Alcuni libri vanno assaggiati, altri inghiottiti, pochi masticati e digeriti. (F. Bacon)

Ho messo ordine nella nostra libreria. Perché quando due persone vanno a vivere assieme, le cose di entrambi si uniscono e si mescolano, e a volte ne escono cose interessanti.

Noi abbiamo gusti letterari totalmente diversi.

Dato di fatto.

Eh si, ed emerge chiaramente anche dagli ultimi libri letti. Io ho appena terminato Eredità di Lilli Gruberimages

e Fabio sta leggendo Strade blu di William Heat Least – Moon.

Io prediligo i romanzo storici, non per dire ma so tutto dell’ultimo secolo, ogni volta che si parla di guerre, di New Deal, di depressione io so già dove si va a parare. Amo la storia e quello che ci insegna anche se, purtroppo per me, quasi mai mi è maestra, e i miei errori non mi vengono mai evitati né ammortizzati. Ma mi piace scoprire cosa sia successo nella vita degli altri, e mi piace scoprire che, molte volte non è stata poi così diversa dalla nostra, e che gli errori sono propri i qualsiasi periodo.

Fabio predilige i libri

strade-blu-libro-1

di viaggi, perché dice che comunque quando non si può viaggiare fisicamente, è comunque bello farlo attraverso le esperienze altrui, e preparare così nuovi viaggi.

E’ bello mettersi ciascuno per proprio conto sul divano o adesso che il tempo lo permette in spiaggia) e leggere le proprie storie, sentire e vivere quello che altri hanno scritto e che ci fanno rivivere attraverso le loro esperienze.

E dispiace che oggi, alle soglie del 2014, ai ragazzini di terza liceo facciano ancora leggere per le vacanze I dolori del Giovane Werther oppure le lettere di Jacopo Ortis.ù

Ma, io mi domando, siete davvero convinti di avvicinare i giovani alla lettura con autori vecchi di secoli?

Non ritenete che forse un giovane Jacopo che sospira guardando dalla finestra la sua Teresa non abbia più molto a che fare con i ragazzi di oggi che si dividono tra facebook, twitter e pinterest?

Forse sarebbe una piacevole sorpresa fargli scoprire piuttosto un Bianca come il latte rossa come il sangue, oppure anche un Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino, magari troverebbero più interesse e potrebbero essere anche invogliati a leggere dell’altro, chissà…

E poi non lamentiamoci che i giovani non leggono, ma chiediamoci perché…

Colonna sonora : Feeling good – Muse

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.