data stellare 01.02.2007

Mamma mia ragazzi che botta!
Questi mi fanno lavorare… La situazione, al momento è piuttosto buona. Primo mese di paga portato a casa. Inizia il secondo mese… roba grossa, roba grossa…
Il primo capitolo dell’appassionante saga dell’università sta arrivando .Ci ho lavorato un pochino su… non ho intenzione di “sputare” fuori il veleno. Ovviamente non tutti i professori e gli assistenti sono così come dipingerò i miei “protagonisti”… premessa scontata ma necessaria, visti i tempi che corrono. Ci sarà da “discutere”, ne sono sicuro. Ma non rimarrete delusi “mi auguro”…
Detto questo, stasera chiudo velocemente: ho ancora un paio di milioni di cose da fare. Magari già domani uppo la prima puntata… voi tenete duro, mi raccomando!
Un abbraccione a steppi: mail ricevuta sorellina baci

E agli altri, specie quelli che mi hanno scritto… credo in un principio fondamentale: Una gabbia, anche se d’oro è sempre una gabbia. Ma non si può salvare chi non vuol essere salvato.
Che vuol dire? Che rimanere zitti, lasciarsi umiliare, e rimanere “dentro”, mentre fuori piove, di sicuro ci eviterà di bagnarci. Ma fino a che punto, conviene rimanere asciutti? Fino a che punto possiamo andare, senza rischiare di diventare le persone in coda alla posta (grazie Pier Andra)?
Un abbraccio fortissimo a tutti!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a data stellare 01.02.2007

  1. non serve scrive:

    scegli tu
    non ho parole, mi trovo qui disoccupata a leggere frasi e pensieri che tutta una vita ho condiviso ma badate bene , solo con me stessa.
    in uno studio al di fuori delle perenni insoddisfazioni personali, mai che nessuno si sia levato a salvare l’altro e credete a me ne avrei cose da raccontare. cmq tutto va bene e anche oggi passerà no risposte ,no colloqui, no lavoro,no cena
    parliamo di pari opportunità ma quale,specifichiamo ….quella che penso io andrebbe rivista e aggiornata ,inseriamoci anche l’intolleranza a chi, come voi, si è incazzato per anni per cercare di migliorare questa merda di vita tra compromessi lavoro precario, non pagato mal pagato cococo stracciato progetto che si farà saltuario all’insegna della fame pi _ma ti devo dare qualcosa io?e chi più ne ha ce ne metta…..il risultato..sei fuori e prrché?hai avuto il coraggio di ribellarti e mandare a quel paese chi di dovere e chi ti ha conosciuto? “sei grande” ma io rimango al caldo ,intolleranza per i vecchi intolleranza per chi ha problemi diversi dai tuoi a chi se ne va in cantiere e al ritorno puzza come un maiale intolleranza a chi ti chiede aiuto per un semplice comando,intolleranza a chi è intollerante alla tua intolleranza e allora fà rapporto intolleranza verso la tua immagine non + accattivante intolleranza xche “il ragazzo è + sveglio…si, a fregarti! intolleranza a chi è …”diversamente giovane”
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *