É nato Daniel!

“Congratulazioni, è stato un parto di classe”, con questa frase, 3 giorni dopo il parto, la dottoressa che ha fatto nascere mio figlio, mi stringe la mano e mi saluta.

Una  frase singolare che nessuna donna al mondo si aspetta di sentirsi dire.

Ricambio la stretta di mano e emozionata scappo nella mia camera della clinica, mi rintano nell’ antibagno con Daniel baciandolo in fronte e piango. Ancora una volta. Ma allora siamo stati cosi bravi?

Ma cominciamo dall’ inizio. Questa gravidanza è stata desiderata con tutte le nostre forze ed è stata portata avanti con tutte le tensioni e le paure di una donna over 35 e con i classici problemi sopportabili quali sciatica, acidità, gonfiore alternati ai disturbi dell’ umore dovuti alla guerra degli ormoni.

Il giorno del parto (per le meno fortunate, i giorni) assume, nella memoria e nei ricordi, una vasta gamma di connotazioni: dall’eroico allo splatter, dall’idilliaco al melenso, dall’efficientista allo spirituale-mistico. Prima che arrivasse il mio turno, (mentre in famiglia non c’ è stata occasione per sdilinquirsi e ansimare appresso ad altre gravidanze nonostante due fratelli) ho avuto  il privilegio di incontrare zelanti raccontatrici  di tutti questi generi letterari e sono riuscita quindi a farmi una idea di ciò a cui andavo incontro.

Grazie anche alle letture in tre lingue e tre culture diverse di cui mi sono legittimamente nutrita durante i 10 mesi. E si diciamolo sono 10 mesi da 4 settimane. Sapevo che sarei andata oltre la 40ª, perché mi madre da brava strega aveva previsto il parto qualche giorno dopo la sua venuta. Mio marito e la mia migliore amica insistevano per la luna piena del 18, e così è stato alla fine.

Arriviamo in clinica alle 18 e ci consigliano di fare una passeggiata di una oretta e mezza. Meno 5º, il bosco che circonda la clinica era coperto di bianco, il candore della neve caduta qualche giorno prima, ascolto Allegria del Cirque du Soleil con l´Ipod.

Dalle 21 in poi, dopo che i miei suoceri sono andati via, ci comunicano che la camera dove ci troviamo e dove  è avvenuta la prima visita e i successivi due monitoraggi sarà anche la nostra sala parto. Allorché ci mettiamo comodi, installiamo l`Idock  comprata per l’ occasione e avviamo la playlist alla quale abbiamo tanto lavorato. Posiziono a lato del mio letto un pacchetto di tic tac alla menta e un balsamo labiale. Stephan imbeve per me fazzolettini di carta con un olio al Lemongrass comprato in Thailandia per cullarmi anche con un pó di aroma terapia. Il tempo viene ritmato da una  precisa serie di eventi e medicamenti che non sto qui a spiegare. 😉

Verso le 2.30  Daniel è nato. 53 cm e 3650 grammi di bambino sano e forte.

E il suo pianto è stata la musica più bella.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

25 risposte a É nato Daniel!

  1. Simona scrive:

    evviva!!!
    complimentoni vivissimi alla neomamma e al pupone, che teneri che siete!!
    ti abbraccio,
    simOna

  2. marzipan scrive:

    Meravigliosa foto per un meraviglioso racconto. E ci credo che è stato un parto di classe con una mamma così. Vi abbraccio.

  3. Daniela P. scrive:

    E, per non smentirmi mai, mi è scappato il lacrimone…:)…Siete bellissimi. Non c’è niente da aggiungere..:)

  4. antoellaa scrive:

    mi commuovo guardonti in foto (rivedendo me stessa 4 mesi fa) ti faccio i miei piu’ grandi auguri perchè la mamma è il più bello-difficile-entusiasmante mestiere del mondo!

    bacio grande

    Anto

  5. Francesca scrive:

    Mille auguri a te e ai tuoi “uomini” da una affezionatissima quanto silente lettrice! 😉

  6. Flavia scrive:

    Tanti Auguri e un saluto ai tuoi. bss.

  7. anna-calabrese scrive:

    Incredibile alla fine sei anche riuscita a trovare il tempo e il modo per aggiornare il blog!
    Vi rinnovo le mie congratulazioni, siete meravigliosi 😉

  8. Domenico scrive:

    CONGRATULAZIONI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Barbara scrive:

    Congralutazioni Giordana, che bello!!!!!!!
    Ti abbraccio forte,

    Barbara

  10. giulia scrive:

    Ciao, leggo il tuo blog , con interesse , ormai da parecchio tempo, sempre in modo silente, ma un evento cosi gioioso merita delle congratulazioni ! auguri !

  11. Fiammetta scrive:

    Tantissimi complimenti Giordana!!! E buon viaggio 😉

  12. vale scrive:

    CIAO NUOVA MAMMA!
    EL PRIMER ENHORABUENA DEL BLOG!!!!!

    ASPETTIAMO TUE NEWS DA MEZZO MONDO!

    UN GRANDE ABBRACCIO E TANTI AUGURI A “LOS TRES”!
    VALENTINA

  13. gg scrive:

    Non potevamo mancare.
    Auguri dalla redazione e baci al pupo.
    Chissà che musica hai messo, poi, per farlo uscire così bene?

  14. giordana querceto scrive:

    Grazie a tutti per gli auguri!Io sno un pó K.O. ma spero di non trascurare il mio amico blog.Soprattuitto tenendomi aggiornata con le news di architettura! speriamo….

  15. Stefania scrive:

    Devo confessare che anche io mi sono commossa, quando l’ho letto “per intero”.
    E’ un racconto bellissimo, come ti dicevo in qualche mio commento tempo fa è un ottimo e toccante inizio “del viaggio”. Quello più lungo, più bello e più importante della tua vita. E sono sicura che il “jet leg” che stai vivendo adesso presto svanirà e, proprio come quando si viaggia dall’altra parte del mondo, presto tutto tornerà ad essere “normale”, ci vuole solo il tempo di acclimatarsi 😉
    Un bacio grande!

    • giordana querceto scrive:

      Sté Tornare alla ” normalitá”?ma la maternitá é un processo irreversibile!
      bello peró…non riesco a fare niente di mio…ma va bene cosí..
      ti abbraccio

  16. Lu scrive:

    Congratulazioni!!
    un bacio al picccolo anche da parte mia, Lu

  17. steppi scrive:

    Auguri!Auguri!Auguri!!
    Auguri per il libro,per il matrimonio e per il bebè!!
    Auguri per la nuova vita che riempirà di colore e musica la vostra felicità!:)
    Spero di rivedervi presto!Un abbraccio!!steppi

  18. steppi scrive:

    Auguri!Auguri!Auguri!!
    Auguri per il libro,per il matrimonio e per il bebè!!
    Auguri per la nuova vita che riempirà di colore e musica la vostra felicità!:)
    Spero di rivedervi presto!Un abbraccio!!steppi

    http://www.youtube.com/watch?v=eJetnmKKSbs

  19. angela scrive:

    leggo il tuo blog da quando avevo 20 anni, ora no ho quasi 27… ho letto con avidità i tuoi meravigliosi racconti su Barcellona 8città del mio cuore ma aimè lontana) e sul giro del mondo.
    Solo 2 volte sono intervenuta nelle tue discussioni…e questa è la 3^.
    Tanti meravigliosi auguri ad una nuova mamma….

    • giordana querceto scrive:

      wow, ma allora nascosti un pó qua e un pó la, davevro ci sono lettori che leggono questo blog da quando 7 anni fa fu aperto?La cosa mi inorgoglisce. Resta sintonizzata Angela. 😉
      un abbraccio speciale per te.

  20. Alessia scrive:

    Ciao Giordana! sono una tua lettrice “silenziosa” da prima che partissi per il tuo giro del mondo, in un’occasione del genere non potevo rimanere tale e quindi ti faccio tantissimi auguri!!!

  21. Marco scrive:

    Felicitazioni!!!

    era da parecchio che non passavo sul tuo blog… hai lasciato la mitica Bcn e ti sei spostata in Germania.. quante cose mi son perso…
    Ma questo… E’ un evento di portata esagerata!!! Tanti Tanti Auguri!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *