di giorno in giorno

le prime 7 squadre della serie B, sono quasi tutte del nord Italia…tranne la prima che è NAPOLETANA!

E poi, non ci posso credere, vertice raggiunto battendo il Verona! è vero c’è stato il rigore, però da quello che leggo, è stata una bella partita! Bien.

e chi mi doveva avvisare della cosa? il mio collega triestino, appena messo piede in ufficio. non male per iniziare un lunedì. Poi la giornata se n’è andata a su rollo. Ho avuto tanto di quel lavoro, che ho dimenticato di chiamare la Whirlpool, per la lavatrice.

500 euro in contanti. uno sull’altro

900 di potenza nella centrifuga (così escocno quasi secchi)

classe A (w l’ecologia)

capienza 5 KG (vivo sola)

carica dall’alto (come la sua precedessora e poi non mi stanco ad abbassarmi))

Whirlpool: una madre marca, e s’è ingrippata già! Ha solo un mese e già non funziona! Uffa era diventato l’orgoglio della casa. Non vi dico che bello, quando le valigie ti arrivano finalmente dopo 5 giorni dal tuo arrivo e mentre entusista di questa bellissima notizie, separi velocemente i panni bianchi dai neri, mentre corri verso la lavatrice, fuori sul balcone, ti cade l’ultimo calzino, lo raccogli, metti il sapone, l’ossigeno antimacchia, l’ammorbidente, giri contenta sulla manovella per programmare, inserisci il lavaggio rapido, pensi che la centrifuga 900 è troppo violenta per i tuoi bei vestiti, ok dici, vada per l’800, premi il pulsante di accensione e soddisfatta te ne vai.

Poi, il primo controllo: (della serie vado a vedere se è finita) ed è ferma. ci riprovi a fare tutto il santo procedimento e te ne vai, magari, pensi, mi sarò dimenticata di qualche passaggio.

Al terzo controllo noti la stessa situazione e capisci che qualcosa, nella tua bella macchina da lavaggio, non va; e vedi se per caso la spina non è ben inserita, controlli che l’acqua sia aperta, cambi combinazione del lavaggio (forse la combinazione 50 gradi non va con la centrifuga di 800, oppure il cotone colorato non lo puoi mettere a 800?e se per caso metto il programma delicati con centrifuga di 700? insomma ragà non funziona.

e mi sono pure dimenticata di chiamare il tecnico.

e quest’è. non era esattamente il post che avevo pensato di inserire ma, è uscito solo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a di giorno in giorno

  1. giordana scrive:

    la lingua
    unico neo di Barcellona, o meglio nei metodi di insegnamento adottati qui, il catalano.
    Non esiste nessun scuola materna ed elementare, in cui si studi e si giochi in spagnolo. la prima lingua è sempre il catalano.
    nell’istituto italiano? benissimo, prima lingua l’italiano, seconda il catalano. Lo spagnolo? non c’è. Questa è una cosa che fa rabbia. Perchè Barcellona è bella anche perchè è cosmopolita, e gli stranieri, non convinti del catalanismo, vorrebbero mettere i proprio figli in una scuola in cui la lingua principale è lo spagnolo. Questi, (come me) si fregano. Se dovessi avere figli un giorno a Barcellona, ( a questo punto già nutro dubbi) sono già avvilita e rassegnata, rispetto a questo tema.

  2. flavia scrive:

    ciao Giordana bella! so che domandare è lecito e rispondere è cortesia, però mi sembra di aver perso qualche passaggio. non eri intenta a spostare gli orologi di casa avanti di 9 ore e a programmare voli verso l’emisfero australe? stai invece navigando verso altri lidi?
    bss.

  3. ceciila scrive:

    catalano
    a parte il fatto che ti auguro di avere qualche pargolo, a Barcellona o dove vuoi tu, il problema del catalano effettivamente me lo ero posto anch’io. io parlo lo spagnolo (castigliano), ma in casa ovviamente si parla e si parlerà italiano, credo che l’unica soluzione sarà che imparino tre lingue invece di due. In fin dei conti il più piccolo non parla ancora e la più grande inizia ora. potrebbero imparare, come fanno i piccoli autoctoni, il castigliano come seconda lingua dopo il catalano, magari con una tata andalusa. è un peccato ma meglio di niente… Ma tu come te la cavi al lavoro? immagino che il catalano sia preponderante…
    mi fa molto piacere “chiacchierare” con te.
    grazie e buona giornata

  4. g. scrive:

    meglio qui.
    di giorno in giorno

    Amedeo Minghi

    ( x favore non me la censurate perchè tanto non è integra…)

    Quante volte
    oramai ho già creduto
    fosse un gioco.
    Questa vita mia
    sembrava niente
    e non è poco.
    Se affondo
    i miei pensieri verso Te
    un nuovo desiderio sopravviene.
    E muta il tuo stupore intorno a me
    che dubbi non ne hai,
    Ti voglio bene.
    non ti dirò
    le frasi in uso,

    ——————————————————————————–

    non cercherò
    sponde
    di giorno in giorno
    ancora.
    Ho aperto le finestre
    al Sole aspro del mattino,
    strappato quella liste delle scuse
    non mi serviranno più.
    E via,
    con Te
    che sei la decisione mia,
    con Te
    io lego i miei frammenti ai Tuoi.
    Solo con Te
    domani.
    La vita è da sorridere così.
    Solo per Te
    Amore,

    ——————————————————————————–

    costringerò la Luna quando è giorno
    a far salire la marea.
    E qui alla nostra riva
    che magìa,
    un fiume spinge in piena l’allegria .
    Solo con Te
    l’Amore
    adesso sì,
    mi riconosce.
    Solo per Te,
    mi fermo qui,
    senza più scuse,
    non cercherò
    sponde
    di giorno in giorno,
    ancora…
    E basta con gli inganni,
    con le lacrime in Amore,
    E chiudo,
    con gli affanni del passato
    dei passati amori miei.
    E via,
    con Te
    che sei la contentezza mia,
    che fai sopire i miei fermenti e i tuoi.

  5. val scrive:

    hablando de pisos
    no se querida gio, hasta cuando hay que compartir pisos…?leyendo del piso superguay, con velas, baldosas coloreadas, y fiesta en el aire también si no hay nadie…ufff, no se, mi piso me va estrechito, quiero un espacio minusculo si quieres, pero mio, total, privado, cueva, establo, rinconcito perdido y solitario, me intiendes???, pero con mis plantitas y mis refejos de Humor, no con los de lo de más.
    Ya se ha pasado l’erasmus, la edad del pavo…no sé..gual que este sinembrago es efecto de la ciclotimia también…

  6. annina scrive:

    guindas orecchini
    io quando ero bimba la mia bellissima mamma mi appendeva sulle orecchie le ciliegie a coppia!! mi sa che devo avere pure qualche foto..che tenerezza e che sorrisi grandi.
    ccà stamu facìennu na panza china di arance e crucette, cumpà.

  7. giordana scrive:

    x val
    nena!!! te das cuentas que solo tienes 25 años??? yo tengo casi, casi, 10 de mas!!!

  8. bert scrive:

    modulo
    compila il modulo e metti avanti gli orologi di 10 ore

  9. alex brisbane scrive:

    fuso
    non dovrebbero esserci problemi a mettere gli orologi avanti di 10 ore Giordana, al massimo, arriverai un po’ in ritardo in ufficio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *