Consigli e avvertenze di viaggio

a L. sperando che segua i consigli di chi, questi stati li ha giá visitati e l´esperienza on the road per molto tempo, l´ha giá fatta.

  • ricordati che un viaggio é la somma di piú parti, a partire dai piú piccoli frammenti che il tuo sguardo riesce a percepire, non farteli sfuggire.E annotali.
  • il viaggio ” visivo” inizia sull´aereo, da li puoi scoprire segni, morfologie, luoghi e strane mescolanze. Piú si abbasserá l´aereo piú scoprirai quelle veritá che non calpesterai probabilmente mai, come corsi d´acqua, foreste, boschi.
  • l´articolazione delle forme che il tuo sguardo riuscirá ad abbracciare consiste in quella ricchezza che mai e poi mai dimenticherai.
  • se il viaggio consiste nell´incontro tra emozioni e cose, rappresneta un piacevole turbamento della scoperta, sappi che é anche spesso e volentieri un estatico smarrimento.
  • il tuo universo dei sensi sará perennemente agitato, nel bene e nel male, ma sará costante la pioggia di energia che ti accompagnerá tutti i giorni e ti servirá per far fronte alle situazioni complicare.
  • nelle notti che trascorrerai in autobus, in quegli autobus che serpeggiano le strade passando da lievi discese a ripide salite, nei zig zag collinari e boscosi, attraversando deserti e foreste, bene quelle sono le notti a cui affiderai le impressioni, le sensazioni e le commozioni del viaggio fatto e da fare.
  • riuscirai a distenderti in questa cuccia notturna costituita da un sedile a volte sgangherato, ti stringerai al finestrino e ficcherai lo sguardo tra le terre brune della Patagonia e ti rifugerai tra i tuoi pensieri. Penserai anche a me?E quando lo farai, mio figlio sará giá nato?
  • quando dormirai nelle camere degli ostelli col cemento per terra e l´intonaco fragile, e sentirai l´odore del disinfettante che risale dallo scarico del lavandino pensa che é tutto in regola, stai frequentando i posti giusti.
  • in molti posti del Sud America ti capiterá che davanti alla Natura spettacolare, questa ti apparirá come un tempio, privato personale, lí potrai raccoglierti nell´eco sensibile e  spirituale che questa emana. ( perito moreno e Iguazú)
  • ricorda che chi viaggia per lungo tempo, si rovescia in una esperienza importante e spesso ricerca gli estremi,  tanto la pace di luoghi paradisiaci  come l´inquetudine di luoghi problematici. É fisiologico.

Inoltre sappi sempre che il paradiso é nella nostra immaginazione , non nella sua localizzazione.

Abbi cura come sai fare tu, del tuo corpo, dello spirito e dell´anima.

Buon viaggio.

l´avrei voluto scrivere in spagnolo ma non sarebbe stato cosí spontaneo. Forse lo traduco, di tempo ne abbiamo tanto fino a fine gennaio, tanto lo so che non passi di qua.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Consigli e avvertenze di viaggio

  1. anna scrive:

    Leggendo il tuo post mi viene voglia di essere al posto di L.
    E’ una persona fortunata, sta per intraprendere l’esperienza forse più bella della sua vita!
    I tuoi consigli sono quasi commoventi ed io nonostante abbia mille cose da fare a studio ho iniziato a viaggiare con la mente 😉

  2. matteo scrive:

    leggendo il tuo post mi è tornato in mente “i diari della motocicletta”: potenza evocativa!
    E considerazioni sulle implicazioni “accessorie” del “Che” e Alberto Granado a parte, la Poderosa potrebbe tranquillamente essere il “tuo” autobus.
    Certo il fine ultimo dei due viaggi è diverso, ma tutto quello che sta nel mezzo no.
    Buon Viaggio ad L., chiunque sia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *