Prostrazioni

Nei post, ci può entrare un po’ di tutto. Anche dei fuori tema, penso io. E anche dei fuori-paese, parlando magari di qualche altro artista di lingua Lusa. Ed è così che inizio a narrarvi dell’ultimo libro che sto leggendo, una raccolta di corrispondenze tra il famosissimo architetto brasiliano Oscar Niemeyer e il suo fido calculista. L’ingegnere. Di fatto, le sudate carte, altro non sono che un elogio spasmodico di un certo José Carlos Sussekind verso il suo progettista, l’idolo del quale si vanta di essere amico. Si parla di architettura, di politica, di vecchi amici in comune, di Brasile e di storia del Brasile. Sembra un po’ come sentire Santoro e i suoi vassalli: vedono una pera per strada? O’, ma che cattivo quel Berlusconi!!! Sussekind usa lo stesso principio, un vettore con la stessa direzione ma di verso opposto. Architettura, politica, uomini, donne, non fa differenza: come ha ragione lei Oscar!!!! Com’è bravo!!!! Ma come mi pensa bene!!!! Concertazione 0. Critica 0. Vantaggi? Almeno si parla di opere di architettura che mi piacerebbe visitare, cercare su internet…insomma, esiste un certo stimolo alla ricerca, alla maggiore documentazione riguardo alle opere del Ronaldinho dell’architettura. Dalle carte, però, trasale ben presto un lato oscuro dell’artista. Buio, oscurissimo. Pesto. In pratica dalle fonti esce fuori la figura di un mancato dittatore di “fideliana” memoria. Uno che nella vita ha preferito fare l’architetto famoso a Copacabana, probabilmente la cosa che meglio gli riusciva. Ma se fosse entrato in politica, o nell’esercito (visto che molto spesso il passaggio dal secondo alla prima è implicito in certe dittature) avremmo visto la copia esatta dei vari Chavez, Fidel, appunto, e compagnia. Gli USA? Dittatori mondiali (facendo molta attenzione nel NON DISTINGUERE il governo statunitense dagli statunitensi in generale, tranne nel momento in cui questa separazione viene fatta citando le dichiarazioni di un politico brasiliano); ultranazionalismo ad oltranza (mi spiegate cosa di buono ha portato l’ultranazionalismo nel mondo? Sono curioso…); tutte le libertà civili dell’uomo devono essere rispettate…SE E SOLO SE queste vengono garantite da una forma di governo alla Fidel, il mito di Niemeyer. Ebbene: signori come Niemeyer sono dei cattivi maestri. Negano l’innegabile e ti dicono che le bestemmie sono degli inni a Dio. Ahi voglia a dire che gli architetti dovrebbero essere giudicati solo per quello che producono sul campo. Ma se siamo stracolmi di libri che ci parlano della vita dei nostri “idoli architettonici” investigando a fondo i perché del loro pensiero, i perché della loro formazione, i perché della loro profondissima forma mentis!!!! Improvvisamente, qualcuno parla di Comunismo e Nazismo e noi dovremmo calarci metri di prosciutto sugli occhi e sulle orecchie. Un classico italiano.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.