ prescinderne…insomma non sarei io e non ha senso per me scendere a compromessi su quello che sono e offrire una persona “parziale” a chi amo.
    Scusate il discorso intorcinato….

  13. Vi scrive:

    espatrio
    Io approvo e condivido il pensiero di Rosy…

    ps. per Sizz io non sono di milano, ma ci sto pensando seriamente al progetto londinese, se ti va ci sentiamo…
    magari Rosy può darti la mia e_mail…
    🙂

    Vi

  14. lu scrive:

    x silvia
    lo shunt e’ meravigliosoooooo!!!
    ci verro’ di sicuro un’altra volta!!!!
    e pure al Feria, Febia, o come si dice :))))
    ma nessuna news da colleghi dopo vene??
    nessun commento???
    nessun interesse????
    ciao
    Lu

  15. silvia scrive:

    Rimpianti, Italia, UK, fidanzati, lavoro, ecc…
    Mah!
    Io direi che l’esperienza londinese potrebbe anche essere a termine. Nel senso che chi dice che una volta trasferitisi qui non si possa tornare piu` indietro? Secondo me ci si puo` togliere lo sfizio per un anno e promettere di tornare (a meno che le cose poi non cambino del tutto). Se l’uomo di nut non vuole trasferirsi, sono sicura che pero` potra` aspettarla per un anno, mentre lei fa questa esperienza. Mica bisogna sempre stare vicini vicini…Io sono per il compromesso.

  16. enrica scrive:

    x rosy
    dopo aver visto le foto posso dire che possiamo tranquillamente vincere il campionato dell’occhio sgranato (vedi foto in cui parliamo con cri-fuma duchessa del norde)
    🙂

    ma cavoloooo, ma che occhi ho????

  17. filippo scrive:

    ….foto….
    …Enrica….secondo me tu sei venuta fuori bene in quella foto!

  18. enrica scrive:

    x filippo
    venuta fuori bene????
    che strana terminologia…significa che dal vero sono peggio????
    emmisignour…grassie mittico filippo

  19. lu scrive:

    x enrica
    venir fuori bene mi sa che e’ espressione del nord Italia…mi pare..
    ciao
    luuuu

  20. Sizz scrive:

    x VI
    si certo chiedi a Rosy, dovrebbe avere il mio indirizzo. Tu di dove sei?

  21. Vi scrive:

    x Sizz(Silvia) / venir fuori bene
    Ciao
    la Lu gentilissima mi ha dato la tua e_mail più tardi ti scrivo…cmq sono di Treviso.
    a dopo 🙂
    ciao!
    Vi

    ps. credo che SEI VENUTA FUORI BENE…sia più un’italianizzazione di un espressione dialettale veneta 🙂
    correggimi filippo se sbaglio

  22. silvia scrive:

    La Enrica
    Secondo me la Enri con il capello rinnovato e` molto sexy. Come diceva un mio compagno di facolta`, e` PISELLABILE

  23. marco scrive:

    E buon pomeriggio!
    ho avuto notizie inquietanti..devo controllare una cosa…

  24. enrica scrive:

    x silvia
    pare che io abbia una coppa smodata a riguardarci bene….ma non so le lettere associate alle coppe

  25. enrica scrive:

    interior designers :: x cri e luu
    qui si trovano gli interior designers divisi per zone di londra
    http://www.interiordesignlocal.co.uk

  26. marco scrive:

    Ecco,ho controllato…
    Filippo…bastardo. 🙂

  27. lu scrive:

    x enrica
    ti amiamo!!!!grazie
    🙂
    quel link me lo consumero’!!!!
    lu

  28. enrica scrive:

    x gli interiors designers
    Ho scovato un interior designers meet up group a Londra…cioe’ svariati interior designers si incontreranno domani…se andate al link che vi do e vi iscrivete…e’ gratis…potete andare e fare alcune domande e conoscerli…
    potete comunque anche contattarli via email….

    http://intdesign.meetup.com/183/?gj=sj6

    e’ un sito a posta creato per far conoscere tra loro attraverso dei gruppi divisi per citta’…gli interior designer di tutto il mondo

  29. enrica scrive:

    CERCASI COMPAGNA o COMPAGNIA
    QualcunA di voi ha bisogno del parrucchiere e si reca insieme a me da Pimp & Peanuts a Spitalfield sabato prossimo?

  30. nut scrive:

    le scelte di vita…
    Grazie a tutti coloro che hanno cercato di darmi un consiglio e grazie a Rosy per il suo così…personale. le decisioni di vita così importanti sono difficili e credo vadano prese insieme (come avete fatto voi), se ne vale la pena, e il pensiero di trasferirmi solo per qualche anno (idea che ho già preso più volte in considerazione) credo sia ancora più complicato…sia perchè non penso che si possa valutare a priori il “tempo” di trasferimento sia perchè dal momento in cui si parte bisogna tener conto che il tempo inesorabilmente passa e alcuni attimi di vita non si potranno più rivivere. Il mio compagno non vuole trasferirsi perchè vuole sfruttare le poche certezze che negli ultimi anni sta cercando di costruire con tanta fatica tra cui quelle lavorative. In realtà credo che,anche se non è soddisfatto della nostra situazione sia di vita che lavorativa,per lui sarebbe ancora più complicato ricominciare tutto da zero piuttosto che continuare a cercare di migliorare qui in Italia; non si è ancora arreso alla situazione di estrema difficoltà di noi giovani qui.. e continua a cercare (anche per me) e a sperare!. Ed è proprio questa la questione:io mi sono già arresa (forse un po’ presto o forse la voglia di interrompere questa lunga situazione di incertezza mi ha portata (anche per il tipo di lavoro) a cercare altrove.

    xRoberto:hai perfettamente ragione su quello che dici, io fino ad oggi sono riuscita a coltivare e portare avanti un bel rapporto e nello stesso tempo a controllare e contenere i problemi che può comportare ad una coppia una situazione di incertezza e di insofferenza come questa. Non è una situazione facile, soprattutto tenendo conto che non passa giorno in cui non penso, anche solo per un attimo,come potrebbe essere la mia/nostra vita a Londra, ma anche il mio/nostro futuro in Italia,magari con un lavoro che mi permetta di vivere ma che non mi potrà realizzare completamente.

    Scusa Rosy ma non ho capito cosa intendi dire quando affermi che “se prevale il vivere senza vedere soddisfatte le proprie aspirazioni lavorative è perchè in fondo in fondo non si è del tutto sicuri di aver incontrato la persona giusta”, cosa intendi dire?
    Spero di riuscire (a breve) a prendere una decisione che mi permetta di vivere con maggior tranquillità…
    Scusate la lunghezza del post, ancora grazie a tutti… per tutto! ciao

  31. Occhio di Vetro scrive:

    Shunt e dintorni
    x Marco… non mi hai lasciato nemmeno il tuo numero di telefono! non si fa così però! 😉

    Lo shunt è fiko, non ci piove… birra e vino costano il giusto…
    noi della casa di moda Dorce & Gabbbbana se stà a medità na tessera che da diritto all’ingresso del tesserato più un ospite (quindi se SMEZZA) 😉

    PERIOD MEMBERSHIP FOR 11 WEEKS (44 NIGHTS AT THE LOUNGE) WILL BE £60

    WHAT DO YOU GET FOR MEMBERSHIP?
    Free access for yourself AND ONE GUEST to all evenings at the shunt lounge.
    Guaranteed entry and no need to queue to enter on busy nights.
    Priority booking for items that have limited capacity.
    Regular(ish) e-mail reminders of the weekly program and notice of any unscheduled events.
    Extended entry times on Fridays and Saturdays (until midnight)
    http://www.shunt.co.uk/membership.php

  32. val scrive:

    di traslochi…
    traslocare diventa biologico, io qui in spagna, in 4 anni ho cambiato 7 case…anche l’idea di smontare tutto un domani e ritornamene a casa in italia non mi spaventa…ci si abitua,
    Anzi fare pacchetti aiuta a fare il punto della situazione. Vedi quante cose hai fatto, quanti biglietti da visita hai collezionato, quante persone hai conosciuto, con quante nazionalitá hai convissuto…ripensando in quante lingue sai dire “ciabatte”, “dai che tutto si risolve”, “vuoi un piatto di pastasciutta…”fai piccoli bilanci di vita.
    animo chiquetes:)

  33. eleonora scrive:

    lavoro amore e scelte di vita
    per nut e per tutti quelli che…
    avrei voluto iniziare il mio commento dicendo “la mia e’ una situazione un po’ particolare”, e mi sono resa conto che avrei dovuto ripeterlo ogni due righe. questo non vuol dire che io e il mio uomo siamo speciali o siamo diversi…o meglio, lo siamo come lo sono tutti, perche’ ciascuno di noi (sia come singolo sia come coppia) ha il proprio background, i propri ritmi, le proprie aspirazioni e il proprio modo di sentire. quindi e’ difficile anche dare consigli…soprattutto in un contesto come questo dove, di fatto, non ci si conosce. rosy e fili conoscono la mia situazione perche’ ne abbiamo parlato spesso, con toni inizialmente angosciati e via via piu’ sereni. io sono partita, e sono partita finalmente serena, perche’ in italia mi stavo atrofizzando come architetto ma soprattutto come persona, e questo proprio perche’ sono molto attaccata al mio lavoro e alle mie aspirazioni professionali, per cui l’insoddisfazione lavorativa tracimava nel contesto personale. il mio compagno vive comunque lontano (lui a crema e io a siena) e per due anni e mezzo ci siamo visti solo il fine settimana. questa situazione non ha affatto intaccato la nostra storia, perche’ ogni volta che ci vedevamo (e ci vediamo) e’ una festa, fatta di sorpresine, regalini eccetera. la sua situazione non puo’ cambiare per i prossimi due /tre anni, dovremmo comunque dovuto vivere distanti. quindi tanto valeva che venissi quassu’. magari ci vediamo un fine settimana in meno…ma questa lontananza, e i miei problemi legati all’espatrio ci stanno rafforzando, perche’ lui c’e’, sempre. ed e’ stato lui ad incoraggiarmi ad andare via, dicendomi che preferiva avere al suo fianco una persona felice ma lontana. e soprattutto non mi ha mai detto “o me o londra”. io sono molto attaccata a siena, e probabiblmente non avrei vissuto comunque questo “espatrio” come definitivo. sono felice di stare bene adesso e di pensare che quando tornero’ le cose saranno, se non sistemate, almeno piu’ chiare; e sono felice che a migliaia di km di distanza ci sia qualcuno che sta lavorando nella stessa direzione. in questo siamo anche fortunati e ci sentiamo incoraggiati, perche’ conosciamo alcune coppie, famiglie anche, (anche di 20 anni piu’ di noi, per dire) che hanno vissuto o vivono tuttora addirittura in continenti diversi, vedendosi una settimana si e una no. non penso a cosa trovero’ al mio rientro, altrimenti manco sarei partita; ma spero in questi due/tre anni di trovare occasioni da cavalcare. ma la cosa fondamentale e’ che la lontananza da lui e’ la cosa che meno mi angoscia, anzi mi da’ la forza. londra in questo senso mi sta aiutando a focalizzare obbiettivi vicini e lontani, dando un senso a quello che faccio ora, domani e nel futuro meno immediato. spero di non essere stata troppo confusionaria e melensa, in questo commento, ho cercato di essere breve e al contempo di spiegare la mia situazione, e probabilmente ne e’ uscito un post incomprensibile!
    in bocca al lupo e coraggio a tutti i futuri “cuori lontani”!

  34. silvia scrive:

    x nut
    Ciao nut,
    perche` dici che non si puo` decidere a priori il tempo di trasferimento?
    La vita e` fatta di tanti elementi: lavoro, coppia, casa, amici, famiglia…
    Una cosa e` trasferirsi all’estero per qualche tempo per fare un’esperienza diversa, prendere nuovi contatti, arricchire il proprio Cv e tornare in Italia con qualche speranza in piu`. Altra cosa e` invece decidere che la propria vita “sta stretta” ed andarsene per cambiare completamente aria.
    Io non credo che la sola insoddisfazione lavorativa possa portare ad un cambiamento cosi` radicale. Lo dimostrano tutti i nostri colleghi italiani che alla bene e meglio stanno cercando di cavarsela li`. Certo non guadagnano molto, ma hanno deciso che forse quello che hanno gli basta, pur di stare nel posto che loro considerano “il loro posto”.
    Io sinceramente non mi sarei mai trasferita definitivamente per la sola questione lavorativa, sarebbe una specie di esilio forzato per tirare su quattro soldi e poter dire che finalmente faccio l’architetto…ne vale la pena?

  35. anna scrive:

    lo shunt e’ una figata!
    io lo adoro quel posto!!. :-).

    saluti.

  36. lu scrive:

    x Filippo
    lo sai che per poco nn finivi sul TUO divano???
    e per un mese????!!!!
    fortunatamente ho frenato le preoccupazioni e il gran cuore di “donna Rosy”!!!!!
    e tutto per una pazza che tira dietro libri, urla come un’isterica e si inventa persone/cose!!!
    grazie per il continuo appoggio
    Lu

  37. Vi scrive:

    x Lu
    Luuu…scappa…e accetta il divano di Rosy e Filippo!!!
    quella è pazza suonata!!!
    e ancora in bocca al lupo x il nuovo flat!
    bacioni

  38. marco scrive:

    Shunt!
    Sorry mate!non ti ho lasciato il numero di telefono???vabbe ma c’avemo schipe,no?anyway dopo te lo mando.
    Si possiamo anche smezzare,ma quanti siamo?perche se poi ce vogliamo anna’ in piu di due..e soprattutto si puo prestare la tessera?mah ,ci pensero’ stasera.now let’go to work!

  39. max scrive:

    apiusurface a londra
    Hei ragazzi,
    complimenti per il blog..è veramente divertente ed interessante!
    Anche noi, con la nostra associazione al politecnico siamo stati a londra 2 settimane fa!
    Bella e divertente..
    Mind the gap!

    a breve le foto sul nostro blog!

    http://www.apiusurface.blogspot.com/

    un saluto da torino

    max

  40. Luisa scrive:

    INFORMAZIONI
    Carissimi colleghi…
    prima o poi tutti si ritrovano alla stessa porta!!
    Aprirla…o non aprirla, questo è il problema!!
    Sto lavorando presso lo studio corvino + multari, a napoli, per intenderci è lo studio che ha curato il restauro del PIRELLONE dopo il famoso schianto…
    Ed ora è giunto il momento di CAMBIARE!!
    A marzo vorrei partire anch’io per londra…POTRESTE DARMI QUALCHE CONSIGLIO DA BUONI COLLEGHI E DA FRATERNI CONNAZIONALI???
    Ovviamente la mia conoscenza dell’inglese ha bisogno di una rispolveratina!!!
    GRAZIE 1000 per avermi ascoltato!!

    P.S. spero che il vostro soggiorno a londra stia andando bene!!!

  41. enrica scrive:

    x ROSY – EMAIL
    Luu dice che mi hai inviato una email su Paris….mai ricevuta…a chi l’hai mandata?

  42. silvia scrive:

    Enrica….
    ma che non si risponde piu` alle mail?
    Ti ho scritto ieri!

  43. marco scrive:

    X lu:waiting for news!
    Ciao!lu ieri sera poi non ti ho sentita piu,quando vuoi,fammi sapere,ok?

  44. lu scrive:

    x marco
    hai ragione ma ero al telefono!!!
    tu non sai ma nel frattempo sono diventata un’anoressica, mafiosa e bambina!!!!
    estremi per la denuncia
    poi ti racconto stasera
    intanto continuo a dormire con sedie dietro la porta!!!
    ciao
    lu
    ps poi la Francesca che diceva e’ una di qui italiana, architetto della mia eta’ che nn ho mai visto!!!!!
    e’ pazzaaaaaaaa

  45. rosy scrive:

    xluisa
    purtroppo luisa non possiamo rispondere singolarmente a tutti quelli che ci fanno la tua stessa domanda. ma basta che tu ti legga tutti i post di questo blog. da novembre scorso, soprattutto i primi, e troverai tutto ciò che ti serve!

  46. rosy scrive:

    xerri
    no erri..ti avevo mandato un text sul mobile

  47. rosy scrive:

    xerri
    no erri..ti avevo mandato un text sul mobile

  48. enrica scrive:

    x ROSY TEXT SU MOBILE
    Tessoro, non lo mandasti al mio mobile il text…io non ricevetti niente…anyway paris includendo il lune costa il doppio…non ne vale davvero la pena

  49. diego scrive:

    Mi sono perso un po di messaggi, diciamo che mi sono perso per un po…forse ho passato il momento piu buio da quando sono a londra. E’ stato per il lavoro, mi sono sentito messo in discussione , senza saperlo dalle persone interessate, pensavo che gli esami fossero finiti…Ho pensato alle parole di Luca quando parla dello specchio e ho visto quello che vedono al lavoro e che mi dicono in molti, sembro infelice. Ho cercato di capire il perchè. I motivi sono molteplici e vanno dalla mia ansia di avere tutto e subito, tipo perchè non capisco tutto quello che dicono..al fatto di non impiegare il mio tempo come progettista ma come caddista e tante altre cose che ti passano per la testa, ma non mi aspettavo di essere messo in discussione sul lavoro fatto, e soprattutto non alle spalle. Adesso è tutto rientrato e ho scoperto di avere degli amici veri all’interno della CTG.

  50. marco scrive:

    x Diego:non mollare!
    Ciao Diego!
    io sono appena arrivato,quindi forse è troppo presto per crisi lavorative (comunque o mille altri c…altre beghe da gestire,ho di che impiegare il mio tempo).
    Fatte senti’!
    ammazza che sonno…ieri mi sono arrivati due scatoloni da casa,con dentro,tra le altre cose, la moka elettrica..ao’ non ho resistito,mi son fatto un espresso doppio..alle 11 pm!risultato,dormito quasi zero ieri notte!quindi ora vi saluto e vi auguro buonanotte!

  51. rosy scrive:

    diego
    spero davvero che sia tutto ok…se ti può consolare anche io ho avuto dei momenti bui, molto bui, da quando sono qua…e non credo di essere l’unica. coraggio diego!…ma cosa è la CTG?

  52. maria grazia scrive:

    x diego
    diego pibe de oro…….scherzo…..che ben vengano le messe in gioco……scherzo di nuovo…..nn si cresce e nn si va avanti se nn si mette in discussione quello che facciamo a londra, nn siamo venuti qui ragazzini e freschi freschi, ogni giorno è una domanda.
    la nota positiva? qui si può sempre cambiare, abbiamo il vantaggio (rispetto alle ansie che avevamo in italia) di far parte di un contesto dove l’offerta lavorativa è abbondante……
    consiglio del medico: un bel concerto di capossela placa la nostalgia, apre il cuore, illumina la mente……….mannaggia nn ci riesco a nn scherzare….
    🙂

  53. maria grazia scrive:

    sempre per diego
    ovviamente scherzavo per sdrammatizzare, è il mio modo di manifestare solidarietà.
    Sul concerto poi sono fortemente seria.
    Mi permetto di ipotizzare una lista (sulle poche notizie a mia disposizione):
    rosy&filippo
    Lu
    Barbra
    io&dj
    ….
    ….
    …..

    passo e chiudo
    mg

  54. marco scrive:

    e’ iniziato un nuovo giorno,quindi…
    Buongiorno!

  55. Daniele scrive:

    saluti
    Ciaooo! Pronti per il trasloco? Volevo ancora ringraziarvi per l’ospitalità. La pasta a casa vostra settimana scorsa con Manu è stato il top event culinario della mia breve visita in quel di Londra!

    Il mese prossimo sarò lì, mi farebbe molto piacere rivedervi

    Mind the Gap! 🙂

  56. enrica scrive:

    tornando a parlare di shunt
    Lo shunt sta preparando una exhibition interattiva, dura 3gg dal 23 al 26 gennaio per chi e’ interessato:

    exhibition Home Sweet Home

    They’re back, and with something pretty special sounding. For one week they’re going to transform the space into a little community. Those of you who sign up, (email is here, but Shunt members get priority) get a little flat-pack home, and a space to erect it in. The community gets a post office, a radio station and of course all the usual Shunt amenities. The whole thing rounds of with that most important of community functions – the street party – on Saturday night. It’s nice to see in this age of ‘social networking’ and ‘online communites’ someone is putting their faith in the real thing.

    Occorre iscriversi attraverso il sito per poter costruire la propria piccola casa dentro lo shunt e accedere alla grande festa di sabato prossimo.

  57. silvia scrive:

    anch’io
    verro` al concerto, con una mia collega (Tiziana). Marco l’ha gia` conosciuta domenica scorsa.

    Mi sono liberata della portoghese. Ha sbagliato tutti i disegni ed ora sono qui come una fessa a rifarli tutti! Ho detto che finivo la presentazione da sola e lei si e` pure offesa.
    E` davvero dura lavorare in questo modo, secondo me quando si inizia a lavorare in uno studio un po’ di umilta` ci vuole. Io all’inizio avvertivo ogni volta che ero in ritardo di un quarto d’ora, mentre questa ieri si e` fatta 2 ore e mezza di pausa pranzo senza fiatare una mezza scusa…
    E mi sono pure sentita dire che sono troppo ansiosa…ARGGH! Mi sto rifacendo in un giorno quello che lei ha fatto sbagliato in una settimana!!!!!!!

  58. marco scrive:

    x OdV,Concerto Vinicio e Shunt
    allora Okkio,stasera parliamo della tessera shunt e dei biglietti del concerto,io prenoto appena posso,se trovo ancora biglietti.
    ammazza che fame!
    x Silvia:ma poi domenica siete riuscite a “salvare” il progetto???

  59. Occhio di Vetro scrive:

    x 50% of D&G
    Vinicio is in stand-by
    Shunt for sure…

    I’m lost in hundreds of gigs of backup…
    …damn!

  60. nut scrive:

    mi spiego…
    Ciao Silvia, ciao Eleonora,
    scusate effettivamente rileggendo i miei post sembra che l’unico mi problema sia il lavoro, in realtà questo è uno dei tanti, ma è uno dei più “pesanti”, la “scusa” che ha dato il VIA (la goccia che ha fatto traboccare il vaso) che ha peggiorato ancora di più una situazione di insofferenza.
    Mi sono espressa male: in realtà credo si possa decidere, più o meno, il tempo di trasferimento, ma credo che, nel mio caso,non sia la cosa migliore da fare.
    Vero è che ho preso più volte in considerazione ques’idea di partire (anzi è un continuo cambiare idea) per un breve periodo per vedere di chiarire un pò nello specifico la mia situazione lavorativa ecc.. poi di…aspettare che il mio compagno mi potesse raggiungere, ma non mi sono mai decisa perchè non la ritengo una soluzione.
    Mi spiego: la mia situazione lavorativa, di vita ecc. mi stanno strette, sono atrofizzata (come dici tu eleonora), l’unica certezza che ho è la storia (sicura,duratura,per la vita…ecc.) con il mio compagno, il quale si trova più o meno nella mia stessa situazione (forse con qualche certezza in più), ma che sta cercando e vuole affrontare questi “problemi” rimanendo insieme in Italia. Ho cercato di convincerlo, come nel caso di Rosy, ad intraprendere quest’avventura, ma senza risultato.
    Nonostante la nostra relazione mi dia “forza” le angosce di vita affiorano spesso, fortunatamente senza intaccare il rapporto, ma la nostra tensione personale interiore è alta. Non si tratta di una scelta “o me o Londra”, ma la questione riguarda entrambi e l’angoscia deriva dal fatto di intraprendere un’avventura come questa, ma da sola pur sapendo a priori che i problemi di vita sono di entrambi!
    Il mio compagno mi ha lasciato la massima libertà, seppur sia cosciente anche lui del fatto che sia una scelta da fare e da vivere insieme (o rimanere o partire)!
    La mia scelta per Londra voleva essere di vita… e non potendola condividere con il mio compagno ho deciso di rimanere.
    Il trasferimento “momentaneo” credo ci farebbe più male che altro viste le premesse, e non per la distanza…Magari sto sbagliando a pensare in questo modo..
    Non so se sono riuscita un pò di più a spiegare la situazione contorta! Forse trovandomi coinvolta tutto mi sembra difficile anche la più piccola decisione…
    Comunque grazie ancora a tutti per i consigli e per le discussioni che ne nascono. Ciao

  61. Daniel scrive:

    Concrete Elegance: Work Space
    Ciao ragazzi,
    vi volevo salutare e segnalare un “talk” about:the relationship between urban regeneration, the functional and social demands of the workspace and building design that promotes the well-being of people that use it.
    http://www.buildingcentre.co.uk/events/event_diary_details.asp?id=266
    e’ stasera alle 18:30 tra tottenham e goodge street! Okkio che bisogna prenotare i posti…ma e’ completamente free…
    See you there!!
    cheers
    Dan.

  62. Roberto scrive:

    x Nut
    circa 8 anni fa ho vissuto da fuori la storia di mio fratello e della sua ragazza storica ( 10 anni di rapporto ).

    Una coppia felice ed affiatata senza alcun problema ( se non quello di essere 2 ingegneri molto preparati e intraprendenti ) fino al giorno della laurea e dei primi lavori….

    Anche loro si erano scontrati con i soliti problemi legati alle aspirazioni personali e gli ostacoli sentimentali.

    Decisero di separarsi perche’ consapevoli che il loro amore si sarebbe rovinato per la mortificazione delle proprie aspettative.

    Fu una piccola tragedia per tutti ( figurati i genitori…. ) ma la cosa migliore per entrambi.

    Ora lei lavora come ingegnere a Siracusa, lui invece lavora per la Nokia a Milano.

    Professionalmente stanno bene e ognuno e’ riuscito a crearsi la propria strada.

    Sentimentalmente e’ stata dura all’inizo ma poi ognuno e’ approdato a nuovi lidi. Ora sono tutt’e due felicemente sposati.

    Non voglio assolutamente dirti di lasciare il tuo ragazzo, voglio solo farti notare che non esistono consigli o risposte esatte. Sei tu che devi valutare le tue priorita’ e decidere una volta per tutte. Perche’ se c’e’ una cosa che ti uccide a poco a poco ( e sicuramente contribuisce a rovinare una coppia ) e’ l’eterna indecisione, il restare nel limbo senza il coraggio di gettarsi da una parte.

    Spero di non averti rattristata ancor di piu’….

    Un saluto!

  63. rosy scrive:

    xRoberto e Nut
    Scusami Roberto
    ma io ho un’opinione a questo proposito diversa e piuttosto precisa.
    Non credo assolutamente che due persone che si amano davvero e seriamente, e che di conseguenza hanno deciso di fare un percorso insieme,
    si possano lasciare per realizzarsi nel lavoro. Certo ci si puo’ separare per qualche tempo. fare un sacrificio sapendo poi di potersi riunire, ma io sono fermamente convinta,
    e parlo per quelle che sono state la mie esperienze persona, che quando ti innamori profondamente di una persona e sei sicura che sia il tuo compagno di vita non la perdi per realizzarti
    professionalmente, e questo semplicemente perche’ le tue priorita’ cambiano, e il desiderio di realizzarsi, pur rimanendo, non ha piu’ valore totalitario. non tendi piu’ a ragionare solo per te stesso, ma in due, quello che si puo fare non lo vedi piu’ come qualcosa
    di separato dalla persona che ami.
    Datemi pure della
    sentimentalista, ma ci tengo a dire che parlo da persona che ha avuto diverse storie ‘serie’, in cui ho sempre messo se stessa prima di tutto e senza
    tanti problemi ho sempre pensato prima a realizzarmi io come persona e come professionista, e poi alla felicita’ della coppia. Finche’ a un certo punto non mi sono innamorata veramente.
    Perdonami, non e’ una critica a tuo fratello, perche’ credo che la scelta che hanno fatto sia stata la migliore per entrambi, ma non me ne volere se dico che una scelta cosi
    la fai quando sai gia’ che la storia che stai vivendo non e’ l’amore della tua vita, credimi, altrimenti lotti fino all’ultimo per trovare una via di mezzo.

  64. silvia scrive:

    Filmone
    L’altra sera io e Ciri abbiamo visto un film davvero bello che consiglio a tutti. S’intitola The Namesake.
    Preparate i fazzuoli

  65. Roberto scrive:

    x Rosy e Nut
    Ciao Rosy,

    so che la tua non era una critica, in effetti ho scritto che ogni scelta dipende dalle proprie priorita’.
    Nessuna scelta alla fine e’ davvero sbagliata, pero’ non credo che esista un solo amore assoluto nel mondo e nella vita….

    un abbraccio

  66. enrica scrive:

    HORSES
    Sabato pomeriggio, io e la Fuma abbiamo gia’ prenotato, per chi vuole venire …c’e’ la famosa cavalcata della Serpentine. In pratica si attraversa a cavallo in lungo tutto Hyde Park. Loro ti danno cavallo, casco e stivali. Dura due ore e costa 30 sterline, che per andare a cavallo e’ molto poco.
    A qualcuno interessa?

  67. filippo scrive:

    ….cavalli!!!
    …ma bisogna gia’ sapere cavalcare? No perche’ a me interessa molto ma di cavalli non ne so niente nonostante il mio nome! 😉

  68. rosy scrive:

    xRoberto..l’amore assoluto esiste????
    Se per assoluto intendi che l’amore che dura tutta la vita secondo me puo’ esistere, ma purtroppo
    non e’ detto che tutti abbiano la fortuna di trovarlo. e nessuno ovviamente lo sa a priori… Il mio discorso e’ comunque a prescindere dal fatto che esista l’amore assoluto o meno. Di fatto esiste l’amore e stare in coppia e’ una scelta a cui non ci obbliga nessuno, si fa ( o si dovrebbe fare ) se si ama davvero una persona,
    se si ama in quel momento, che poi sia per tutta la vita nessuno lo puo’ dire. Ma nel momento in cui si sceglie di essere una coppia, che ci sia un anello o meno, credo che inevitabilmente la propria liberta’ venga limitata.
    Con questo non voglio dire che si diventa dipendenti l’uno dall’altro, ma secondo me si diventa una famiglia, e come tale le scelte si fanno insieme e nel rispetto reciproco, almeno quelle decisive per la vita. E’ chiaro che questa limitazione di liberta’
    se ami l’altra persona e’ qualcosa che non ti dovrebbe pesare piu’ di tanto e che in un certo senso dovrebbe venire spontanea. Nel momento in cui ci continua a sentirtire frustrato e a stare male perche si ha bisogno veramente di altro
    credo che sia il momento di prendersi le proprie responsabilita’ e accettare che e’ meglio andare per la propria strada, dato che evidentemente la persona che ci sta accanto non ha un’importanza cosi’ forte nella nostra vita. Ripeto, non ci obbliga nessuno a stare in coppia

  69. barbara scrive:

    cavalli…..si
    Prego, prego, dettagli, informazioni! Io mooolto interessata!

  70. babra scrive:

    x Nut
    Ciao Nut, vedo che non molli, il che mi fa capire che il dubbio è grosso, ma la tentazione ti tortura.
    Premetto che ritengo di non avere proprio niente da insegnare a nessuno sulla vita, ma ti voglio parlare come parlerei a me stessa, come ho parlato alla me di qualche tempo fa, quando tanti dubbi ed incertezze paralizzavano anche me.
    La vita non è semplice ma spesso siamo abilissimi a complicarcela, con troppi pensieri, troppi discorsi, troppi ragionamenti, che nascono con l’intenzione di fare chiarezza, ma che, se masticati troppo al lungo, finiscono solo per confonderci.
    Conoscere la nostra esperienza qui, quella di ciascuno di noi, non ti servirà poi a molto, perché nella tua bocca avrebbe un sapore diverso. L’unico modo per sapere come potrebbe essere per te, è viverla.
    La vita di ciascuno di noi è quello che ogni giorno scegliamo che sia, o almeno quello che ogni giorno proviamo a farla essere, ed ogni giorno possiamo fare scelte diverse: non c’è niente di irreversibile nel venire qui. Questo passo visto dall’Italia sembra sempre più grande di quello che in realtà è. Guardalo come un tentativo, con semplicità, ma non rinunciare senza provarci.
    Come sentirai te stessa standoci dentro a questa esperienza sarà il miglior consiglio che tu stessa ti darai.
    Take it easy and good luck!!!

  71. diego scrive:

    grazie per la vostra solidarieta’
    vi volevo rassicurare è tutto a posto adesso.
    La CTG è lo studio in cui lavoro acronimo di Clittford Tee and Gale, do sempre qualcosa per scontato 🙂

  72. Occhio di Vetro scrive:

    x Diego
    Hola ombre…
    …bello sapere che è tutto ok adesso.
    Ogni tanto ci sono momenti bui per tutti, ma poi… alla fine della fiera torna sempre il sole!!

    🙂

  73. mape scrive:

    …il sole
    …e` gia`, il sole…questo sconosciuto. (-;

  74. MarcoShunt scrive:

    Home Sweet Homiamo?
    Bonasera regà,anzi buonanotte!Siete i Secondi a saperlo,il primo è stato l’altro 50% di D&G,sono ufficialmente uno Shuntesserato!e in quanto tale,la prossima volta che vado li,mi prendo la mia bella tesserina..a questo punto,direi di inziare alla grande…mi/ci iscriviamo all’exhibition?tra architetti/fotografi/granfic designers qualcosa di buona dovremmo tirare fuori,no???
    Fatemi sapè!ciao!

  75. Occhio di Vetro scrive:

    SHUNT!!!!
    Quale migliore ora per tesserarsi se non alle 2.12am mentre si sclera dietro il CV?? 🙂

    L’Exhibition mi stuxxica na cifra!
    Famo quarcosa!!!???

    Anyway… sabato, SHUNT! 🙂 …quasi quasi pure venerdì… 🙂

  76. Occhio di Vetro scrive:

    3:39am
    …MAI prendere il caffè italiano alle 10 di sera!! 🙂
    …bonanotte… e bongiorno a chi se arza presto.

  77. marco scrive:

    ok,shuntiamo!
    Grande okkio,se semo tesserati all’unisono!
    allora possiamo portarci una guest a testa..ma per la home sweet home exhibition?ho mandato una mail agli organizzatori maggiori dettagli,chiedendo se si puo partecipare anche in piu di due,dato che siamo un bel gruppo di cervelli…vi terro’ aggiornati,buoan giornata!
    PS:okkio,avevi ragione,clik con destro e “refresh” e ho risolto i problemi di lettura blog!
    ciao!

  78. lu scrive:

    -18gg
    tutto ok
    I am still alive
    🙂
    Lu

  79. Occhio di Vetro scrive:

    shuntExhibition
    partecipare… fare.. …ma io sono troppo pigro!!!

    x Lu
    ho un set di coltelli da sopravvivenza… ti serve?

  80. Martina scrive:

    Informazioni..
    Ciao, mi chiamo Martina e sono una laureanda in architettura della facoltà di Venezia.
    Vi scrivo per un motivo forse un po’ inusuale: avrei bisogno, per la tesi, della cartografia dwg di una zona di Londra, precisamente quella di Silvertown – East London. Mentre per altre città europee non ho avuto problemi, per Londra è veramente difficile, mi chiedevo se poteste darmi qualche consiglio in merito…

    Spero non sia troppo disturbo, saluti dall’Italia e complimenti per il blog!

    Martina

  81. silvia scrive:

    per martina
    Vedo se riesco a procurartela in uffcio

  82. roberto scrive:

    x Martina
    io personalmente vado sempre qui:

    http://www.promap.co.uk/promap/index.jsp

    per ogni progetto che faccio.

    Io pero’ uso l’account dello studio dove lavoro, non so se dovrai aprirtene uno tu o puoi pagare direttamente.

  83. silvia scrive:

    cad e shunt
    Martina, niente da fare, quella zona e` troppo fuori dal centro e non c’e` nel file che abbiamo noi. Mi spiace

    Questo fine settimana noi siamo a Torino, ma ci sono per lo Shunt Venerdi` 1 se andate!

  84. Sizz scrive:

    lo conoscete?
    Progetto CMR…. qualcuno conosce questo studio? ha una sede anche a Londra, si occupano di ARCHITECTURE – SPACE PLANNING – DESIGN – INTEGRATED ENGINEERING & SAFETY SERVICES…..
    cerco info!

    ciaooooo
    un bacio a tutti!
    🙂 Sizz

  85. lu scrive:

    iooo
    ho fatto colloquio con loro
    hanno fatto la nuova sede di bicocca..vicino al loro studio di MI
    (tutti con p.iva)ma pagano bene pare…
    peccato nn mi abbiano presa!!!
    ciao
    Lu

  86. The English Settler scrive:

    Wow
    Troppo cool lo shunt, appena passo da Londra ci faccio un salto!
    PS. Buona fortuna per il vostro terzo trasloco! Che sia l’ultimo!

  87. marco scrive:

    shunt domani sera..e sabato?
    Tè vist Okkio?siamo troppo “up-to-date” ad esser tesserati shunt!…cosi oltre a dire “faccio la fame..a londra” posso pure aggiungere questa tessera,facendola sbucare fuori dal portafogli “casualmente”…quanto sò sborone…quanto sò likable…
    comunque Silvia,basta che ci fai sapere quando vuoi andare e ci si organizza!
    Okkio, allora vuoi andarci domani sera?e sabato non si va?

  88. ragazzi scrive:

    ragazzi…
    è caduto il governo….
    ho le lacrime…..
    io se torna al potere quello che nel mio blog non voglio neanche nominare giuro che non metto piu piede in italia……….

  89. enrica scrive:

    ma questa ITALIA
    sto guardando le foto del brindisi per la caduta del governo..mai stata amante di Prodi (eccomesefà!), ma nemmeno di Berlusca (emmisignour)…ke tristezza, povero paese!
    brutto a dirsi, ma sono anche più contenta di stare qua…per non parlare del fatto che non mancheremo di dare il nostro contributo….comodità delle comodità sperando che funzioni (cioè sperando che il consolato non si incasini)…
    noi, e pure voi rosy e phil, proveremo l’ebbrezza del voto degli italiani all’estero e magari ci intervista l’inviato RAI (anzi di certo a voi di south ken vi intervista) e così ci si lamenta che non ci sono arrivate le schede per votare e gridiamo al BROGLIO, al voto determinante!

    God save the QUEEN!

  90. fabiana scrive:

    cos’è home sweet home??
    ciao ragazzi, sono incuriosita da ‘sta home sweet home, sono andata sul sito ma essendo il mio inglese non ottimo, non ho capito molto di che si tratta..è una mostra?? o è un’istallazione interattiva??
    c’è qualcuno di così gentile che mi spiega..??
    grassie

  91. lu scrive:

    ….
    nn ho parole…
    ma c’era da apettarselo, purtroppo…
    Fil, continuando un po’ il discorso di sab(e anche noi farlo allo SHUNT,!!!) gli ideali che ci appartengono nn erano pero’ portati avanti da quei personaggi che ieri sono CADUTI..io nn mi sono mai sentita rappresentata da loro, vero e’ che a volte e’ meglio scegliere il meno peggio…ma mi fa triste scendere a compromessi in tematiche cosi importanti e personali…ma nn posso farne a meno..il retaggio e’ quello che e’.
    sorrido pensando al voto che forse ci tocchera’ fare da qui.
    nn si sara’ capito una mazza, ma tanto ne parleremo.
    ciao ciao
    Lu

  92. enrica scrive:

    il voto | Chiarezza
    Per chiarezza e per tutti i londiners, dato che si parla di votazioni…voteranno da londra solo coloro che sono iscritti all’AIRE, gli altri, se vogliono votare, dovranno tornare in italia
    🙁

  93. Marco non Aire scrive:

    votare e’ un po’ tornare…
    …o il contrario?
    a parte questa pillola di saggezza mattutina,a parte che alla fine ormai si tratta di scegliere il meno peggio,non siamo nella Repubblica di Platone (e ormai il vero significato di “repubblica” RES PUBLICA, “cosa del popolo”, questi se la sono scordata da anni).Spero solo che nessuno,nessuno,nessuno provi ancora a far entrare il DISonorevole Mast..(non merita nemmeno di essere citato per intero) al governo…
    e a parte tutto cio’…ma se voglio tornare a votare,i giorni che mi servono per andare a votare vengono contati come giorni di vacanza obbligata?me so’ spiegato?

    X Fabiana:io ho letto e ho spedito mail per info…ma ti diro’,non so quanto ci ho capito 🙂 comunque mi han detto che ormai tutto il materiale per costrutire la tua casa in cartone e’ andato esaurito..non ci resta altro che andare sabato sera e enjoyarci guardando le cose fatte dagli altri!

  94. Roberto scrive:

    Io sono felice
    Sono felice perche’ ci meritiamo la merda, perche’ al di la’ di tutte le meraviglie che abbiamo prodotto e di tutti i geni che abbiamo partorito, non si puo’ certo essere fieri della nostra storia politica….

    Pensate alle porcate che gia’ accadevano ai tempi dei Romani e paragonatele allo splendore della civilta’ Greca o alr rigore delle civilta’ orientali.

    Siamo sempre stati un popolo di opportunisti, capaci si di migliorare e dare un tocco magico a tutto cio’ che ci capita per mano, ma non di imparare dalle nostre conquiste e dai nostri errori.

    La verita’ e’ che in fondo in fondo ci sta bene cosi’ e parlo in prima persona. Anche io in fondo sono “scappato” e non mi sono gettato in prima linea per cercare di cambiare qualcosa. Il clientelismo e la corruzione mi hanno sempre disgustato ma forse potevo fare qualcosa di piu’ concreto?

  95. rosy scrive:

    xerri e marco….
    vi prego guys, certa gente in questo blog, non la nominiamo neanche abbreviata! altrimenti non rispondo piu’ di me!!!!

  96. marco scrive:

    X Roberto..I dont agree..
    Sorry Roberto, ma non sono d’accordo.
    Se ragioniamo cosi’ fai di tutta l’erba un fascio…quindi potremmo anche dire che tutti gli italiani se lo meritano perche’ il popolo italiano e’ opportunista?e poi mi spieghi che intendi per “mettersi in prima linea”?darsi alla politica?per quanto mi riguarda,essere in prima linea nel mio piccolo vuol dire esser onesto,corretto,pagar le tasse senza cercare scorciatoie, fatturare e farsi fatturare anche a costo di pagae un po’ di piu’ (perche’ devo pagare le tasse io e non gli altri?).
    Ovviamente non ti sto dando contro,voglio solo capire il ragionamento.
    Per quanto mi riguarda poi io non sono scappato o fuggito,ho solo deciso di partire per l’estero perche’ mi attraeva l’idea di vivere una parte della mia vita fuori dal mio paese, todo aqui.

    Comunque a parte queste disquisizioni politiche, Robbe’ quando ce se vede?sei l’ultimo del gruppo che ancora non ho conosciuto di persona!voglio ascoltare qualche altro detto in siculo,che mi spaccano!
    x tutti:che fate stasera allora?

  97. marco scrive:

    X Rosy…
    Perdono, mia dolce padrona di blog, non commettero’ lo stesso errore due volte!

  98. Roberto scrive:

    x Marco
    Beh… nemmeno io sono proprio fuggito. Anche io sono stato spinto dal desiderio di un’esperienza di lavoro all’estero che covavo fin dai tempi del liceo, pero’ devo ammettere che negli ultimi anni a Palermo questo desiderio si era trasformato in esigenza. Esigenza di allontanarsi da tutto lo schifo che ormai mi rendeva cieco del bello che avrei lasciato. Quindi un po’ una fuga lo e’ stata.

    Per muoversi in prima linea intendo partecipare se non organizzare movimenti ideologici che non terminino nel momento stesso della fine delle solite manifestazioni ( tipo che bello siamo alla manifestazione nazionale del menga e poi la mattina dopo tutto come prima ) ma che si concretizzino in attivita’ legate al territorio per la riconquista di quella dignita’ ormai perduta e di quel senso critico che ci permetterebbero di toglierci le classiche fette di prosciutto dagli occhi.

    Ovviamente “devo” fare delle generalizzazioni perche’ e’ proprio per il fatto che ognuno di noi pensa sempre nel proprio piccolo ( compreso il sottoscritto ) che le cose non funzionano ( non e’ una critica nei tuoi confronti ).
    Secondo me bisogna valutare il quadro generale per poter agire e non limitarsi a pensare a tutte le persone che conosciamo che si comportano in modo onesto. Altrimenti non si spiegherebbe come le cose vadano cosi’ male in Italia.
    Non fraintendermi, sono perfettamente daccordo quando dici che nel nostro piccolo dobbiamo comportarci onestamente, ma in fondo questa e’ anche una scelta normale e piuttosto facile ( ed e’ da qui che parte la mia autocritica al mio “fuggire” ) e’ una scelta di vita che dovremmo fare quasi inconsapevolmente per dei principi del vivere comune che dovrebbero essere alla base della nostra educazione civica. Invece oggi ci si sente quasi degli eroi nel fare il nostro lavoro onestamente, con umilta’ e con preparazione….

  99. rosy scrive:

    lunch
    Ho chiesto alla segretaria di comprarmi del sushi per ranzo..specificando vegetariano pero’…
    Se ne arrivata con il sushi normale, large size con sashimi e tanto di pezzettini di tonno e gamberi crudi con codina. IO ODIO IL PESCE CRUDO!!! Risultato?
    Ho mangiato per pranzo polpette di riso imbevute di soya…..sono gia’ nervosa per quello che succede in Italia, e questo non ci voleva!!

  100. Roberto scrive:

    x Rosy
    ROSYYYY spediscimi il tuo Sushi illeso!!!

    Come non mangi pesce crudo!! Non puoi fare questo, il tuo sangue e’ diluito col mare!! Il pesce crudo ci scorre nelle vene a noi dei lidi del Sud…

  101. lu scrive:

    giornataccia
    oggi proprio nn gira..
    poi qui mi fanno progettare “interni”al 200(una riga con una matitina e’ un muroooo largo 20cm)
    ma come si fa???
    e NOstra la casa???ancora nn si sa nulla!!!!!
    vabbhe’
    ciaooo
    Lu

  102. enrica scrive:

    cibo e spesa on line | GRAZIE SILVIA
    Ieri sera Silvia mi ha inviato il suo mirabolante sito di spesa on line, dove vendono prodotti italiani…e dove
    1) la consegna costa meno che con tesco e sainsbury
    2) il costo dei singoli prodotti e’ decisamente inferiore rispetto allo stesso prodotto acquistato in uno dei negozi delle catene sopracitate…
    per cui…passo immediatamente al sito della mittica silvia…caffe’ lavazza, pasta barilla o dececco, salumi, formaggi….la roba della valfrutta che qui la vendono solo da waitrose e che pare che stai comprando oro…e della quale mi fido certamente di piu’ dei prodotti loro…soprattutto dopo aver visto la serie angosciante di J. Oliver…
    ah dimenticavo….anche l’olio e’ onestissimo…

    GRAZIE SILVIA

  103. rosy scrive:

    jamie oliver
    io tifo per lui, gordon mi sta antipatico ( anche se lo guardo lo stesso). E comunque avete visto la trasmissione che sta facendo?
    io ( essendo notoriamente fissata cibo e salute ) la trovo smolto interessante, anche se a tratti fa rabbrividire ( specie quando parte lo scenziato pazzo che seziona i cadaveri )
    filippo dopo averla vista vive col dubbio di essere magro fuori…e grasso dentro!

  104. dav(CAL) scrive:

    vi saluto la Patria?
    Ciao ragazzi…
    questo w.e. torno a casa, giu’ in calafrica, speriamo che ci sia un po’ d sole!

    Vi saluto la nostra beneamata Patria?

    cheers!
    dav

  105. Occhio di Vetro scrive:

    9:00 pm Shunt…
    Per chi vuole aggregarsi… D&G sono allo shunt a prendere un birrino e ggirare per “home sweet home”…

    besos.

  106. barbara scrive:

    …la mia Londra
    …oggi mi ha fatto SENTIRE LA VITA attraverso i colori sopranaturali del tramonto cha ha regalato…

  107. marco scrive:

    E un’altra domenica va…
    ecco passato l’ennesimo weekend…sto ancora prendendo confidenza con l’ambiente, come un gatto preso dalla strada e portato a casa che gira per capire dovè finito…sono contento di essere qui.
    Buona serata e buon inizio settimana guys.

  108. Ermanno scrive:

    Burp…
    …se magna sempre troppo!….

  109. anna scrive:

    cproprio quel cadavere. BLEAH
    no lo scienziato pazzo che seziona cadaveri mi ha fatto VOMITARE. ma non vi sembra che c’era qualcosa di immensamente sbagliato nel fatto che un corpo che era stato donato per la ricerca venisse fatto a pezzi in televisione. e qindi usato – eventualmente – per la divulgazione (una divulgazione schifosa)…

    BLEAH. inglesi amorali. BLEAH.

  110. Occhio di Vetro scrive:

    x anna
    Lo “spettacolo” è alquanto forte e fastidioso, questo è vero…
    Dr. Gunther von Hagens sembrerebbe essere estremamente famoso per queste sue performance… discutibili, si, ma tra lui e la DeFilippi o Marzullo… mio dio, non c’è paragone. Almeno c’è da dire che qui in televisione c’è un pò meno di monnezza da 4 soldi… sere fa Gunter era stato invitato da Jamie Oliver per far vedere gli effetti di un’alimentazione sbagliata sul corpo umano. Dopo il primo impatto cruento, è davvero interessante vedersi dentro… senza mezzi termini, una tac o i raggi x sono immagini interpretabili… ma una fetta longitudinale di un corpo umano è la cruenta realtà. E’ l’effetto che possono fare cose del tipo “le vacche di Damien Hirst in formaldeide”… sono d’accordo sulla brutalità delle immagini, ma guardarsi dentro non è sempre uno spettacolo facile da sopportare.

  111. filippo scrive:

    corpi sezionati…..
    …sono assolutamente d’accordo con OdV. Personalmente non sono mai stato un fissato della corretta alimentazione…..ma dopo aver visto quel programma in cui si descrivevano gli effetti di una scorretta vita alimentare, beh, devo dire che mi sono sentito male e un po’ in colpa! 😉

  112. enrica scrive:

    Gunther
    La cosa che trovo di cattivo gusto, se cosi si puo dire, in Gunther,…non e’ tanto la trovata in se di tagliare fettine di un corpo e mostrarle…ma e’ come si presenta…e non era tanto evidente nel programma di Jaime Oliver, quanto in quello di BBC dove Gunther e’ il principale protagonista; il programma si chiama Autopsia o qualcosa di simile.
    Non ho ancora capito se e’ lui che ci tiene a rivendersi cosi (e allora direi che e’ geniale) o se sono le emittenti televisive che lo vogliono in quel modo.
    Ai corpi sventrati dovrebbero averci abituato i vari ER, CSI, Dr House, NCIS….mentre la stonatura qui e’ l’icona che Gunther si e’ ricucito addosso.
    E’ veramente semplice, come fare due piu’ due, leggere in lui lo stereotipo del nazismo…questo dottore dal chiaro accento tedesco (e fin qui tutto ok) e dalle movenze da SS, non indossa la classica cuffietta da sala operatoria, ma un cappellaccio marrone (che non so…me lo ha avvicinato istintivamente ad un boia)….e gli stivali/scarponi che ha nei piedi sono un incrocio tra la caccia grossa e l’esercito…a cio si aggiunga la sua eccitazione (soprattutto nel programma autopsia)…quando arriva il camion e lui tiene il tubo che spara il poliuretano o quello che e’ nella cassaforma con il morto e poi ci sale sopra…(alla distesa di poliuretano) e aziona la mega sega che fara’ le fettine. Tutte le posizioni che assume il suo corpo via via durante il programma sono quelle che per anni abbiamo visto in documentari e film sull’ascesa del nazismo.
    Non so se mi sono spiegata…quello che genera in me repulsione non e’ la verita scientifica ed il “mostrare” determinate cose, ma il personaggio e il suo bearsi di essere tale.

  113. marco scrive:

    Ok…se famo ‘na pajata?
    Spero che diventare italianlondoner non mi imponga di guardare certi programmi…in ogni caso,buongiorno a tutti!

  114. Ermanno scrive:

    …aooo’
    …me arzo… me do na bella stiracchiata… opro er finestrone che score de lato come er cassonetto da’monnezza e pesa puro na cifra…
    sorto de fori e me guardo attorno…
    na bell’aria che friccica…
    ‘a nebbbia che se squaja…
    arzo l’occhi ar celo e sogno d’avè n’areoplano
    …e cor vapore scrive lassù, bello granne…
    ….L’animadelimejomort[censored by OdV]

  115. Alessandra scrive:

    x Rosy
    Ciao Rosy, vorrei frequentare un corso di inglese per due settimane a Londra ( ti ricordi che te ne avevo parlato a Natale ?)
    Mi dai qualche indicazione sulla scuola frequentata da Sara. Se non sbaglio mi hai detto che si è trovata abbastanza bene.
    A proposito che tipo o livello mi consigli ? Sui siti che sto consultando parla di General English, Social English, ecc. Mi ricordo che mi hai parlato anche di Corsi di inglese tecnico. Mi dai qualche dritta ? A presto

  116. MIMMO scrive:

    Saluti e richiesta informazioni
    Ciao, mi chiamo Mimmo ed innanzitutto piacere di conoscervi, anche se on line.
    Sono un geometra quasi laureato in ingegneria civile, corse triennale.
    Volevo chiedervi, dato che sono stato parecchie volte a Londra e non mi dispiacerebbe ritornarvi, dato che è la capitale europea che amo di più, se e dove posso vagliare qualche proposta di lavoro nel campo ingegneristico e/o similari.
    Considerando che non mi sono ancora laureato perchè lavoro contemporaneamente già da 10 anni.
    Ciao e grazie in anticipo.
    Mimmo.
    MIND THE GAP calza a pennello. Penso che chiamerò così il mio nuovo gruppo fabfour tribute.

  117. Marco the influenzable scrive:

    in attesa del NIN…
    mi porto avanti prendendo il raffreddore!ca..!sono al pc con gli occhi gonfi…non e’ che perche’ sono tesserato shunt e mi salto le code che quindi sono invulnerabile…stasera brodo di gallina?

  118. claudia scrive:

    vinicio
    Ciao a tutti,

    sono da poche settimane a londra e ho potuto capire che questa citta’ e’ un gran casino ma e’ anche molto bella…e soprattutto grazie a voi ho anche scoperto che il mitico vinicio fa un concerto proprio qui!!!! Non ho potuto evitare di prendere subito il biglietto…se qualcuno di voi ci va, mi aggregherei volentieri anche io…
    Per il resto leggo abbastanza frequentemente il vostro blog, che mi sembra davvero amichevole.
    Ciaooo

  119. Sizz scrive:

    conoscete questa agenzia?
    SIV Architectural Recruitment….
    compare spesso negli annunci del sito http://www.architecture.co.uk

    qlc sa dirmi come funzionano questi annunci?

    grazie!

    ps x marco:
    a parte l’influenza, come va la tua nuova vita londinese? lo studio in cui lavori è come te lo aspettavi?….buona guarigione! 🙂 Silvia

  120. irene scrive:

    sezioni
    io sono stata trascinata alla mostra di questi corpi sezionati; le sezioni erano fatte in tutte e due le direzioni e devo dire che contro ogni aspettativa l’ho trovata interessante anche perche’ trattasi appunti di corpi veri.

    sul personaggio pero’ concordo al 100% con enrica, anche se ho visto solo un paio di volte il suo programma in tv, mi ha dato esattamente la stessa impressione…

  121. Ermanno scrive:

    Fateme a fette!
    …pe na vita te sei addannato
    pe cercà de fa l’attore…
    mo ce sta sto forsennato
    che te sfetta cor motore.

    E t’abbasta ‘n fojettino
    che t’attesta er desiderio
    desse messo sur lettino
    e fini come ‘n Citterio.

    C’è da di che ai conoscenti
    devi dì con precisione
    ora data ed emittenti
    che senno è confusione…

    Er polacco poi t’affoga
    nella schiuma cor pompone
    cor cappello e co la toga
    da inizio allo sfettone.

    Nun se vede che sorridi
    te se vede er budello
    ma in fonno è pe li studi
    che hai fatto sto bordello.

    Zumma pure a tutto tonno
    che se famo su risate
    mo cio’sanno in tutto er monno
    co magnato sei patate.

    E se guardi da vicino
    qulla fetta li su qer muro
    vedi pure er bijettino
    ‘n’do cio’ scritto vaffanculo.

  122. Filippo scrive:

    A luca!!!!
    ce stà der geniale!!!!! Trilussa sarebbe orgoglioso di te! 🙂

  123. Occhio di Vetro scrive:

    Thanks Filuppus
    …ma nun esaggerà, che er maestro s’arivorta ner sacello. 😉

  124. babra scrive:

    che vergognaaaa…..
    .

  125. babra scrive:

    che vergognaaaa…..

  126. babra scrive:

    che vergognaaaa…..

  127. babra scrive:

    che vergognaaaa…..

  128. babra scrive:

    che vergognaaaa…..

  129. enrica scrive:

    x gli architetti (LIBRO)
    “Archispeak An Illustrated Guide to Architectural Terms” by Mike Jenks, Tom Porter, Steve Bowkett, and Alan Brookes uscito ad aprile 2007 e disponibile su Amazon

    There is a need to translate architectural design concepts into spoken and written commentary — each word in use embodying a precise and universally accepted architectural meaning. If we explore the vocabulary of this language we gain insight to design good practice and to collective understanding of what constitutes a refined architecture. This unique illustrated guide will help students understand the nuances of this specialized language and help them in communicating their own design ideas.

  130. barbara scrive:

    apologise
    Scusate x il mio post precedente. Dava sempre errore. Non credevo avesse inviato, sopratutto non TANTE volte!!!

  131. silvia scrive:

    back from Turin
    Non ho ancora avuto tempo di leggere i post arretrati, quindi non so se sta notizia e` gia` venuta fuori…
    cmq pare che ci sia un concerto di Ligabue il 27 aprile al Koko.
    A me Ligabue mi fa venire l’orticaria, pero` magari qualcuno di voi sara` interessato.

  132. Sizz scrive:

    libro
    hei Enrica, grazie x il titolo del libro….se mi dici che è davvero interessante e utile lo ordino, tu lo hai già sfogliato ed usato?

  133. enrica scrive:

    x Sizz
    ciao Sizz
    io non faccio l’architetto per cui questo libro non l’ho comprato ne sfogliato, l’ho solo trovato cercandone un altro su amazon, comunque siccome costa solo 24 dollari e siccome c’e’ sempre da imparare, se facessi l’architetto lo comprerei, ecco perche’ l’ho messo sul blog.

  134. Sizz scrive:

    x enrica
    ok! …grazie 🙂
    a proposito di grafica invece, se ti mandassi qlc lavoro che ho fatto, ti andrebbe di dirmi cosa ne pensi?….mi piace molto anche la grafica, mi avevi già consigliato una serie di libri, purtroppo in questi ultimi 3 anni l’ho un po’ trascurata, ma vorrei riprenderla.
    Visto che tu hai abbandonato l’architettura e ti occupi di grafica (se nn ho capito male), mi piacerebbe avere un parere da qlc che sicuramente ne sa più di me e che nn vive in Italia. Fammi sapere! grazie 🙂
    Sizz

  135. enrica scrive:

    x sizz
    manda pure, ma non sono di animo buono e manica larga su queste cose…alcuni qui hanno poverini sperimentato la mia assenza di tatto su cotali questioni…per cui dopo averti avvisato, vedi tu se ancora sei del parere…
    besos

  136. Sizz scrive:

    x enrica
    …non ti preoccupare, so di non essere una grafica e di non avere delle basi se non da autodidatta, sono pronta alle critiche, credo sia fondamentale fare critiche e anche riceverle, se non fosse così non ci sarebbe miglioramento e tutti farebbero tutto…. 🙂
    preparo un pdf e poi lo invio.
    ciaooo

  137. silvia scrive:

    programmi tv
    Ma io non lo conosco il tedesco squarta cadaveri? Dove lo fanno?
    Io vedo solo Property ladder, Grand Design e A place in the sun. Ogni tanto ci scappa Miss Jocelyn e The baby borrowers.

  138. enrica scrive:

    gunther
    gunther ha un sito suo:
    http://www.bodyworlds.com

    x silvia…attualmente gunther lavora durante il prog di jaime oliver, di solito e’ su bbc verso le 23, non so in questo periodo se c’e’, anyway se vai su youtube e digiti il suo nome “Gunther von Hagens” trovi tutte le puntate che ti sei persa e pure di piu’…poi ovviamente Gunther e’ anche su wikipedia perche’ ha inventato la tecnica di PLASTINAZIONE dei cadaveri.

    Plastination is a technique used in anatomy to preserve bodies or body parts. The water and fat are replaced by certain plastics, yielding specimens that can be touched, do not smell or decay, and even retain most microscopic properties of the original sample.

  139. enrica scrive:

    x silvia…compro due vocali
    scusa silvia ho riletto e ho capito che non si capiva…volevo dire che ora Gunther appare nel programma di Oliver come ospite squartatore.
    Normalmente Gunther ha un suo programma che si chiama tipo Autopsy, che e’ di solito a tarda sera su bbc, ma non so se in questo periodo c’e’…

  140. Marco scrive:

    Liga a London?
    Liga al Koko?sto Koko e’ proprio a 20 passi da casa mia,ce’ sempre coda quando e’ aperrto,sempre concerti,deve esser un bel posto..qualcuno ci e’ stato?

  141. enrica scrive:

    x marco | coco e liga | the london secrets
    Ligabue lo temo in italia, figuriamoci qua…
    il coco e’ posto famoso…ci sono incappata perche’ mi stavo iscrivendo ad una lista di SECRET PARTIES….sai quelle cose che ti dicono dove sono all’ultimo minuto e se sei in lista entri gratis…molto esclusivi e molto londinesi….surprise, alcuni di questi si sono tenuti proprio al KOKO…ma appunto si entra solo su invito e solo se si e’ su questa segreta lista…

  142. filippo scrive:

    Liga a Londra
    …io un concerto del Liga a Londra non me lo perdo!!!!! 🙂

  143. rosy scrive:

    liga in london
    se è vero io sono la prima

  144. Roberto scrive:

    se viene il Liga….
    ….io me ne torno in Italia…..
    Ma minkia! pure qua!!??

  145. enrica scrive:

    x roberto (da liga indietro)
    non sto a commentare tutti i tuoi post senno sembro pesante…ma sappi che TI ADORO

  146. Davide scrive:

    Agenzia Immobiliare
    Ciao ragazzi
    Non ce la faccio piu’ a girare per vedere cessi di case e stanze di Barbie presentate come “large”…ridicoli, e che prezzi!!! Conoscete recapiti di agenzie serie? Per FAVORE uno o + consigli, grazie.

  147. enrica scrive:

    x davide | agenzie
    Ho avuto solo una esperienza e l’ho avuta con Keatons, ma non copre tutta Londra e non tratta tutti i generi….

  148. silvia scrive:

    consiglio
    Nella prima agenzia in cui ci siamo recati ci stavano facendo vedere delle merdacce di appartamenti finche` gli abbiamo fatto notare che eravamo architetti e che avevamo occhio per certe cose…
    insomma gli abbiamo fatto capire che non ci pigliassero per scemi…
    ed ha funzionato perche` dopo ci han fatto vedere degli appartamenti molto piu` decenti.
    Io direi di farlo notare subito, secondo me funziona.

  149. marco scrive:

    Case e truffe…?
    Mi pare una buona idea quella di silvia…la provero’.
    Io dopo annuncio su gumtree ho ricevuto alcune proposte..ma non serie,perche appena dicevo che ero interessato a visitare l’appartamento non si fan piu’ sentire..tranne una..che mi puzza molto di bufala..400£ a mese e dalle foto sembra bella,bianca,pulita..troppo pulita..e le foto…troppo piccole…insommasecondo me se le e’ scansionato da qualche rivista!in ogni caso,ho detto che prima voglio vedere l’appartamento e poi decido..controrisposta “va benissimo,pero’ io lavoro a oxford,ti va bene se quando hai visto l’appartamento e se ti piace mi dai 400£ ,cosi poi facciamo il contratto?” e io “siiii,poi mi metto una scopa in c… e ti ramazzo la stanza?”.
    scehrzi aparte,a voi vi e ‘ gia capitato qualcosa del genere?
    x Davide:sempre orientato sul single studio?io no,poi da solo me rompo!pero’ manco con 7 persone e un bagno!

  150. silvia scrive:

    Libro
    Girovagando su internet ho trovato questo libro

    Tootoonchi Neda
    Freedom

    Tra l’altro ha un blog su italianialondra

    Mi sembra una simpatica

  151. mape scrive:

    …truffe eddippu`!
    Anch`io mi sono presentato come interior designer quando 4 mesi fa stavo cercando uno studio flat…almeno pensavo di evitare certi personaggi e situazioni…
    Tutto inutile ragazzi…ci vogliono tappi per tutti i buchi…altrimenti lo si piglia in quel posto!
    E pensare che io non sono proprio alle prime armi…dopo 6 anni a Londra…eppure son rimasto scottato….almeno in parte…visto che non sto pagando l`affitto da due mesi e sto per consegnare una preziosa cartelletta al mio avvocato di fiducia…

    Ma alla fine il problema rimane…bisogna scontrarsi con una categoria…ma soprattutto con un livello di mercato veramente scadente: le case fanno pena nella maggior parte dei casi…e gli operatori, sia che si tratti di grossa o piccola agenzia, sarebbero da prendere tutti a mazzate sulle gengive…

    Nella mia piccola celletta per esempio, rifilata come luxury studio in exlusive area, ogni tanto mi piove acqua dal soffitto (diciamo quando piove…SEMPRE!)…ho una finestra che si apre random durante la notte (giusto per stare un po` freschi)…e quando il vicino tromba, quasi mi eccito pure io…per non parlare della zona che e` talmente luxury che sono indeciso tra i “cappellini NIKE in movimento” (spacciatori di colore…praticamente invisibbili!)…o i “mercatini rionali” dei tanti tipi loschi che si appiccicano o insultano gratuitamente in piena notte…

    Al solo pensiero di rimettermi ancora in ballo fra qualche settimana…beh…mi fa proprio venir voglia di fare un biglietto di sola andata e scappare per sempre da questo postaccio del c…o!

    Con questo non volevo certo scoraggiare i tanti desiderosi di nuove esperienze in quel di Londra…ma sappiate che c`e` anche questo…purtroppo.

    CIAO!

  152. rosy scrive:

    conosco neda
    e il suo blog, ci siamo scritte, e anche lei conosce mind the gap.
    molto carina.

  153. Roberto scrive:

    affitti e affini
    Io penso che tutto dipenda dalla scelta della zona ( bella scoperta direte…. ).

    Mi spiego meglio…

    se volete cercare casa all’interno della zona1 o massimo 2 credo che sia chiaro e scontato che gli affitti siano carissimi a dispetto della qualita’….

    Io vivo a Southfield in zona 3 e devo dire che durante la ricerca non mi sono capitate delle ciofeche come quelle che descrivete.
    Ora abito in uno studio flat che non e’ niente male. Niente a che vedere con la qualita’ media delle case italiane ma almeno si puo’ guardare…..

    Certo, divido le spese con la mia ragazza e questo aiuta ad aumentare il budget, certo (2) sono un po’ lontano dal centro, certo….

  154. rosy scrive:

    case e agenzie
    nelle nostre ben tre ricerche tutto sommato case orribili non ne abbiamo viste molte, diciamo che, nonostante la qualità media sia piu bassa che in italia, molto dipende da quanto sei disposto a sborsare. qui di case belle ad un prezzo diciamo decente ne abbiamo viste diverse, magari qui però prendi un 1 bedroom con lo stesso prezzo di una casa a 2 piani fuori, o di un 2 bedroom in un’altra zona…andando per lavoro in moltissime case posh vi posso assicurare che le rifiniture belle ci sono, ma secondo me in case che difficilmente vengono affittate ( prossimamente farò un post sugli strabilianti flat che vedo qui intorno..).
    Anyway rimane il problema degli agenti immobiliari, finora la nostra unica esperienza è stata pessima, questa seconda agenzia si è comportata mooooolto seriamente, anche se io ormai mi aspetto di tutto. una cosa non capisco, noi tenants dobbiamo fornire 1000 referenze al landlord, ma perchè il landlord non è tenuto a fare lo stesso con noi dato che il mio attuale lo sto praticamente tampinando per farmi ridare la caparra ( e lo stesso avevo fatto con quello precedente)??

  155. andrea scrive:

    nuovo arrivato 🙂
    ciao a tutti!
    sono un architetto romano di 28 anni. ieri sera ho finito di leggere il mitico file word inviatomi da marco..un ringraziamento sincero a tutti per i preziosi consigli! grazie anche per avermi fatto conoscere lo SHUNT, questo weekend sarò a londra e voglio assolutamente andarci!!se non si è ancora capito, anche io ho deciso di provare l’esperienza londinese da aprile!in questi giorni mi sono licenziato da un lavoro sicuro e ben retribuito (molti mi hanno dato del pazzo) ma non me ne pento assolutamente (almeno per ora!)..spero ci sarà occasione di conoscervi!!
    ps sto cercando un buon corso di lingua inglese da fare a londra..che ne pensate della Callan School??qualche alternativa?
    !thanks!