…e ferie siano?

Ma ciaociaociao popiniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!! VENERDI’!!!!!!!! Per alcuni di noi, i fortunelli fortunelli proprio che andranno in vacanza da lunedì, c’è aria di festa da ultimo giorno di scuola…bottiglie di coca ammoscate negli invicta, vassoi di pizzette e ciaccini lasciati e fatti nascondere ai bidelli per poi essere prelevati all’uopo, gavettoni gusto fanta, scritte sulla lavagna che farebbero arrossire uno scaricatore di porto, professori che fingono di incazzarsi ma che costretti si ingozzano di bignè come tacchini. Ah…bei tempi.
Questa mezza estate, questa galoppata verso il solleone mi ha regalato uno vigoroso mal di schiena, imputabile alle bocchette del condizionatore che, ondeggiando soavemente, sparano sempre e comunque senza spirto di pietade alcuno sulle mie terga. E non mi posso spostare dai miei 1.80 mq perchè qui è tutto un giuoco di incastri. E io qui, sotto alla tramontana preconfezionata, ho da stare. Al mio collega ha invece regalato una novella reiterazione ossessiva alla bestemmia fiorita e ispirata. Ma mi ha anche omaggiato di un robusto rincoglionimento, che ha prodotto risultati del seguente tenore: nell’ultima settimana tento di aprire la porta dello studio con le chiavi di casa (e non credo sia solo il caldo e non credo sia il caso di scomodare freud e tutto il cucuzzaro suo), ho messo il telecomando della televisione in frigo e stavo andando in studio con il sacco della spazzatura depositato sul sedile anteriore del passeggero. Alchè mi sono ricordata l’antico adagio meglio soli che male accompagnati…a proposito di ferie e studio: le ultime voci, ingenuamente ottimistiche, di inizio luglio sostenevano che dal 28 (domani) potevamo considerarci in vacanza. Avevamo pertanto iniziato una lenta e inesorabile opera di sbracatura, che ci avrebbe condotto al 29 mattina alla deboscia globale. E invece stanno spuntando appuntamenti per martedì, incontri per mercoledì eccetera. Mah…sopravviveremo.
Questo era solo un salutino per sapere come state…e bè certo anche un bieco pretesto per interrompere il rimontaggio di un rilievo fatto ieri nel pomeriggio, in preda ad allucinazioni, accenni di svenimento, miraggi e visioni mistiche.E vi prego vi prego vi prego, datemi il colpo di grazia…dove andate in vacanza??
uuuuussssssshhhhhhhhhhh…torno a lavoro. Baci scomposti.

A lunedì bellini, sciaooooooooooooo!!!!!!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a …e ferie siano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.