data stellare 22.05.2007

Anche oggi approfondiamo un tema piuttosto importante. “Da” ce lo fa notare nel suo post: gli studi cercano oramai persone che siano subito disponibili a cominciare il nuovo lavoro, ma non possono organizzarsi per tempo? Chi già lavora come fa a cambiare?
Questa è un’ottima domanda. E, mi dispiace dirlo, non è un punto a favore di chi cerca un lavoratore.
Quello che mi viene in mente SUBITO è che hai una fretta boia.
Comprensibile.
Può succedere.
Un grosso concorso vinto, un’importante commissione, un pezzo importante dello staff che se ne vami serve qualcuno. Ma…
Perchè il “ma” c’è… mi viene ANCHE da pensare è che:

a. se hai troppo lavoro è possibile che quando il lavoro finisca, tu mi dia il benservito. Con questo ragionamento mi offrirai la solita merdosa partita iva e 700 euro al mese di compenso. E io ti rispondo di cacciartela profondamente su per il… avete capito, no?

b. se hai tutta questa fretta, come fai a regolarizzarmi? La stesura di un contratto, il tempo che mi devo prendere per pensare alla tua offerta, presentare il contratto stesso agli organi competenti… mi vien quasi da pensare che non abbia la minima intenzione di regolarizzarmi. Magari mi offrirai una ritenuta d’acconto o, peggio, un rimborso spese.
Con situazioni anche imbarazzanti:
Stasera si lavora fino a tardi!
Ma veramente io sarei uno stagista a 250 euro al mese
Ah, sei uno stagista, eh?! E come pensi di diventare un professionista se alle 6 vuoi uscire come un impiegato del catasto eh?! A lavoro e senza storie!
Questo discorso, per quanto duro e spietato, può essere facilmente compreso e condiviso. Sotto consegna si suda e si fatica tutti insieme. Il problema è che spesso e volentieri il cialtrone lo fa al telefono, da casa sua. Armiamoci e partite, insomma… (visto, poi, che gli straordinari non li riconoscono MAI)

c. se hai vinto un grosso concorso o hai ricevuto un appalto importante, è piuttosto improbabile che tu abbia bisogno di un architetto… è più probabile che cerchi un caddista. Allora, bastardo maledetto, metti un annuncio per caddisti… Questo è un giochino che ho subito e visto fare diverse volte.
In sostanza, se un cialtrone assume un architetto, anzichè un caddista, ha dei pro e pochissimi contro. Vediamoli meglio
PRO
1. lo puoi far lavorare con la scusa dell’esperienza (anche se non ne sta facendo) o ne sta facendo pochissima
2. lo paghi come un caddista, ma ha le competenze di un architetto, quindi LUI (il cialtrone) viene disturbato molto meno da giovani disegnatori che non sanno finire una sezione o non sanno come impostare un esecutivo
3. è “minacciabile” con le buone o con le cattive. “Dammi una mano, sono disperato! Ti prego! Siamo tra colleghi!” (buone) – “Te ne vuoi andare? E vattene! Ne trovo altri 100 come te” (cattive). Il problema è che è verissimo… ci saranno sempre altri 100 gonzi disponibili a lavorare per quelle miserrime cifre. Ma arriviamo fino a vere e proprie “estorsioni di lavoro“: “Parlerò con i colleghi all’ordine e nessuno ti farà più lavorare in questa città!” (falso come una moneta da tre euro, ma impressiona molto i neolaureati alla prima esperienza).
CONTRO
1… bah, non me ne vengono in mente molti. A dire il vero, nessuno. Ah sì, forse che ogni tanto qualcuno degli schiavi si ribella e vi molla in mezzo ai casini, col lavoro a metà. Ma basta mettere un annuncio con su scritto “si richiede disponibilità immediata”…

A rafforzare quanto appena detto, c’è la cosiddetta “formazione”. Per quanto possa essere un tecnico abile e capace, mi stai cercando in una fascia di età tale, per cui potrei aver bisogno almeno di una settimana, due, magari un mese di “formazione”, in cui mi insegni le procedure dell’azienda, le pratiche più comuni, mi passi il lavoro, mi allestisci una postazione. Non vorrai certo dare un incarico di RESPONSABILITA’ a qualcuno che dalla sua ha SOLO la laurea e esperienze scritte su un curriculum che non puoi verificareVoi, onestamente, lo fareste? Senza accertarvi della veridicità di ALMENO LA META’ di quello che il tipo che dovete assumere sostiene di saper fare?
Chi viene assunto stasera per lavorare domattina?
Uno che ha un’esperienza talmente conclamata da non necessitare nemmeno di un briciolo di formazione (manager di dimensioni galattiche, per capirsi) o qualcuno il cui lavoro è tutto sommato di bassa manovalanza. Che non richiede grosse basiper cui sono sufficienti una buona conoscenza di CAD e la formazione fatta dall’università. Ovvero un architetto impiegato come caddista.
Questo è il nodo fondamentale ragazzuoli. Un’azienda SERIA, sa che si espanderà, ma (PIU’ IMPORTANTE), sa COME, PERCHE’ e QUANDO si espanderà. E si muove per tempo. La disponibilità immediata… che comporta? Comporta “fretta”. Qualche settimana fa, qui dove lavoro, ho avuto una riunione con un capo filiale di un’agenzia immobiliare. Sommo cialtrone… doveva essere come minimo un barone, un gran maresciallo o qualcosa del genere. Ma ha detto una cosa che mi ha fatto profondamente riflettere. Certo, era riferito al mercato immobiliare, ma nel discorso di oggi, si inserisce alla perfezione. Quando abbiamo obiettato che nel book di presentazione degli appartamenti, poteva essere più comodo mettere più tipologie nella stessa pagina, ci ha risposto
No. Ce ne deve essere uno solo. Perchè lì devono essere concentrati. Non devono distrarsi. Non devono avere IL TEMPO PER PENSARE AD ALTRO. NON DEVONO PROPRIO AVERE IL TEMPO PER PENSARE. Così fanno quello che dico io, e comprano
Ecco ragazzi… proposta di lavoro con disponibilità immediata.
C’è altra gente che vuole il posto. Devi decidere. Adesso. Forza. Non sei interessato? Non vuoi la tua indipendenza? Non vuoi emanciparti? Non vuoi diventare padrone del tuo futuro? Accetta! Forza! Tira fuori le palle!
…CLACK
Scattata
la trappola…
non avete parlato di compenso. O magari lo avete fatto, ma non vi è stato specificato ne netto o lordo. E il contratto? Le tutele? Gli orari? Non ve l’hanno dette… avevano fretta… disponibilità “immediata”…
Fa impressione vederla così, vero? Certo, esiste chi la disponibilità immediata la chiede offrendo però un contratto con tutti i crismi del caso. Ma andarci col freno a mano tirato e dubitando di ogni loro singola parola, che male può farvi?

Vi fanno fretta? Son cialtroni.


Vi spingono chiudendovi ogni domanda con un “poi vediamo”? Son cialtroni.


“Tranquillo che è tutto ok” e non c’è un SOLO pezzo di carta che confermi? Son cialtroni.


Non vi fanno firmare nulla, ma domani puoi cominciare? Son cialtroni.


Non accettate. Per nessun motivo. Dinanzi a nessuna promessa che non sia su carta.
E, se vi è possibile… diteglielo in faccia QUANTO son cialtroni! Giusto per poter uscire da quell’ufficio ESATTAMENTE COME SIETE ENTRATI; disoccupati, certo, ma con un gran senso di liberazione!
Vi stringo tutti ragazzuoli!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a data stellare 22.05.2007

  1. eleonora scrive:

    domandina
    simo scusa se sto posto non c’entra nulla con tutto il resto, mi è venuto in mente mentre parlavi del book….e forse mi devo essere persa qualcosa…ma dove lavori? nel senso che tipo di lavoro fai? a volte parli di cravatta, per es, altre volte hai accennato al fatto che lavori in un’azienda (mi pare), e dici che comunque nn sei soddisfatto.è solo curiosità, sono un gemelli femmina :-P. un abbraccio 🙂

  2. Simone scrive:

    Dove lavora Simone?
    Simone al momento lavora (non ho capito, Giulio Cesare poteva parlare di se in terza persona e io no? Cosa ha LUI che non ho IO! B-boni co’ quei cortelli regà… oh, scherzavo…) in una società di costruzioni. E’ abbastanza piccolina (conduzione familiare) ma ricca di fondi (famiglia decisamente benestante). Ci tengono parecchio all’abbigliamento, quindi tocca venire in ufficio con giacca e cravatta. Con che mansione? …ecco, questo è il problema. Diciamo che sono un assistente alla progettazione, nel senso che mi occupo di seguire l’architetto, coordinare i caddisti, disegnare a mia volta, discutere col boss dei punti irrisolti che vengono fuori nel passaggio da disegno concettuale a disegno tecnico. Insomma, faccio gli gnocchi col cu… Ah, non si può dire? No, perchè pensavo.. mh, ok… no no, capito… dicevo: mi impegno parecchio. Si lavora sodo. Dalla mattina alla sera ho diversi caz… Ah, nemmeno questo? Va bene… no, veramenta, non lo sapevo…
    Scherzi a parte: ho trovato il posto facendo girare il mio cv come i bacilli della peste. I tipi mi hanno contattato e mi sono presentato in assetto da guerra. Mi hanno imbarazzato: contratto a tempo indeterminato dopo 2 mesi di prova a pieno stipendio, addirittura VISITA MEDICA presso ente convenzionato per l’assicurazione etc etc. La paga è bassina, ma mi permette di pagare l’affitto, le bollette e mettere da parte qualcosina (poco, a essere sinceri), ma è CMQ meglio di tante altre cose che leggo in giro.
    Purtroppo non hanno grandi ambizioni, e la cosa rimane in un ambiente, appunto, familiare. Quindi non rimarrò qui molto a lungo (ammesso di trovare mai qualcosa di meglio, visto il mercato). Sono della vergine-carrierista 🙂

  3. L scrive:

    x Giulio Cesare
    totale sostegno a “Da” (che tra l’altro è la mia collega;)) nel CAMBIO di lavoro…ormai la richiesta immediata è necessaria..ad un colloquio mi è successo di dover dire :”per correttezza io VOGLIO dare un preavviso al mio attuale datore di lavoro..anche se nel contratto a progetto non sarei tenuta a farlo” e dall’altra parte mi hanno detto con ironia(xò l’anno detto):”beh! litigaci e vattene via arrabbiata!”….
    ora non mi volgio troppo dilungare..ma a volta siamo talmete accecati dalla voglia di andar via dal proprio posto di lavoro che risulta difficile trovare gli “indizi” di cialtroneria…
    oppure chi è disoccupato o neolaureato ha talmete voglia di entrare nel meccanismo dello studio…che si è disposti ad ingoiare rospi amarissimi…

    COME FARE?

    un saluto
    L
    ps qui, da milano, attendiamo il tuo libro con trepidazione!!!!

  4. ANNA scrive:

    ANNUNCIO CIALTRONE DA PURGARE
    SIMONE!!!SIMONE!!!URGE UN TUO INTERVENTO…POSSO AVERE LA TUA MAIL
    PRIVATA?

    CIAO GRAZIE
    ANNA DELLE ANNA’S ANGEL

  5. Simone scrive:

    Mail privata
    Il mio indirizzo privato è sempre lo stesso:
    sim_too@hotmail.com
    🙂

  6. Marcobxl scrive:

    In bocca al lupo per la terza volta…
    Un breve saluto per ringraziarti dei sempre interessanti post (come non condividere quest’ultima “perla” su chi cerca carne da cannone disponibile nel giro di pochi giorni..anzi minuti?),e la famosa frase “non sono tenuto a dare preavviso,ma per correttezza voglio comunque dare una settimana” tante volte utilizzata (e che mai più userò,tanto è il rispetto che dimostra il capo nei confronti del mio lavoro).Ma non approfitto oltre di questo spazio e lo lascio a messaggi più interessanti,torno a studiare (anche per me,terzo tentativo del fatidico esamaccio..questa volta a Genova,dopo Parma e Milano)ma non prima di augurare in bocca al lupo a te e a tutti i colleghi.Bonaserata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *