INTRODUZIONE ALLO STUDIO…..

aereo una piccola panoramica a “volo supersonico”..scusate davero ma sono giorni che mangio fuori, che parto la mattina alle 8 e che torno la sera alle 22…

ben inteso che c’è gente che fa molto peggio ma abituati alla vita universitaria….sto scherzando ho il ritmo cinese nel sangue..ok non bluffo molto bene…per ora nel sangue ho pollo fritto e arrosticini…

comunque non crediate…la battuta del ritmo cinese fa parte di quelle credenze popolari o cose che si danno per assodate…e invece quando le hai di fronte ti accorgi che il mago di Oz non esiste…insomma sono grando lavoratori i cinesi ma io ho a che fare proprio con quelli che possono stare davanti ad un monitor tutto il giorno senza far nulla o che altrimenti fanno le cose solo se hanno scadenze orarie….cioè…come se dovessero timbrare il cartellino ogni 2 ore……immaginatevi che via vai deluso


vi mostro la panoramica della città che si gode dall’alto del nostro studio di progettazione in un giorno..di buona visibilitàsecchione

Qui sotto si vedono due piante di edifici residenziali di lusso, una di 320 mq l’altra di 160, in quella piu grande c’e anche uno spazio per il domestico..

i cinesi che possono permettersi residenze lussuose preferiscono avere la cucina vicino all’entrata, la camera da letto migliore a sud , un ampio spazio appena si entra in casa, le camere da letto molto regolari(o quadrato o rettangolo)…in realtà questi accorgimenti si mantngono anche con le residenze piu piccole…in cui la cucina deve almeno avere una finestra,un bagno piccolo sta in zona giorno e quello piu grande in zone notte o vicino alla stanzo grande..

..insomma en bel casin…scherzo il casino è altro

…insomma ho trovato una canna da pesca in carbonio per un ottimo prezzo..ma non ho ancora trovato una chitarra classica!!!che è quello che sto cercando da un po’…ne ho vista una ma costava troooppo, cosi per contrattare ho sparato un quinto di quello proposto dal venditore….risultato è che sono uscito a mani vuote..meglio che con un’altra canna da pesca!

con il lavoro mi sto ambientando e soprattutto capendo molte cose, persone , gente , ambiente…si impara a capire con il tempo e l’esperienza…racconterò con calma…

i taXisti sono i migliori!!!….con loro mi diverto un casino a parlargli in dialdetto…che risate…cosi siamo sempre in due a non capire…qualcuno direbbe…fantaaastico!

ci vediamo in aprile…spero di riuscire ad attaccare qualche pesce d’aprile alle spalle di qualche cinese…e dileguarmi tra 1 miliardo e 300 milioni di persone…non come dedrio an’ pez en trentin..

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a INTRODUZIONE ALLO STUDIO…..

  1. Andrea Siviero scrive:

    help!!
    Ciao Ale, mi chiamo Andrea e sono anche io studente anche io allo IUAV di Venezia. E’ da un paio d’anni che saltuariamente raccolgo materiale sulla concessione italiana di Tianjin (mio bisnonno era maresciallo dei carabinieri e a inizio ‘900 e teneva la stazione di polizia). Nell’ultimo periodo ho scoperto che è stato fatto un progetto per il recupero dell’area da parte dell’architetto Paolo Caputo di Milano. Sto cominciando la tesi ed era mio desiderio appunto studiare quest’area. Il problema è recuperare del materiale! Volevo chiederti se potevi guidarmi in qualche modo nella mia ricerca, se avevi informazioni di qualche tipo. Il tuo blog per me è già una speranza. Intanto ti segnalo (se non lo sapevi) la mostra fatta presso l’Istituto Italiano di Cultura a Pechino (in ambasciata credo) “Sulla via di Tianjin: 1000 anni di relazioni tra Italia e Cina” a novembre 2005 di cui esiste omonima pubblicazione. Spero tanto tu mi risponda. Intanto buona settimana e ti faccio i complimenti per l’avventura che hai appena intrapreso!

  2. macs scrive:

    sciallo
    sicuro che i problemi intestinali non siano causati da zampe di gallina&cuori di pollo?
    bah
    divertitevi!!
    cià

  3. cos scrive:

    cina
    ciao ale, bellissimo blog, beh che dire, mi trovo un po’ nella tua situazione…io sono architetto e la mia ragazza e’ laureata in cinese in attesa di partenza, e io disposto a seguirla affascinato dal meraviglioso oriente … com’e’ fare l’architetto in cina? e soprattutto, come trovare lavoro? il mio inglese e’ pessimo… thanks

  4. mario scrive:

    saluti
    saluti veramente da figo quello che stai facendo. Abbiamo installato la caldaia a legna da Vittorio; manca solo il camino che lo deve fare Lui ……. forse per il tuo ritorno dalla Cina sarà pronto e potraia tu stesso dare fuoco alle polveri…… portati un pò di fuochi d’artificio di Confucio che nei cartoni animati sono sempre belli adesso esco a mangiare la pizza con la compagnia del venerdi ciao!!!! Mario

  5. davide mattighello scrive:

    anca mi voria venir in cina..
    ciao Alessandro,
    devo proprio confermare che il tuo blog è bellissimo e che me lo leggo in tempo reale quasi tutti i giorni …ehi quasi un mito!
    sicuramente molti ti scrivono per avere informazioni sulla cina , su come fare l’architetto, come trovare lavoro ecc..
    bhe , anche io sono uno di questi …in + laureato allo iuav in aprile 2006 …abilitato a gennaio ..( ci conosciamo?)
    che ne diresti di darmi qualche dritta per venire a lavorare lagiù, conosci qualche studio che ricerca collaboratori?? qualche consiglio?
    ti ringrazio, e tienici aggiornati mmi raccomando.
    Davide da Udine

  6. mario scrive:

    grazie
    grazie Ale così sembra anche a noi di essere in Cina, il tuo modo di raccontare salta fuori dallo schermo e ti prende, è bello sentirti già preso nella tua avventura,stai incamminandoti verso una esperienza che a pochi è riservata, mi fai tanta gola, oggi sono andato ad una fiera del mio settore, ma di prodotti cinesi neanche l’ombra, più avanti che non si possa pensare a qualcosa di interessante. Intanto ambientati per bene e trova la tua giusta posizione; gustati ogni momento di questo periodo anche perchè sei assieme a chi meglio non potresti essere….. o sbaglio? aspettiamo tutti ansiosi tue note di vita quotidiana , il quel breve mio viaggio in cina mi ricordo che l’attività frenetica e continua dei cinesi mi aveva colpito ma sopratutto che erano in tanti e lo si vedeva perchè ce ne erano ovunque e ovunque erano in tanti tutti silenziosi e operosi, ci sono ancora le biciclette stracariche di ogni ben di dio? ma niente non voglio chiederti nulla, sarai tu che ci dirai quello che vedi e senti ciao Mario

  7. veronica scrive:

    ferrara—-cina???
    Ciao alessandro,
    mi chiamo Veronica, sono ferrarese ma anche io laureata allo iuav, ahimè ormai 5 anni orsono anche se porto venezia sempre nel cuore.dopodomani chiuderò invece il dottorato di ricerca, tre anni di attività condotta all’università di ferrara tra mille dubbi e interrogativi…
    sono dibattuta tra il pensare diportare avanti i tanti frammentari lavoretti che ho qui per raccolgiere forse qualcosa in futuro o se finalmente rischiare tutto ed emigrare anche io…
    mantienici aggiornati sulla vostra atttività!
    e non si sa mai che ti cheida qualche indirizzo!!!

  8. linda scrive:

    ma dove sei andato a finire?
    E’ così, uno si gira un minutino, e l’altro ti sguscia … Incredibile! Ma ciao Ale! Son Linda (di Ve)! Come stai? Io sono a Roma attualmente, per un master!! Son contenta di leggere in diretta le tue avventure… e spero che ci vedremo presto! Un bacione e in bocca al lupo per tutto…

  9. rox scrive:

    ma come hai fatto?
    domanda banale (ma non sicuramente la risposta!) ma come hai fatto ad entrare in uno studio come dire non proprio dietro l’angolo? non dirmi spedendo il curriculum da neo laureato!
    è la prima volta che clicco sul tuo link e mi è piaciuta l’idea che hai avuto, di comunicare la tua esperianza on line.Mi risponderai?….io aspetto
    ciao Rossana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *