aria di vambiamenti…

ebbene si, ora e’ da troppo tempo che me ne sto bella tranquilla e udite udite che non cambio lavoro, essendo in questo studio da ormai piu di un anno, il che e’ un bel traguardo per me. ma ovviamente e’ da un bel po’ che ho cominciato ad essere, nuovamente, inquieta…ma questa volta la cosa e’ piu’ complicata del solito.

l’altro giorno io e le mie colleghe insieme a Lady Susan abbiamo assaporato un bel lunch break a base degli oramai insopportabili sandwiches di Pret A’ Manger in compagnia di un allegro ometto della Saint Gobain, che ci spiegava come i prodotti della sua azienda potessero essere impiegati nell’architettura ecosostenibile. trattasi di CPD, pratica sicuramente nota a tutti coloro che lavorano negli studi di architettura inglesi..per chi non lo sapesse sono dei seminari di durata variabile ( possono essere di un’ora ma anche di un giorno) a cui tutti gli studi devono, diciamo cosi, sottoporre i propri architetti ( vengono fatti anche dei controlli da parte del RIBA ) per mantenere alto il loro livello di aggiornamento su varie tematiche e problematiche che coinvolgono i progettisti.

nel mentre l’ometto spiegava e le mie colleghe ascoltavano attentamente robe riguardanti l’U value e le building regulations io stavo pensando a tuttaltro.

non so se veramente voglio fare l’architetto da grande.

sinceramente, ma proprio in tutta sincerità…a me questo lavoro mi annoia. e ora sono un pò stanca di annoiarmi. questo vestito potrei continuare a portarlo per tutta la vita, è un vestito ben fatto e di ottima qualità…ma insomma non mi sta come vorrei…è un pò stretto, a volte invece mi sembra troppo largo..una cosa è certa non è il mio stile, e non mi calza a pennello. e non credo i essere il genere di persona che può indossare un vestito che non le sta bene per tutta la vita.

sinceramente io ho voglia di fare qualcosa di più creativo. non mi vedo atutta la vita ad avere a che fare con planning permissions, party wall surveyors e u values. i miei colleghi seniors passano la metà del tempo a scrivere mail, l’altra metà al telefono, quel poco che resta a fare disegni tecnici.

ma dov’è la creatività di questa professione? una bellissima pofessione per carità, ci vogliono 2 palle così…ma io ho bisogno di qualcos’altro. ho bisogno di toccare e sentire qualcosa che creo, che viene fuori dalla mia mente..dalla mia fantasia ( oddio, che paorola..esiste ancora la fantasia?..)

e così a breve farò l’esame IELTS per avere la cerfificazione della lingua inglese….e da lì si ripartirà per una nuova esperienza, con un bel pò di paura, lasciare il vecchio per il nuovo proprio ora è un bel casino….

rimanete sintonizzati, vi farò sapere..

a tutti i ragazzi che non trovano lavoro: in tutta sincerità, il momento non è dei migliori, la crisi c’è e si sente, e io davvero non so cosa consigliare a chi è qua ormai da tempo. inserirsi ora non è facile, ma provatele tutte, magari prendendo vie traverse, non mollate, però a questo punto considerate la possibilità che passi un pò di tempo prima che abbiate il lavoro come architetto. i

o vi consiglio comunque gli studi piccoli che lavorano con i privati, specie nel residenziale. considerate che il mio studio ha tamente tanti lavori che è costretto a rifiutarli. gli studi piccoli sembra stiano risentendo di meno di questa situazione.

per chi deve rrivare ancora: a questo punto io proverei prima a fare un attacco dall’italia e vedere come va. oggi, e almeno per un pò ( speriamo ), eviterei di trasfermi di punto in bianco a londra, specie se avessi un lavoro in Italia.

in bocca al lupo a tutti

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a aria di vambiamenti…

  1. ROBERTO SABELLA scrive:

    Voglio continuare a fare l`architetto a Londra!
    Ciao a tutti
    ho reciclato con qualche lieve cambiamento la mia covering letter………
    voglio rimanere a Londra…e crescere professionalmente, penso di essere una persona cretiva e mi e` molto congeniale il design stage..ma sono disposto a continuare a disegnare details pur di restare e crearmi un avvenire..ma vorrei imparare e non essere sfruttato come mi e` successo sin ora da questi studi inglesi dove ho lavorato.
    penso che gli italiani siano molto piu` preparati e forti di una grande cultura..cosa che haime!!ho costatato molti ragazzi della mia eta` in inghilterra non hanno..
    ciao HELP ME PLEASE!!!!!

    I took my Master Degree in Architecture at University of Palermo and during my course of study I grow my interest in Architecture and Interior Design field, in every form, especially in the new way of design.
    I am a motivated person and quick learner, I have good organizational and communication skills and attention to details. I’m an excellent team player and I have good group spirit. I have a strong “can do” attitude.
    When I moved to London, almost 10 months ago, my target was to improve my skills and develop my talent, and I think that London is rich of opportunities and a vibrant and exciting city for a person who loves architecture like me. I have been working for a small architect practice in London for about 8 months.
    At the moment I am working in a small practice, too, in Farringdon, where I had a 3 month fixed term contract, starting in June and finishing 1 September 2008. They now have renewed my contract for two extra months, till the end of October, with only one week notice. What I am looking for now is to have a new opportunity where I can express myself, have more responsibilities and a long term contract. I would love to do something new, more dynamic and exciting.

    I am able to use AutoCAD 2008 (2D and 3D) and “3D Studio VIZ”, in a high level.

    If you require any further information, please do not hesitate to contact me, even by e-mail. I would be pleased to discuss my CV and to show my portfolio, which includes some examples from my previous jobs here in London.

    I look forward to hearing from you.

    Best regards,

    Roberto Sabella.

  2. ROBERTO SABELLA scrive:

    Voglio continuare a fare l`architetto a Londra!
    Ciao a tutti
    ho reciclato con qualche lieve cambiamento la mia covering letter………
    voglio rimanere a Londra…e crescere professionalmente, penso di essere una persona cretiva e mi e` molto congeniale il design stage..ma sono disposto a continuare a disegnare details pur di restare e crearmi un avvenire..ma vorrei imparare e non essere sfruttato come mi e` successo sin ora da questi studi inglesi dove ho lavorato.
    penso che gli italiani siano molto piu` preparati e forti di una grande cultura..cosa che haime!!ho costatato molti ragazzi della mia eta` in inghilterra non hanno..
    ciao HELP ME PLEASE!!!!!

    I took my Master Degree in Architecture at University of Palermo and during my course of study I grow my interest in Architecture and Interior Design field, in every form, especially in the new way of design.
    I am a motivated person and quick learner, I have good organizational and communication skills and attention to details. I’m an excellent team player and I have good group spirit. I have a strong “can do” attitude.
    When I moved to London, almost 10 months ago, my target was to improve my skills and develop my talent, and I think that London is rich of opportunities and a vibrant and exciting city for a person who loves architecture like me. I have been working for a small architect practice in London for about 8 months.
    At the moment I am working in a small practice, too, in Farringdon, where I had a 3 month fixed term contract, starting in June and finishing 1 September 2008. They now have renewed my contract for two extra months, till the end of October, with only one week notice. What I am looking for now is to have a new opportunity where I can express myself, have more responsibilities and a long term contract. I would love to do something new, more dynamic and exciting.

    I am able to use AutoCAD 2008 (2D and 3D) and “3D Studio VIZ”, in a high level.

    If you require any further information, please do not hesitate to contact me, even by e-mail. I would be pleased to discuss my CV and to show my portfolio, which includes some examples from my previous jobs here in London.

    I look forward to hearing from you.

    Best regards,

    Roberto Sabella.

  3. filippo scrive:

    accetto il consiglio di rosy..
    Buongiorno Rosy e Filippo,
    sonroo un conterraneo del padne di casa che segue da più di un anno la vs avventura. Da un paio di mesi lavoro al portfolio per seguirvi nel salto, ma da tutti i post più recenti sembra un’impresa trovare un’occupazione laggiù. Peraltro attualmente qui ho un lavoro (frustrante e monotono che nulla c’entra con l’arch, ma con un contratto stabile), e come consiglia Rosy credo non sia il momento migliore per mollarlo. Ho già una breve Uk experience e n° tel., tuttavia sembra evidente che senza domicilio inglese nessuno sembra volerti. A questo punto, confidando nella comprensione di Rosy e Filippo nell’abuso del loro spazio a fini personali, chiedo se qualcuno che già abita lì fosse tanto gentile, ovviamente dietro compenso da quantificarsi, da concedermi l’opportunità di indicare nel mio cv il suo address. Spero comprenderete la mia prudenza.. Per chiunque volesse aiutarmi può scrivere a filippop@ymail.com. Grazie anticipatamente a tutti, Rosy e Filippo in primis. Fil

  4. Daniela scrive:

    Salto anch’io
    Due settimane a Londra, indirizzo inglese (casa di mio fratello), numero inglese, curriculum inviati, recruitment contattati, solo un particolare…RIBA.
    Ho capito che se non sei registrato non puoi lavorare come architetto nel Regno Unito (ardua impresa anche se lo sei, visto come stanno andando le cose adesso).
    Ho un paio di domande in merito:
    1. Se sei laureato e abilitato in Italia e, magari anche iscritto all’ordine, quale livello ti viene assegnato (part I o II)?;
    2. I certificati e tutto il resto devono essere tradotti in inglese, vero? E da chi?
    3. Cosa puoi fare nel frattempo che ti iscrivi al ARB??

    (…Non può piovere per sempre…)

    Thank you for your time
    Daniela

  5. Daniela scrive:

    Salto anch’io
    Due settimane a Londra, indirizzo inglese (casa di mio fratello), numero inglese, curriculum inviati, recruitment contattati, solo un particolare…RIBA.
    Ho capito che se non sei registrato non puoi lavorare come architetto nel Regno Unito (ardua impresa anche se lo sei, visto come stanno andando le cose adesso).
    Ho un paio di domande in merito:
    1. Se sei laureato e abilitato in Italia e, magari anche iscritto all’ordine, quale livello ti viene assegnato (part I o II)?;
    2. I certificati e tutto il resto devono essere tradotti in inglese, vero? E da chi?
    3. Cosa puoi fare nel frattempo che ti iscrivi al ARB??

    (…Non può piovere per sempre…)

    Thank you for your time
    Daniela

  6. rosy scrive:

    xdaniela
    Le cose non stanno proprio così..vediamo di fare un pò di chiarezza:

    Non è assolutamente necessario essere iscritti al RIBA per lavorare come architetto in UK. Per tutti gli architetti, inglesi e non, per esercitare la professione col titolo di Architetto, è necessaria solo l’sicrizione ll’ARB. L’iscrizione al RIBA è assolutamente facoltativa e consigliabile ( ma cque non obbligatoria ) solo in caso si intenda lavorare stabilmente in UK e aprire un proprio studio. Per iscriversi al RIBA è necessario aver sostenuto l’esame PART 3, esame indispensabile comunque per chi si laurea in UK, ma che invece non esiste da noi. Attenzione anche chi ha sostenuto l’esame di stato ed è abilitato in Italia deve sostenere il part 3 nel caso si voglia iscrivere al RIBA. Non è necessario invece sostenere nessun esame se ci si vuole iscrivere all’ARB, a condizione appunto che si sia abilitati in Italia. L’iscrizione all’ARB permette di utilizzare il titolodi architetto in UK e di conseguenza di accedere ai contratti come architect. Tuttavia si può lavorare come architetto anche senza iscrizione ARB, in questo caso si accede ai contratti come assistant architect, ovvero Part 2.
    In poche parole se sei architetto in Italia e non sei registrato ARB sei considerato Part 2 e puoi fare l’assistant architect, se sei registrato all’ARB sei considerato part 3 e pupoi accedere ai contratti come Architect,in pratica noi siamo equivalenti ai part 3 pero se vogliamo iscriverci al RIBA, cosa che ripeto non è assolutamente necessaria, dobbiamo sostenere l’esame part3 qua.
    Nel caso si è solo laureati in architettura ma non iscritti nè in Italia nè qua si viene considerati part 1.
    Infine non capisco bene a quali certificati ti riferisci. Se intendi quelli per l’iscrizione all’ARB ( cert di laurea, di superamento esame di stato etc ) non va tradotto niente. Ma in generale a me non mi è stato mai chiesto un documento tradotto.

  7. Daniela scrive:

    Grazie per le delucidazioni
    Grazie mille per le delucidazioni in merito a RIBA e ARB.

    Fingers crossed!!!!

    Daniela

  8. filippo scrive:

    indirizzo londinese
    ..nessuno può aiutarmi? non riesco a trovare nessuno che mi consenta di scrivere nel mio cv un indirizzo londinese..
    caspita..con questa crisi lasciare il lavoro non mi sembra il caso..
    la mia mail: filippop@ymail.com

    Filippo