Concorsi di architettura

Non riesco a capire come mai, da qualche mese, sia complicato riuscire a trovare dei concorsi di architettura interessanti. Nei canali selezionati, dove un tempo si poteva scegliere tra concorsi sia nel panorama nazionale che internazionale, sembra ci sia una secca. Tra l´altro noto che concorsi negli USA, o in Asia, o ancora in Medio Oriente non se ne trovano assolutamente.
Oppure quando se ne trova qualcuno interessante, leggo:
La partecipazione a questo concorso è riservata esclusivamente ai giovani under 35
o ancora
La partecipazione a questo concorso è a invito.
oppure nel made in Italy si puó leggere spesso:

I partecipanti dovranno essere architetti ed ingegneri iscritti ai relativi Ordini della Provincia della cittá di Pinco pallino.

e spesso: students of architecture and young architects that have graduated within the last 3 years 😉
Il sito tedesco http://www.competitionline.com/de/ offre sicuramente qualche concorso in piú rispetto ad Europa concorsi. E dei bandi ne vogliamo parlare? Questi interminabili pdf che vagano per settimane in salotto in cerca di qualcuno che li legga? Diciamocelo pure, i bandi sono di un palloso esagerato. E a volte specie se in inglese, sono un pó dififcili da interpretare, almeno nel mio caso. Ma chi cerca trova e partecipare ai concorsi di architettura, al momento é l´unica chance che ho per essere allenata alla progettazione, giacché il progetto per il mio cliente russo, é bello e terminato da 3 mesi. C´é da dire che qui su PA si trova una pagina dedicata ai concorsi in architettura, dove vengono segnalati i bandi utili ai vari professionisti, interior design, architetti, e vari profesisonisti del nostro settore. Gli avvisi pubblicati contengono la descrizione generale, la possibilità di consultare o scaricare il bando integrale e le coordinate online degli enti e delle istituzioni che emanano i bandi, quindi sono info abbastanza chiare. Ma rimane il fatto che scarseggiano i concorsi, per i quali spremersi la testa per far uscire idee portentose.

qualcuno di voi consa se ci sono possibilità di iscriversi alla newsletter di qualche sito per ricevere sulla casella di posta avvisi relativi ad ogni bando indetto a livello nazionale e internazionale?

Oggi é il primo giorno di mio marito al lavoro dopo il congedo parentale durato ben 2 mesi. Mi sa che per lui sará un toccasana il ritorno sulla poltroncina in ufficio. Altro che pappe, pannolini, nasini che colano! Io invece per riprendere gli studi di tedesco dovré ancora aspettare  una quarantina di giorni. Nel frattempo mi organizzo una settimana a Napoli per visitare la famiglia che mai come adesso ha bisogno di figli e nipoti per casa. E il destino mi ha fatto capitare sott´occhio ieri, un volo per Napoli, con uno scalo di ben 13 ore….indovinate dove? A Barcellona. dalle 21 alle 10. Tempo sufficiente per organizzare una cenetta con i miei cari amici.

Torno alla mia intramontabile traduzione di articoli di architettura dal tedesco all´italiano.

buona gironata a tutti!

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Concorsi di architettura

  1. Franz scrive:

    Io ogni tanto io uso http://www.arredativo.it/ è più per il mondo del design! spero ti possa servire!!
    Ne approfitto per chiederti un consiglio! mi sono laureato l’anno scorso in architettura… a settembre ho fatto un corso di Tedesco (livello A1) e sto pensando di andare a Berlino!!!
    Com’è la situazione lì negli studi? pagano? un italiano architetto che cerca lavoro nel loro paese come viene “visto” o meglio accolto!!! secondo te cercare studi di italiani già inseriti è una buona mossa?
    scusa per tutte le domande banali che ti sto facendo… ma ho bisogno di un punto di vista “coinvolto” visto che qui a casa mia mi sconsigliano questa avventura!!
    CIAO CIAO e complimenti per il tuo Blog!!! 🙂

  2. giordana querceto scrive:

    Che bello quanto tempo che qualcuno non mi diceva, compliemnti per il blog! Allora caro Franz, cosa hai fatto dell´A1? A1 1 oppure A1 2? Sappi che per lavorare in uno studio spesso chiedono il certificato di B1. Ma puoi fare il corso qui, paga lo statpo se dai motivazioni valide. Quella di volerti integrare nella societá tedesca per lavorare lo é. Quindi no problem. Per quanto riguarda gli studi, é ovvio che pagano, solo gli italiani NON pagano, quindi meglio non cercare studi italiani all´estero, perché ti ritroveresti con la stessa situazione. Ieri nella pagina di http://www.arbeitsagentur.de/ chiamiamolo ufficio di collocamento nazionale, c´erano ben 19 pagien con offerte. Peró devo dire che sono stata molto vaga, e ho inserito la parola ” autocad”. Mi interessavano tantissime offerte, il mio profilo rispecchiava quello che loro richiedevano, peró aspetto il diploma B1 che otterró a settembre, prima di lanciarmi a fare colloqui. In bocca al lupo e …non ascoltare NESSUNO e parti!!!

    • Franz-iscu scrive:

      Ho fatto il più elementare di tutti!!! 🙂 A1 (1) ( e che trauma!!! almeno all’inizio 🙂 )
      a Settembre dovrei fare un’altro corso finanziato dalla regione… ed ero indeciso se proseguire con l’A1 (2) ovviamente di Tedesco… o puntare ad un livello superiore ma d’ Inglese (almeno il B1).
      Per caso hai il link delle scuole statali Tedesce che fanno i corsi gratuiti ? potrebbe essermi utile in futuro!!

      Comunque, stavo pensando che forse per me sarebbe meglio andare per gradi… se trovassi uno studio che accetta persone che masticano un pò l’inglese, credo sia meglio… anche perchè penso che una lingua come il tedesco (come tutte le lingue del resto) si impari meglio e più velocemente stando nel paese stesso!!!

      Solo che ora sono squattrinato… a breve inizierò un part-time per mettere da parte qualche soldo… nel frattempo sto cercando nei siti di volontariato, per un campo estivo in Germania o in Svizzera! giusto per mettermi alla prova e capire se è la strada giusta per me! 🙂

      ti ringrazio per la tua gentilezza
      e tranquilla non li ascolto i miei!! se devo partire parto!! 😀

      ciao e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *