Bohemian Hostel Barcelona

Aïe Architectes hanno sicuramente centrato lo stile Barcellonese progettando questa torre. Ma il piazzale difronte al MACBA, con i ragazzi che schizzano con i loro skateboard, secondo me andrebbe lasciato libero. Nelle sere d´estate, quando ci sono le serate con il museo aperto e mille luci colorate vestono la facciata di Meier, é davvero pioacevole star seduti li, con un birra, una chiatarra e qualche amico…

in ogni caso il progetto é questo:

Competition for the Bohemian Hostel for Backpackers, Barcelona, Spain

Trekking tower

localisation: Bario Gotico, Barcelona, Spain

programme: Bohemian hostel for backpackers

maître d’ouvrage: Arquitectum + Universitat Abat Oliba CEU

maître d’oeuvre: Aïe Architectes

livraison: avril 2011, résultats mai 2011

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Bohemian Hostel Barcelona

  1. Marco Cerase scrive:

    Ciao Giordana, con tutto il rispetto per i progettisti non vedo proprio il motivo di mettere un pastrocchio simile di fronte a una delle pochissime architetture di Meier convincenti e funzionanti rispetto al contesto, poi proprio sul lato più bello della piazza.

  2. Pier scrive:

    Forse ricordo male le dimensioni di quella piazza, ma c’è davvero tutto quello spazio per fare una torre simile? Demoliscono qualcosa? Dal render mi pare che ci sia qualcosa di strano…

  3. Stefano scrive:

    Io a dir la verità ho sempre trovato quella piazza un po’ compressa e quell’edificio un po’ troppo fuoriscala per il luogo. parere personale, ovviamente. Ora, a meno di qualche demolizione della quale ovviamente non so nulla, mi pare che l’aggiunta di una simile sberla di torre sia un’ulteriore chiusura dello spazio che permette sì la lettura del luogo ma soprattutto la vivibilità e socializzazione nello stesso. Con buona pace del render che lo fa sembrare così ampio… In se la torre non è comunque spiacevole, anche lo svuotamento a metà con i piani arretrati non appena si esce dall’altezza del Macba sembra voler cercare di appesantire il meno possibile la visione d’insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *