Banalità, e pure gratuite

Il mondo va alla deriva, e non si sa per dove. Succede che in giro c’è gente che farebbe le stesse cose che farei io: c’è la crisi? E allora prendo dei giovani. Prendo dei giovani che non si lamenteranno se per quest’anno e per un paio di quelli futuri gli darò uno stipendio pari alla busta paga minima nazionale (nazionale “portoghese”, e cioè euro 400 e passa). Dovranno essere dei giovani super preparati all’uso delle “macchine” e dei suoi freddi programmi renderizzanti e di conseguenza i cv dovranno rigorosamente essere accompagnati da un portfolio nel quale il candidato darà un saggio delle proprie capacità informatiche e nulla più. Perché poi quello che “pensa” in studio sono io. Al massimo saranno gradite alcune buone idee sui dettagli costruttivi e nulla più.

Io vengo dall’epoca preistorica della china e delle tavole A0 stampate in eliocopia. Disegnavo ricurvo sul lucido e pensavo “Eeeeh! Ma quando imparerò anche io a usare il computer, quando imparerò anche io…allora si, eeeh,…” . Niente di più falso. Con l’arrivo delle “macchine” i tempi di lavoro sono sempre gli stessi perché è triplicato il numero di cose che ti chiedono di fare. Sfiga.

L’unica soluzione è rimboccarsi le maniche e cominciare a camminare in direzione della luce. Un passo dopo l’altro, come si suol dire, e dopo vedremo un po’ dove si può arrivare, quando, come e perché.

P.S.

Continuano ad esserci delle foto interessanti sulle Azzorre.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Banalità, e pure gratuite

  1. ANGELA scrive:

    isole azzorre
    hola ed…
    ho letto delle isole…aparte le castte colorate ahahahaha il paesaggio che?vale la pena?io vedo foto e sembrano fighissime e altra info…si vola da lisbona con tap…vero?

    bueno grazie mille
    ciussss
    angela

  2. Ed scrive:

    Risposta
    Cara Angela, il paesaggio vale DECISAMENTE la pena!!!
    I voli da Lisbona sono voli TAP.
    Io sono stato nell’isola di S. Miguel, che è un po’ distante rispetto al gruppo di isole centrali. Ci sono dei collegamenti con le altre isole sia di barca che di aereo (più costosi), ma sono entrambi un po’ caretti.
    Se hai la possibilità di fare un giro anche per le altre isole, allora ti consiglio di visitare Faial e Pico.
    In S. Miguel prevale la grandiosità dei vulcani: alcuni sono così enormi che racchiudono delle vere e proprie valli, con un proprio microclima, le proiprie colline, i prori boschi, i propri laghi e pure i propri paesini. Tutto là dentro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *