ardire & partire

Prima di partire, che sia da un luogo o con un’esperienza professionale, bisogna ardire a qualche cosa che, nella condizione geografica, economica o sociale nella quale ci troviamo, non riusciamo a trovare, in quanto riteniamo che manchino le giuste condizioni, per noi, per poter sviluppare un progetto, un’insieme di progettualità o le basi della nostra intera esistenza.

Come si progetta una partenza? Cosa lasceremo una volta partiti e cosa troveremo una volta arrivati? Come cambieranno le nostre abitudini e il nostro modo di vedere la vita e la nostra professione?

Come si sceglie una partenza verso est piuttosto che verso ovest? Oppure da un profondo sud verso un incerto nord?

Quando capiamo che è maturata in noi la consapevolezza che la felicità è… somewhere over the rainbow?

A tutte queste domande non c’è ovviamente una risposta “passepartout” ma possiamo scoprire qualche cosa di più chiedendolo direttamente a chi, prima di noi, ha ardito e un bel giorno è partito!

Ecco a voi “ardire & partire”, una chiacchierata in giro per il mondo con tanti nuovi amici che un giorno sono partiti, alcuni molto vicini e altri molto lontani (in questo angolo di cristalli liquidi le distanze sono azzerate) ma tutti con un sogno e un’aspirazione.

Scoprire qualche cosa sulla loro esperienza e magari trovarne spunto e ispirazione per iniziarne una tutta nuova…siamo tutti cosi’ lontani…eppure cosi’ vicini!

vi presento gli amici di “ardire & partire”:

Questa voce è stata pubblicata in ardire & partire. Contrassegna il permalink.

Una risposta a ardire & partire

  1. giordana querceto scrive:

    uffa sono invidiosa!hai una bella rubrica, anche solo graficamente io non saprei crearla…
    ma perché sono sempre indietro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *