Chioggia: Lavori in corso

40_11_Piano_nei_cantieri_jpgChioggia, la nostra città, vive prevalentemente d’estate. Eh si, perché abbiamo la spiaggia di Sottomarina, che è molto profonda e lunga più di 10 km.

Si tratta prevalentemente di una spiaggia per famiglie, e la città si è evoluta di conseguenza perché, nonostante Chioggia e Sottomarina siano di fatto un’unica città, separate solo dal canale del Lusenzo, in realtà sono due mondi totalmente distinti. Anche i dialetti hanno delle differenze e, mentre il chioggiotto tipo è da sempre pescatore, l’abitante di Sottomarina è agricoltore ma, in particolare dopo il boom economico degli anni 60, vive di turismo. La Boscolo Tour nasce qui.

Quindi si capisce quanto sia importante il turista e il suo benessere qui a Sottomarina.

E quindi, non si capisce per quale oscura ragione si debba praticamente bloccare la viabilità cittadina nei periodi che vanno da maggio a settembre!

Eh si, perché se oggi vuoi andare da Sottomarina a Chioggia, devi affrontare code per rifacimento segnaletica, code per stesura manto d’asfalto stradale, code per collegamenti delle fognature dei cantieri di Viale Mediterraneo e, last but not least, code perché hanno deciso che il ponte di collegamento tra sottomarina e l’Isola dell’Unione necessita proprio ora di manutenzione.

Mi metto nei panni del povero tedesco che arriva dalla sua ordinata Germania e si trova a Chioggia e Sottomarina, che già, di per sé, sono il regno dei motorini (Il comune di chioggia ha la più alta concentrazione di mezzi a due ruote dell’Italia intera, più che a Napoli) e del mancatoi rispetto da parte di questi ultimi del codice della strada, e che si trova anche a dover dribblare cantieri ed operai superato da ogni lato da centauri e ciclisti di ogni sorta.

Io non ci starei.

Per cui, cari amministratori della nostra amena cittadina, vi chiedo: è proprio necessario fare tutto insieme e nel mezzo della stagione turistica?

A voi l’ardua sentenza.

Colonna sonora: Contrada Chiavicone – Vinicio Capossela

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.