lettera alla direzione

lettera alla direzione della trasmissione “Alle falde del kilimagiaro”

se c’è qualcuno che vuole sollecitare il mio intervento, la e-mail è: kilimangiaro@rai.it specificando nell’oggetto: il viaggio di Giordana.


Salve,

mi chiamo Giordana Querceto, sono architetto e vivo a Barcellona dal 2000. Tra le numerose passioni che ho, quella del viaggiare è sicuramente la più grande. In un momento molto positivo della mia vita, e non avendo obblighi familiari, ho deciso di fare un viaggio” around the world” per dedicarmi alle tre cose che mi fanno stare bene: l’architettura, viaggiare e scrivere.

Questo viaggio è legato ad un progetto al quale pensavo già da tempo. Il mio obiettivo è duplice. Da un lato, quello di ampliare i miei orizzonti sul fare architettura in maniera globale, attraverso la realizzazione di una serie di interviste da effettuare in differenti capitali mondiali, a quegli studi di architetti che, negli ultimi 30 anni, hanno rivolto una particolare attenzione alla sperimentazione di nuove tecniche e tendenze in ambito architettonico. Dall’altro, quello di stabilire una serie di ponti comunicativi non solo tra coloro che svolgono la professione in diversi luoghi, ma anche per quanti si interessano di architettura pur operando in ambiti diversi. A coronazione del progetto mi piacerebbe raccogliere il materiale in una pubblicazione.

La ragione che mi spinge a scrivere “Alle falde del Kilimangiaro” è il mio desiderio di condividere le sfide ed i piaceri incontrati nell’organizzazione di questo viaggio, esternare gli entusiasmi e i segreti che ci sono alla vigilia del “viaggio che molti sognano”. Al concludersi della mia grande esperienza, se vogliate ospitarmi nuovamente per descrivere e illustrare attraverso le mie fotografie i luoghi da me visitati, ne sarei assolutamente entusiasta.

Al seguito allego il mio itinerario.

rimango in attesa di una risposta positiva,

cordialmente

Giordana Querceto

MY ITINERARY

30/9 BARCELONA-LONDON-TOKYO

12/10 TOKYO-PEKIN

FROM PEKIN TO SHANGHAI WITH TRAIN OR BUS

24/10 SHANGAI-HONG KONG

02/HONG-KONG-HANOI

FROM HANOI TO SAIGON TRAIN

1/12 SAIGON-BANGKOK

11/12 BANGKOK- BALI ( ONE STOP TO SINGAPORE)

22/12 BALI-BRISBANE (ONE STOP TO SINGAPORE)

30/12 BRISBANE-SYDNEY

6/1/08 SYDNEY-WELLINGTON

16/1 WELLINGTON-AUCKLAND

1/2 AUCKLAND-PAPETE

7/2 PAPETE-SANTIAGO DE CHILE

FROM SANTIAGO TO HUSUAIA AND HUSUAIA TO BUENOS AIRES WITH TRAIN OR BUS

8/3 BUENOS AIRES- LIMA

19/3 LIMA-CIUDAD DE MEXICO

FROM CIUDAD DE MEXICO TO CANCUN WITH TRAIN OR BUS

19/4 CANCUN-HAVANA

30/4 HAVANA-BARCELONA

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a lettera alla direzione

  1. d. scrive:

    sollecito
    Partecipo volentieri alla tua richiesta!!!
    anche se sono convinto che sia riduttivo, visto l’itinerario e l’impegno che ci metti, proporre questo discorso (solo) alla redazione de “alle falde del kilimangiaro”.
    in fede_lissimo
    D.R.

  2. g. scrive:

    lettere?
    credo che il programma sia ben fatto. Mi piace molto Licia Colò è professionale e seria, ma soprattutto è un’ecologista.
    Nouvi sistemi progettuali per la salvaguardia dell’ambiente nell’edificazione è uno temi che `tratterò nelle interviste.
    da quando si è jodida la parabola (2 mesi) non vedo più la tele italiana.
    Non voglio però trasformare la cosa in piatto ricco mi ci ficco…ne fare un’insalatona stile MCdonalds. Quindi ci vado piano con le lettere.
    comunque tu a chi scriveresti?

  3. d. scrive:

    ordine
    sicuramente informerei l’ordina degli architetti per rendere la cosa Ufficiale e perche no forse otterrei anche qualche tipo d’incarico.
    Idea!!! perche non affianchi al tuo lavoro un tuo progetto sul “colore” contestualizzando le scelte dei siversi popoli in fatto di colori che trasformano e in qualcche caso arricchiscono il manufatto!!! inoltre via emeil ti posso aiutare ad ordinare le foto per preparare il grande libro “alla ricerca dell’architettura pura-pura architettura” in vista del tuo trionfale rientro!!!!
    lo so che corro troppo
    in fede_lissimo
    D.R.

  4. g. scrive:

    nessun rientro trionfale, per cosa poi?per essersi tolti lo sfizio di viaggiare?
    il mio rientro non avrà niente di trionfale. magari dopo 2 paesi, butto nel cesso 4500 euro del biglietto e torno, perchè mi sento sola o perchè ho qualche problema di natura fisica che ne sai…

  5. val scrive:

    dalla val con piglio sicuro
    ma come si fa a dire che fa schifo fare l’architetto in italia o nella concicina…?ma se vi va di fare buona architettura potete anche farla nel pollaio della casina della nonna…se vi va di studiare non ci sono raccomandazioni che tengano per continuare con i postgrado… e i soldi si trovano se c’e la passione… davvero vedere tutta la gente si lamenta dell’italianitá non so so se mi deprime o mi spaventa…ma cosa credono le persone che in spagna ci siano alberi della cuccagna anziché pali della luce?

  6. d. scrive:

    peccato
    peccato che non mi piace l’itinerario altrimenti ti accompagnavo, ovviamente ad debita “distanza” 10mt.
    D.R.

  7. giordana scrive:

    val
    sei troppo giovane, cresciuta nella buona Milano, (nel senso che magari non hai idea del sud) e già stai da troppo tempo a Valencia per non disprezzare come di deve, il panorama del lavoro in Italia. Ma Simone lo leggi o no?i disperati che mi chiedono come fare x venire qui? li leggi quelli si …
    la tua posizione nel commento, io, che un pochino ti conosco, mira al voler dire “qui non troviamo nulla per terra e ci facciamo il culo.” ok sono daccordo.
    ma voler fare, e bene l’architetto, ovunque è possibile, mi sembra un pò eccessivo, como comentario…nena!
    saluta i tuoi da parte mia e a te un besico, come dicono in Andalusia.

  8. d. scrive:

    disperati
    penso che sei troppo severa nel dire “disperati” visto che questi si fanno un culo e danno in alcuni casi la vita per l’edilizia!!! senza ottenere niente. “capiscimi”

  9. d.d.d. scrive:

    grazie!!
    Ho letto questo libro la scorsa estate su consiglio della mia prof.ssa di italiano.. devo dire che è un libro meravglioso.. De Carlo è uno scrittore eccezionale!! devo ance dire però che la prima parte scorre poco è molto lenta, infatti è stata la seconda parte ad affascinarmi di più, nel momento in ci i due ragazzi sono cresciuti.. una bella storia di una bella amicizia!! da leggere!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *