Il grande viaggio

Ci siamo quasi. Mi diverto e allo stesso tempo mi sorprendo a notare come io mi senta tranquilla, consapevole che ció a cui vado incontro é l´esperienza piú significativa per una donna ma anche la piú comune ad ogni latitudine.

L’atto di partorire comporta una separazione, così come l’atto di partire. Non a caso i due verbi pare che abbiano una lontana etimologia comune. Dato che ogni separazione è in qualche misura dolorosa, è per me un controsenso inseguire il mito del parto indolore. Peró allo stesso tempo sono molto piú concentrata sull´atto di dare la vita a mio figlio che al mero particolare di separarmi fisicamente da lui.

Analizzo la mia tranquillitá e capisco che dare alla luce nelle mie condizioni é da privilegiati. Sono ampiamente serena per la mia condizione all´interno della societá e totalmente felice con il mio partner. Due fattori, che secondo varie letture effettuate, condizionano moltisismo tale esperienza.

Il mio muro su facebook, notoriamente bloccato da 4 anni e per l´occasione speciale debitamente aperto,  gocciola messaggi di fiumi di persone da tutto il mondo che vogliono news. Mi riempie di orgoglio, pensavo che la cosa potesse aggravare l´ansia  o in qualche modo infastidirmi, ma anche questo dettaglio ha sortito effetti positivi. Sono felice che cosí tante persone amiche attendino con me l´evolversi di questo felice evento.

E tiro le somme. Come il mio solito. Mi volto indietro e scruto tutto. Osservo il mio passato e controllo se tutto é in ordine. La mia esperienza lavorativa durante l´universitá e tutti gli amici del Mc che conservo nel cuore, i corsi in facoltá super affollati, gli esami sofferti, le nottate, gli amici, la laurea in urbanistica, il 110 cum laudem, i brividi, le lacrime e gli anelli di brillanti.

Il primo aereo per Barcellona, il master all´Istituto di Studi Metropolitani, i primi lavori, le numerose  porte chiuse in faccia negli studi di architettura per non saper usare autocad, i night club, i concerti, le chitarrate con Martin, Hernan e Richard.

 Poi lenti passi, tenacia, grinta, soldi contati in tasca e le spese ai discount, le prime soddisfazioni professionali, le nottate negli studi prestigiosi, le scalate sui cantieri, l´elmetto, gli operai, i contratti con gli industriali. L´esperienza con i progetti del comune di Barcellona, i Supervisors, cantieri e ancora cantieri. Il restauro dell´edificio a Gran Via, i progetti alla Vodafone, odore di calce e polvere di marmo, jeans bianchi di gesso e pittura, puzza  di bitume caldo sulle terrazze a Rambla, vertigini sulle impalcature, la gru che blocca la Rambla per caricare la macchina dell´aria condizionata.

E poi il grande viaggio. ArchitecTour. Incontri con persone fantastiche, bastoncini di incenso e silenzio nei templi in Asia, foglie di coca in bocca per l´altitudine in Sud America, immersioni con gli squali in Australia e a Cuba, rafting con Francy in Nuova Zelanda, l´incontro ad Hanoi con il mio uomo. Mio e di nessun altro. L´esperienza a Dubai, i progetti della metropolitana, le temperature a 45°  e le caviglie grosse, i pianti e gli episodi di razzismo. La vita in Germania, i concorsi di architettura con Piernicola, i corsi di tedesco, il freddo cane, i mercati di natale e il vin brullé, i nostri matrimoni civile e cattolico, i nostri amici da tutto il mondo, la pubblicazione del libro, la presentazione e gli applausi,  la notizia della vendita di mezza tiratura in soli  5 mesi, le estati a nel mio appartamento a Barcellona e il via vai di ogni anno (tutte le ultime 11). Tutto é in ordine, abbiamo fatto quello che volevamo e anche di piú.

Una vita meravigliosa, che aspetta solo di essere completata in questi giorni.  Siamo sani, felici, realizzati e soprattutto pronti ad accogliere questo figlio.

Adesso iniziamo il nostro grande viaggio, che non avrá mai fine.

Ti aspettiamo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Il grande viaggio

  1. mary scrive:

    grazie per aver condiviso cn noi pezzi della tua vita…
    in bocca al lupo x il resto

  2. anna scrive:

    Questo post è stupendo! Sono realmente commossa dal fatto che tu abbia voluto condividere con tutti noi, conosciuti e meno conosciuto, tutte queste riflessioni così intime!
    Ti mando un forte abbraccio e un grande in bocca al lupo
    Sono con te

  3. gino scrive:

    Siamo felici per Voi, un bimbo che arriva è una ricchezza immensa; giungerà in un nido caldo d’amore, sarà il centro del Vostro universo e Voi storditi di gioia a gravitarci intorno.
    I bimbi ci scelgono e scelgono soprattutto le loro mamme, una nostra amica nonchè vicina di casa, l’altra sera ci ha raccontato un piccolo aneddoto legato alla sua seconda bimba che da piccina spesso le ripeteva che quando ancora no era con lei, giocava insieme ad altri bimbi nel giardino di Mamma Maria e che dal cielo l’aveva scelta e quindi la seguiva e trepidava in attesa di andare da lei.
    Probabilmente aspettava che il nido fosse pronto ad accoglierla nel migliore dei modi.
    Mi piace pensare che la Tua serenità, la Tua tranquillità e il Tuo equilibrio e la Tua felicità Ti consentano di accogliere finalmente quel bimbo che T’aveva scelta e non vedeva l’ora di abbracciarti.
    Un bacione da tutti noi
    Gino, Lella, Sabrina e Vittorio

  4. Paola scrive:

    il tuo post mi ha davvero commossa…sempre di più imparo che per essere felici bisogna impegnarsi… 🙂 Grazie y…suerte!
    Paola

  5. marzipan scrive:

    Ti auguro che arrivi lentamente, nella calma, nella consapevolezza, nella gioia della vicinanza col tuo uomo. Sarà bellissimo, è già molto amato. Ti abbraccio.

  6. Daniela P. scrive:

    Che grande capacità di sintesi!! Eh eh eh…cara Giordana, Stephan e D…non vedo l’ora di abbracciarvi “virtualmente”…:)…
    Con grande e sincero affetto.
    Daniela.

  7. PIETRO scrive:

    Mitica che serenità!
    Grandissima. Un abbraccio

  8. marzipan scrive:

    Ma è arrivatoooo???

    • giordana querceto scrive:

      Ciao Marzipan! Daniel é nato il 18 febbraio alle 2.30 con 3650g e 53 cm. appena posso, posto!!!

  9. anna scrive:

    Congratulazioni a tutti e due!
    Aspettiamo presto un tuo post per festeggiare tutti insieme 🙂

  10. marzipan scrive:

    Yahooooo, auguroni a tutti e tre!

  11. marzipan scrive:

    P.s. Che tempismo! Devi essere stata molto convincente, appena hai scritto il post è nato!

  12. Daniela P. scrive:

    Daniel, che bel nome!!!! (eheheheh) Ragazzi, sono contentissima per voi!
    Sinceri auguri e tante congratulazioni..:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *