votate, votate,…eh, sembra facile

Da Porto a Lisbona, la politica del vecchio Stivale sembra non aver perso le mie tracce. L’altro giorno apro la cassetta delle lettere…e cosa ci trovo dentro? Ci trovo dentro una bella lettera “ricordatrice”. Eh sì, perché uno dei POLITICI che va per la maggiore (IN ITALIA) ha avuto la premura di ricordami che tra poco si va a votare. La presunzione di poter piacere a tutti i residenti italiani all’Estero è stata senz’ombra di dubbio una sgraditissima sopresa, ma gli riconosco almeno una cosa: non poteva sapere che ci sarei rimasto così male. Ci sono delle persone che fanno di tutto per lasciare l’Italia e i suoi personaggi. Non è il mio caso, ma comunque sia ormai è certo: ogni sforzo è vano. Nel panorama politico dei salvatori della Patria, ho trovato un po’ di tutto nella mia piccola cassettina. Ci sono quelli che ripropongo il modello di sempre, quello delle grandi (poche) vittorie. Altri, invece, ti vengono a dire chi è il Male e chi il Bene. Illuminatissimi. Altri ancora, i più pericolosi, sono i popolarissimi nuovi profeti. Parlano con il lungauggio della gente e questo li rende molto attrattivi. Ma chi conosce bene la storia delle loro vite, chi sa che fare politica non vuol dire necessariamente candidarsi alla Presidenza del Consiglio,…chi si concentra sui contenuti delle loro proposte, pretendendo che i profeti diano chiarimenti anche E SOPRATTUTTO sul COME metterle in atto – perché i n.p. questo punto NON LO CHIARISCONO MAI (scelta tecnica!) – insomma chi usa le proprie umanissime facoltà senza lasciarsi abbindolare dalle promesse di un Mondo dei Balocchi, questo mitico “chi”, uomo accorto e umile, ha e avrà sempre tutta la mia stima. Come un voto virtuale. Senz’ombra di dubbio.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.