chi cerca…non trova.

Siamo alle solite. Ma che gli avrà fatto mai, mi chiedo incredulo (e inutilmente). Cercare nelle librerie del materiale su Gehry è un insulto scritto e timbrato al purismo di Stato dell’Architettura lusa, quella che qui scrivono con la A che conta. E dire che io pensavo che gli stitici del Gehry-pensiero fossero (in gran parte) gli italiani. Oggi, altra vana ricerca nel bookshop della Facoltà di Architettura (FAUP). Anche nelle normali librerie: niente (o poco). Mi ricordo l’epoca in cui cercavo del materiale per la tesi. In una rivista spagnola, beccai una foto di Siza e Ghery…vicini vicini. Il primo disegnava su un quaderno, l’altro seguiva i tratti della mano senza (apparentemente) capirci qualcosa. E il titolo diceva pressappoco così: Siza batte Gehry…o qualcosa del genere. È una questione proprio iberica.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.