Sensazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando scende la notte sento solo il peso di sensazioni da lenire, mi sento come un vascello sperduto che naviga il suo spirito in cerca della sua meta di pace.
Non sorrido ne tanto meno piango lacrime di dolore.

Un´ aria tiepida, uno spazio piu vuoto che mai mi circondano. E per la prima volta accarezzo l´idea di salutare questo blog, dopo quasi 9 lunghi, stupendi e intensissimi anni della mia vita.

Mille pensieri che annientano e mille altri che fanno bene per risalire  la china con la speranza di chi regge nelle mani chiuse i piccoli grandi dolori guardando ottimista al futuro.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Sensazioni

  1. anna scrive:

    Nooooo!
    Non ci abbandonare, tieni duro!
    Anche se non ho sempre scritto e commentato non vuol dire che
    non abbia continuato a seguirti e penso che
    così sia stato anche per altri lettori…
    Recupera un pò di energie
    e non lasciarci “orfani” della tua presenza, sei pur sempre
    la regina dei blog di PA 🙂

  2. marzipan scrive:

    Sei sempre così piena di energia che un momento di stanca ci può stare, e un blog non è eterno, però credo che tu abbia ancora parecchio da dire ( e fare) Ti abbraccio e spero di leggerti ancora.

  3. Paolo scrive:

    Non essere “invidiosa” di Max che ci ha lasciato!!Capisco che facebook ha completamente annientato l’interesse che c’era una volta per i blog, ma quelli a cui veramente interessano i contenuti leggono sempre le cose che scrivi, e non sono interessati a mettere un “mi piace” su qualsiasi cosa banale venga scritta sui social network. Un altra cosa: in questo momento in cui i giovani Architetti in Italia, come molti giovani in generale, sono in difficoltà, i tuoi racconti dalla civile Germania non possono che fare bene e dare un pizzico di speranza a chi non vuole mollare, ed ascoltare una di noi che ce l’ha fatta!
    Tieni duro!! 🙂

  4. marianna scrive:

    ti seguo da un pò, muta t’ascolto.
    Aspetto, lavoro e sogno anche grazie ai tuoi racconti di vera realtà…

  5. Nicole scrive:

    No Giordana! non lasciarci!

  6. Carmen scrive:

    Ciao Cara Giordana,
    sono qui, stanca ma con una grande voglia di sentirti, scusami se non ti ho più seguita ma sei sempre nei miei pensieri.
    Cosa leggo??? vuoi abbandonare? No ti prego, tu sei diventata per tanti oltre che per me un’isola felice, ci sei sempre.Baci Carmen

  7. Laura scrive:

    Giordana!!! Torno oggi a leggerti dopo tanto, a causa di divieto di navigare al lavoro(medievali loro!), poco tempo a casa per vedere internet e non possesso di uno smart phone (medievale io??), ma avevo proprio voglia di leggere che fai e che scrivi in qs periodo…e mi son intristita a sapere che vorresti abbandonare il blog (confesso che ho letto solo qs pagina oggi, quindi non ne conosco le ragioni)… sei sempre stata uno spunto positivo e una finestra sul mondo (come già ha scritto qualcun altro), davvero i tuoi post contribuiscono a darci fiducia e a stimolarci acoltivare idee e progetti!!! Spero di cuore che tu possa cambiare idea.. Pensa che ti avevo scoperto nel 2006 quando cercavo in rete spunti e aiuti in merito alla ricerca di lavoro come architetto a Barcellona, perchè il mio moroso aveva una proposta di trasferimento là…e scoprire il tuo blog mi aveva gasato davvero…poi ho seguito la tua evoluzione…sei una grande donna!! grazie. Laura

  8. giordana querceto scrive:

    Che belli che siete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *