data stellare 20.03.2007

Lavorare per un architetto è brutto? Ritenete di essere stati ridotti in schiavitù dal vostro professionista? Il vostro datore di lavoro vi affida incarichi di responabilità quali accompagnare la sua anziana madre a fare la spesa, lavargli i calzini, controllare il volo delle rondini, ascoltare l’erba crescere? Questo è il blog che fa per voi! Ma non vogliamo perdere tempo stamattina! Tema della giornata: “chi non c’entra un cazzo“. Sì, oggi ho deciso di intitolarlo così! Dopo giorni e giorni di vuoto spinto nella mia casella di posta, dopo settimane e settimane in cui entro in continuazione nel mio blog da solo per tenere su le visite, improvvisamente mi ritrovo con una mail nella mia casellina di posta. E scopro di avere ancora un lettore! Una femminuccia, oltretutto! Questa appassionata lettrice, che si firma baby (che sarà sicuramente una donna intelligentissima e profondamente affascinante oltre che grande amante dei casi disperati, visto che si ostina a leggermi) mi racconta di una sua esperienza. E potevo io non lasciarmi ispirare dal suo racconto? Allora signori, con calma… qui entriamo nel mondo del sublime e dobbiamo farlo in punta di piedi. Non per un discorso di eleganza, ma per non spaventare i cialtroni nel loro habitat naturale… oggi facciamo cialtron-watching! Breve (promesso) introduzione: mentre il termine “università” lascia faziosamente pensare a un campo di specializzazione molto vasto, in realtà il laureato è un po come un marine americano: per quanto ci metta impegno, riesce solo a mitragliare a caso e bombardare dove capita (tanto per riprendere un vecchio adagio: le bombe saranno anche intelligenti, ma è un pirla chi le sgancia!). Questo significa che se studi da notaio, solo il notaio ti verrà. Se studi da ingegnere, solo l’ingegnere ti verrà. Se studi da farmacista, solo odiare Bersani ti verrà. No dai, si scherza… salutiamo il ministro Bersani che ci legge sempre (solito sborone…). Ma le figure ibride? Ma sì, quelli che ti si spacciano per una roba e poi scopri tutt’altro! Facciamo un esempio stupido: un agronomo che vuole fare il paesaggista! Lungi da me mettermi a discutere sul “peso” dei lavori! E’ dalle elementari che ci sentiamo dire che tutti i mestieri hanno pari dignità. E sono assolutamente d’accordo. Ma se nei secoli abbiamo sviluppato un sistema universitario con degli indirizzi, un motivo ci sarà… lasciamo perdere COME l’abbiamo sviluppato ‘sto sistema… E lasciamo perdere anche che certi professori hanno certamente assistito alla nascita del sistema (vista l’età…)! E’ chiaro che un signore che fa il macellaio da sempre, potrebbe non avere un radioso avvenire come architetto, così come me, cercando di manovrare una mannaia, potrei arrivare al massimo al reparto di traumatologia. Hai studiato, hai lavorato, ti sei dedicato a fare QUELLO? Ottimo, fallo e fallo al meglio. Ma se si inizia a “zompettare” allegramente da un settore all’altro? Beh, avremo un colloquio di lavoro che va più o meno così…
(è necessario che parli della puntualità dei tipi che fanno i colloqui? Non più, no? Ok, andiamo avanti…)

Salve
Buongiorno. Veniamo a noi. Io sono agronomo
Beh, questo è uno studio di “architettura del paesaggio”… Immagino che l’architetto non possa venire a farmi il colloquio e mi abbia mandato lei
Il mio socio è notaio
Ah…
Io sono qualificatissima! Insegno a Milano, spiego a Genova, lavoro a Torino
…e va a fare in c… cioè, e che c’azzecca con l’architettura tutto ‘sto baraccone? O meglio: io che ci sto a fare qui? Se lei, agronoma, fa architettura del paesaggio col suo socio notaio, non vi servo io! Vi serve un radiologo! E’ ovvio!
Cerchiamo un pianificatore territoriale
Ah buongiorno! Scusi sa, ma avevo interferenze… pensi che captavo il colloquio di un agronomo che…
Ha esperienza di progettazione del paesaggio?
Sì. Ho già lavorato nel parco di…
Sa che la progettazione ha tre fasi?
E lei sa che se non beve il succo d’arancia entro mezz’ora la vitamina c decade? CHE CAZZO DI INTERVENTO E’ QUESTO? MI CI SONO LAUREATO IN PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO! O PENSI DI AVERLO INVENTATO TU ‘STO MESTIERE?
Lo dico perchè il livello di progettazione in Italia non è ai livelli della Germania
A parte, Satrapo dell’imbecillia, che allora potresti mettere l’annuncio in germania anzichè in italia, ma vorrei farti presente quanto tu sia idiota: la pianificazione più avanzata, al momento è realizzata in Spagna. Sicuramente nel nord europa ci sono punte di eccellenza, ma al momento la Spagna da lezioni. Come la vogliamo mettere? Non si è aggiornata o semplicemente siamo ai luoghi comuni? Ma se mi facesse finire, le potrei raccontare del MIO modo di fare progettazione… allora, nel parco…
E se le chiedessi di farmi una sezione stradale in un materiale particolare?
Evidentemente i fumi del rosmarino ti hanno dato alla testa. A parte che alla prossima interruzione ti sparo al ginocchio, ti ripeto che sono laureato in architettura. Le sezioni stradali le so fare… ORA, a meno che il materiale particolare non sia teflon, duralex, o acciaio col fondo fuso alto un centimetro (ma in questo caso devi chiamare Mastrota e non un architetto)… penso di cavarmela senza problemi!
Bene. Benissimo. Che ne dice di uno stage di 3 settimane?
L’utente da lei chiamato non è al momento raggiungibile. La preghiamo di formulare un proposta meno idiota e riprovare più tardi. E manco grazie…
Vedo che non sa questa lingua straniera. E’ un peccato… noi lavoriamo molto all’estero
Tu dovresti lavorare molto sul marciapiede, maledetta cialtrona! Ma il CV perchè pensi che te l’abbia spedito? Per metterlo sotto la zampa della scrivania cosicchè non balli più? Ma prima di scomodare le persone, perchè non usi quel bozzo che hai un metro sopra al culo che stupidamente ti ostini a chiamare testa?!
Le faremo sapere. Sa la strada per uscire?
Dal suo cervello? O non si preoccupi: è talmente piccolo che uscire non sarà un problema! Se invece si riferiva al mare di cazzate che ha sparato, temo che nemmeno con un vascello a curvatura ce la farei…

Sono senza parole… Baby, devi essere forte. Non pensare che chiedere un trattamento decoroso sia chiedere troppo! Ti mando un enorme abbraccio!
E anche voi ragazzuoli, stringete i denti! Non può piovere per sempre, no?

Buona giornata!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a data stellare 20.03.2007

  1. Giusy scrive:

    sei un mito!
    sei un mito..ogni volta ke ti leggo schiatto dalle risate!!! :P… a me sarebbe tanto piaciuto andare in piazza e protestare x questi cialtroni…il mio desiderio è: basta una settimana lasciare VUOTI tutti gli studi di questi cialtroni ke si arricchiscono con i nostri sacrifici, mi piacerebbe vederli spaesati…proprio come quelli delle scuole che ti telefonano x 1 supplenza il giorno che c’è sciopero generale e magari la scuola dove dovresti andare si trova in culonia e sei costretta a rinunciare xchè nn hai la macchina, e un taxi nn te lo puoi permettere o nn conviene xchè quello ke hai guadagnato x quel giorno li hai già spesi! ecc. vorrei tanto vedere FERMI e SPAESATI i cialtroni, voglio proprio vedere la loro faccia spaesata…ma tanto ci sono i laureati di categoria A ke parano il ……cmq volevo dirti ke sei un mito e ti sto leggendo da parecchio tempo…e siccome oggi sono un pò triste xhè da domani sono nuovamente a spasso e in cerca di lavoro e di un contratto.Oggi è stato il mio ultimo giorno di lavoro xchè il contratto a progetto è terminato!!!! Baci e notte. Giusy

  2. Giglio scrive:

    Ciao!!!
    Se ti rincuorare anch’io ogni tanto apsso a leggere il tuo blog… sei troppo divertente nel modo in cui racconti le cose, la cosa triste è che purtroppo son tutte vere! Io sono una vittima della riforma del 3+2, sono laureata in Scienze dell’Architettura allo IUAV da più di un anno, collaboro part-time con uno studio d’architettura che mi paga un piccolo rimborso spese e aspetto qualche occasione. A Giugno ritenterò l’esame di stato per la terza volta e speriamo che sia quella buona perchè sono stanca di donare soldi all’università per quattro fogli di carta!

    Ciao Ciao

  3. bay scrive:

    x giglio
    Ciao! Sono pienemente d’accordo con te, anch’io sono stanca di dare soldi al poli per l’esame di stato. Scusa, ma vorrei sapere quanto paghi l’iscrizione perchè a noi chiedono 250 euro di cui 200 sono il “contributo per affitto delle aule” all’uni. E’ una cosa generale o si diversifica a seconda dell’università dove si svolge l’esame?
    Cao, ciao!

  4. bay scrive:

    sono proprio cotta!!!
    Nel messaggio di prima ho addirittura sbagliato a scrivere il mio nome, scusate è Baby.
    Mi sa tanto che vado subito a nanna, altrimenti domani faccio qualche casino!
    NOTTE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *