vento autunnale

Giá l´ho detto che penso di perdere´una buona percentuale della mia vita a cercare gli occhiali lasciati in giro per casa? Che rabbia. Bene adesso che li ho trovati posso dedicare 30 minuti, non di piú a questo post. Si perché devo assolutamente programmarmi tutto. Perché pensate che non abbia scritto in tutti questi lunghiissmi giorni? Perché non ne abbia voglia? E no, purtroppo muoio dalla voglia di dedicarmi al mio blog, ma veramente non ho tempo. O forse non lo gestisco abbastanza bene da poter ritagliare un spazietto per dedicarmi alle cose private. Si, private, perché adesso la mia vita é incentrata sulla famiglia e sul lavoro. La sfera privata e personale sta vivendo un perido di lento risveglio dal letargo, ma molto lento. Anche se moltissimi in letargo ci vanno proprio adesso!
Oggi sono rimasta tutta la mattinata a casa in attesa del meeting su skype con San Pietroburgo, non sono andata a pesare a Danny boy al consultorio, dove in genere vado tutti i mercoledi, non ho fatto un pó di spesa, né disegnato. Nulla. Tutto per attendere ansiosamente la riunione con il cliente che alla fine é durata ben 7, 43 minuti. Io mi sbatto tutta la settimana sul progetto per poi riunirmi  7, 43 minuti. Non so se é un bene o no. L´única domanda che io ho fatto al cliente alla fine é stata: “sei contento del progetto fino ad ora?”  é la risposta é stata un si, secco e pulito, che giá mi aspettavo dati i versamenti sul conto… Un cliente perfetto, paga puntualissimo, é contento, pratico, non é lunatico, peró come tanti altri clienti per dirla alla spagnola me está explotando! Daniel ieri ha compiuto ben 8 mesi e l´ho lasciato per la prima volta con una amica babysitter. Questa persona é veramente squisita, ha per di piú 3 bambini, per cui Danny boy, stando li con loro  puó ricevere soltanto stimoli e interesse. Purtroppo dopo venti minuti ho richiamato per specificare l´orario in cui generalemnte cena e l´ho sentito piangere forte forte. Sono subito salita sull´autobus per andarlo a riprendere ma poi ho richiamato e la mia amica ha detto che era tranquillisismo e stava giocando. Ho ammortizzato bene l´abbonamento dell´autobus perché ghiá ero arrivata sotto casa sua. Eh si ieri ce ne siamo andati con tanto di sciarpa azzurra a vedere la partita. Previa cena in un ristorante giapponese che fa delle zuppe di verdure e di miso buonissime  e un sushi veramente delizioso.

Peccato quel pareggio.

Dicevo Danny boy cresce, diventa bellissimo e io mi sto lentamente riprendendo i miei spazi, in quento il bambino é completamente svezzato. Addirittura, domenica scorsa é andato in gita fuori Amburgo con il padre, restando lontano da me tutta la giornata.

Poi mio marito se ne viene,  sospira e mi dice “che giornata difficile”!ma prima che io ribatta, lui é giá pronto a dirmi ” si lo, tu lo fai tutti i giorni” Eh, appunto.

Mi sento meravigliosamente bene, sará il sole splendente che oggi illumina il mio salotto…

é vero sono straindaffarata, ma sono tutte cose bellissime quelle che mi tengono impegnata. Come forse ho giá accennato stiamo cercando casa, ne abbiamo viste un paio, che ci hanno letteralmente bussato al cuore. Siamo in trattativa. Speriamo  che ancora una volta i miei sogni si realizzino.

Viaggi in vista, una bella settimana a Napoli, per un party , per una partita allo stadio, ma soprattutto per riavvicinare nonno e nipote, che pur essendo nati nello stesso giorno, sono molto distanti. Mia madre infatti si sposta di piú, mio padre no. Il comodone.

Adesso devo redigere un disegno in cui sono specificati i colori delle pareti della villa di cui ho fatto l´interior design, e voglio dare una spiegazione alle mie decisioni. Per cui mi sto RI-studiando la teoria dei colori e il rapporto sulle percezioni e  sulla psicologia. É risaputo che per una corretta progettazione cromatica è utile trascendere dagli aspetti e dagli effetti puramente soggettivi del colore, per soffermarsi sui criteri cromatici che regolano la giusta composizione delle tonalità . In questo modo si possono comprendere a fondo le potenzialità del colore per ottenere un ambiente che rispetti le esigenze di chi lo abiterá.

Qualcuno conosce una tavola con i RAL on line da potermi consigliare?Ve ne sarei grata.

Il tempo non é scaduto ancora, ma devo scappare a decorare con la pasta da zucchero, una torta alla carota, fatta per mia suocera che oggi compie gli anni. No, non sono una esperta di torte decoratisisme con la PDZ, come scrivono le blogger del settore, sono una principiante e proprio per questo vi chiedo di incrociare le dita per me!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a vento autunnale

  1. Daniela P. scrive:

    Cara Giordana,
    credo che la tabella online più attendibile sia proprio http://www.coloriral.com/.
    Spero di poter vedere al più presto i risultati del tuo lavoro, magari posti dei render o dei pdf delle planimetrie…specificando il copyright naturalmente..:D…
    Per la decorazione perchè non fai una cosa facile facile? Tappezza la torta di tante carotine piccoline: basta fare un conetto un pò schiacciato con la pasta arancione con tre tacche sopra fatte col coltello e poi potresti farci un ciuffetto con la pasta verde facendo passare una pallina di pasta in un colino a buchi larghi…sai tipo effetto passaverdure…Comunque se è buona, come la fai la fai piacerà..:D..
    Un abbraccio forte a te e famigliola ma soprattutto al mio omonimo..:)
    A presto.
    Daniela
    P.s. Forza Napoli!

  2. Glu scrive:

    bene, vedo che siamo tutti indaffarati e procediamo a gonfie vele … speriamo di rivederci presto. baci da noi!

  3. Bianca-Hamburg scrive:

    Incrocio le dita per te…per tutto!
    Attendo il prossimo pomeriggio libero per un’uscita insieme, sono certa che ne avremo di cose da raccontarci. Baci e sole!
    B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *