qui a bilbao, ovviamente

qui a bilbao, ovviamente piove, anche se ieri c-era un bel sole, e la notte era fresca e piacevole.

che lusso scrivere un post nel letto…..

stanotte ho sognato che Madonna, mi chiedeva di farle da guida a Genova, dove avrebbe fatto un concerto a breve…ma che mi rappresenta un sogno cosi……

dopo settimane frenetiche, preoccupanti e un po triste l-ultima, mi sono fatta una cura di sonno, a fianco ad Oscar e facile….

ieri si puo dire che a parte un concerto di musica classica alle 13, e il pranzo in famiglia, abbiamo dormito tutto il santo giorno, dormito dormito…..

la sera in quelle che sono le stradine concavo=convesse di Bilbao, del centro storico, c÷era tutta la chavaleria, come dice Oscar….

puoi girare l-angolo e trovarti una stellina di 2 anni su un triciclo, fare 4 passi piu avanti e bere una copa de vino, a lato di neo terrorista de ETA, che magari da li a un paio d ore lancera una molotov in un cassonetto della spazzatura…illuminando e deodorando qualche arteria principale della citta, rivendicando l autonomia dei paesi baschi….

bevono tutti…..

poi c-e la plaza Nueva, incredibile ieri sera come era conciata, per intenderci, la suddetta piazza assomiglia a la plaza Real de Barcelona, tutti i centri hanno una piazza rettangolare, porticata su tutti i lati, con una fontana centrale, normalmente rotonda, ed enormi palme all-interno.

bhe ieri sera i lati erano gremiti di churmaglierie….con il proprio bottellon.

la filosofia o moda del botellon, e diffusa in tutta spagna. si origina piu o meno una decina di anni fa e consiste nel rispettare i seguenti punti:

  • avere tra i 13 e i 25 anni
  • comprare nel peggior discaunt della citta litri di bibite gasate e alcool scadente, va bene tutto, dal liquore alla mella, alla vodka al melone, martini, ron eccc…..
  • portare jeans luridi con i quali si intenta lucidare le strade, giacche terminano giusto sotto il tallone e oltre, e piercing un po ovunque
  • sedersi a gambe incrociate, mischiare in bicchieri di carta trasparenti, quelli da mezzo litro, alcool e bibite, e bere fino a que fuoriesca…tutto. e le strade preventivamente lucidate con i calzoni, tornino non solo ad essere sporche, ma anche maleodoranti.
  • alternare al sorseggio, spesso rumoroso, qualche giro di benevola mariuana o volgarissimo fumo, pressato nel Marocco insieme a qualsiasi tipo di merda.

ognuno ha la sua generazione, le sue mode, i suoi metodi di sballo, i suoi pantaloni,

……….sono piu vecchia dei ragazzi della piazza di ieri, solo di una decina di anni e per carita anche io continuo a sedermi per terra in Rambla se e necessario, ma mi sento lontana miglia e miglia da loro….

raccontateci i vostri sballi e ricordate che l anonimato sul blog, si mantiene semplicemente, evitando di scrivere la mail…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a qui a bilbao, ovviamente

  1. alice scrive:

    per barbara
    “sfigato” nel senso che pagare per un bilocale una cifra con la quale altrove si affitta un’ appartamento di 5 stanze non è proprio il massimo, non nel senso che tutti i milanesi sono sfigati… sei di milano?!!!!!
    imparata la lezione dei “toni” e dei “fraintendimenti”, vero giordana?!!!! 😉

  2. glu scrive:

    sfigati a Milano, Londra, New York
    Credo che chi vuol vivere a Milano, in città, per coglierne tutte le opportunità lavorative e di divertimento (non ci crederete ma ce ne sono anche qui e tante) metta in conto il fatto di dover pagare un po di piu di affitto.
    Fetemi capire, chiamereste sfigati anche chi vive a Londra, Tokio o New York e paga piu che a Milano? A Bucarest sono meno sfigati allora?

  3. giordana scrive:

    buona domenica a tutti!
    ammetto che il mio appartamento e economico, per i m2 che ha…non in tutta la citta ci sono occasioni come quella che ebbi io, tra l altro 4 anni fa, era tutto abbastanza differente, vale a dire che la speculazione non era arrivata a tanto anche qui…
    potrei definire sfigato qualsiasi italiano che vive sotto il regime berlusconiano, o sfigato un milanese che vive in una citta dove piove sempre, o sfigato un napoletano che e costretto a espatriare perche al sud non c e lavoro….potrei ma non lo faccio…era un modo di dire, ben interpretato da Alice, grazie a Dio.
    faccio la traduzione:
    se per 1 eurito, un barcellonese riesce a pagare una bella casa grande e ristrutturata, e un milanese che per lo stesso eurito, solo paga una stanza in un appartamento, digasi, sfigato, in quanto meno fortunato dell altro.
    ovviamente Barbara, Milano e GLAMOUR, e eleganza, moda, non plus ultra per tanti aspetti, ed e giusto come dici te, che chi paga il suddetto eurito, molto probabilmente,lo faccia perche gli convenga.
    mi piace che mi date addosso per una parolina fuori posto o ahime troppo spontanea…trovo tutto cio….COSTRUTTIVO.
    la mia , spero futura suocera, ha cucinato di tutto di piu, entra un odorino….hmmmm vi lascio e vado a oltreggiare la dieta.
    un bacino

  4. glu scrive:

    i nostri sballi
    i nostri sballi a Milano (giusto per non tornare sull’argomento) sono feste semi-private in cui qualcuno mette a disposizione la casa e si invitano amici di amici di amici di amici finchè non si riesce piu quasi a entrare. Naturalmente non si entra se non con un contributo alcoolico sotto il braccio. Si conosce nuova gente, si rivedono vecchi amici e non succedono troppi casini. Giusto per non andare a finire nei soliti locali glamour-fighettini in cui spesso ci si sente più soli che in compagnia.

  5. magda roveri scrive:

    richiesta di lavoro
    ciao Giordana, mi chiamo Magda Roveri, faccio la restauratrice a Roma da oltre dieci anni sia lavorando in proprio che collaborando .
    Sono specializzata nel restauro di dipinti (supporti vari), materiali archeologici (mosaici, ceramica, materiali organici e metalli), moderni e contemporanei (due anni presso la Galleria d’arte contemporanea di Roma).
    Mi piacerebbe molto lavorare in Spagna ed in particolare a Barcellona e spero quindi di avere presto tue notizie
    ti saluto e ti ringrazio

    Magda Roveri 3486057613

  6. val scrive:

    la birra cinese
    be’ che dire…il mio bottelon preferito e’ nel cauce del turia, proprio qui a VLC. Ma il vero male fisico era bere birra cinese, di dubbissima provenienza, comprata strategicamente in una tienda china, aperta fino a tardi ( con altrettanto incerte licenze per vendere alcolici…). Mille volte meglio di tante feste milanesi ai tempi del liceo.Sara’ perche’ l’arreglo non mi piace tanto e il bottelon per questo e’ fantastico. ( anche se c’e’ chi ha tacchi 15 e mini paura anche per l’occasione).Per alice: non sono cattiva, sono solo lucida, per 3 persone che hanno voglia di fare e sbattersi e informarsi ce ne sono 1000 che vivono di stereotipi e apparenze. Non prenderla come un caso personale, solo non sono in grado di aiutare il mio prossimo a costruirsi il suo vaneggiato mondo iberico, tutto qui. E’ una realta’ che non mi appartiene e non posso venire in contro a tanti, non ho mai detto “a te”, che me ne fanno richiesta; che dirti, sara’ un mio limite.

  7. alice scrive:

    per val
    rileggi il tuo messaggio… cominciava con: “forse non sono quelli come te…” quindi era abbastanza diretto… non puoi dire di non esserti rivolta a me… e poi io non ho mai chiesto consigli nè a te nè a giordana, ho solo fatto notare un atteggiamento poco carino (in particolare il tuo essere “agotada”) nei confronti di chi vi chiedeva consigli…
    besos

  8. val scrive:

    ma basta….
    senti stella, proprio non riusciamo a capirci, che ci posso fare? mi sembravi solo, ripeto con “buona probabilita’” una rappresentante della categoria dei consigliofaghi. Se non e’ cosi’ tanto meglio per te, non martirizzarti da sola, nessuno mai ti ha accusato di nulla… solo era stata fatta una ipotesi, se vuoi un po’ tagliente, esordita con un innocue “forse”, che proprio mi riscrivi anche tu. Non tirarti da sola la mazza sui piedi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *