AMRITSAR

A 250 chilometri da Chandigarh e ad appena 30 chilometri dal confine con il Pakistan, sorge Amritsar: la citta’ del tempio d’oro, principale luogo di culto dei sikh.
Percorriamo la strada di notte, prima in autobus e poi in macchina, per poter essere all’Hari Mandir per l’alba. La citta’ ci accoglie con un caldo soffocante ed un ingorgo stradale che nemmeno i pedoni riescono ad attraversare…e sono solo le tre del mattino!

Ma ne vale la pena: appena entrati nel complesso lo spettacolo e’ fantastico…
L’Hari Mandir e’ circondato da uno specchio d’acqua chiamato Amrit Sacovar: una specie di enorme acquasantiera dove i pellegrini fanno il bagno. Per giungere al tempio si deve attraversare il Ponte del Guru…

…non so quante persone esattamente ci fossero, ma per percorrere pochi metri ci abbiam messo quasi un’ora!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a AMRITSAR

  1. TEO scrive:

    Bravo!
    Beh Raffa,
    grazie per tenerci aggiornato sul tuo grande viaggio. Nel guardare le tue foto o leggere le didascalie ci sembra un pò di far parte di questa avventura…ci immaginiamo sempre + hippy, sormontati da sgargianti turbanti, mirando quel tramonto asiatico che si perde appena dietro al cls di Chandigarh, e tra una pippata e l’altra, indagare il ns Io e non.
    Nutrici di mille e una storia per ritemprare l’attesa, qui, in laguna.