REPLAY

REPLAY 2

Non so se rispondere o no, questo blog è sul Portogallo e non è fatto per difendermi da persone che si irritano appena si parla male di Londra o di qualche italiano afflitto dal Grigio-di-Londra. Comunque siete davvero tenaci. Cominciamo:

<< non volevo commentare perché sapevo di fare il tuo gioco ma non resisto, scusa. filippo mi ha letteralmente tolto le parole di bocca: lanciare il sasso e poi nascondere la mano è uno sport tipicamente italiano, giusto per alimentare il florilegio di luoghi comuni.
che dire…sono felice per te che almeno questo “scambio di opinioni” abbia dato un po’ di vitalità e di audience a questo blog. >>

ringrazio Eleonora per aver rimpolpato il mio vocabolario. <>. Ti ringrazio per aver ostentato la tua felicità sia per me che per questo blog, (il cui scopo non era strettamente il “successo”), ma speravo di avere da te un’opinione invece di trovarmi riproposto il giochino del sasso e della mano nascosta. Gli italiani, “secondo me”, sono così: non accettano le critiche, quando le ricevono fanno gli offesi…insultano, e poi mettono la maschera delle vittime. Hai voluto lasciare un messaggio esclusivamente per offendermi, in modo super soft per carità, ma questo fa di te un certo tipo di persona. Lo hai fatto usando TU dei luoghi comuni e degli artifizi vecchi come la Costituzione, ma ognuno ha le sue tecniche, no? Sii lieta

<< sarà ma questa tua risposta a mio avviso peggiora le cose. le possibilità sono due: o ti senti un po' un guru al di sopra di tutti gli altri italiani, chiamato a ad indicare la luce a chi non e' elevato come te…..oppure risenti di quel piccolo ma fastidioso difetto di cui soffre anche il nostro primo ministro…..quella simpatica ed irrefrenabile spinta a spararle grosse per poi dire "ah ma non avete capito cosa volevo dire…..". credimi era chiaro quello che hai detto. non sono qui a difendere nessuno e non mi sono minimamente chiamato in causa da te…..ti ho scritto quelle cose soltanto perché quando mi trovo di fronte a tali banalità proprio non resisto. btw, tranquillo. quando vorrò essere illuminato sul capire il senso della vita….farò un salto da te.

F >>

Il caro F non vuole essere illuminato da me. Godrà di luce propria. F gioca molto con l’allegoria della luce…e con Silvio, passando quindi dall’offesa originale alla banalità più triste, quella che scomoda Silvio in ogni occasione di protesta. F è un paladino dell’originalità, lo dice lui stesso tra le righe,…combatte la banalità in ogni strada del mondo e in ogni rete. Il tutto facendo uso del suo personalissimo dizionario morale nel quale è distinto ciò che è banale da ciò che non lo è. Mi saluta con un accorato BTW che per me vale come un saluto Vulkaniano. BTW anche a te e buona vita, F

MORALE

Cercate di mettere dei buoni argomenti nei vostri testi, non ha senso quello che scrivete. Ho espresso delle perplessità su un modo di fare comune a molti di noi, e di VOI, e il risultato è stato quello di toccare qualche nervo scoperto. In un certo senso, fa piacere

—————————————————————————-

REPLAY

Per aver parlato male di Londra e di qualche italiano che ha avuto il rarissimo umile coraggio di parlar male dell’Italia, mi sono beccato parole.
Insomma mi hanno dato dello stupido, dell’astioso, del giudicatore e catalogatore di persone a sproposito e…per ultimo, dell’immancabile italico minchione. Più o meno, …tendente verso il pìù.
Io sono in Portogallo per scelta di vita e non per scelta di lavoro, non è stata un’esigenza “architettonica”: l’Architettura non c’entra niente nel mio caso. Adesso posso parlare male di Londra?
Per aver parlato male di Londra e di qualche italiano che ha avuto il rarissimo umile coraggio di parlar male dell’Italia, mi sono beccato il più alto numero di risposte per un post. 3, …vabbè ma è sempre qualcosa.
Cercate di andare al di là di quelle che VOI vedete come delle “provocazioni” ed estraete quella che è la vera polpa del discorso. Lo so che è difficile, in genere gli italiani non lo fanno mai. Chi non lo ha fatto, mi ha dato dello stupido, dell’astioso, del giudicatore e catalogatore di persone a sproposito e…per ultimo, dell’immancabile italico minchione.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.